L’Orchestra sinfonica Rossini in partenza per il Giappone

di 

3 marzo 2015

Orchestra sinfonica Rossini in partenza per il Giappone

Orchestra sinfonica Rossini in partenza per il Giappone

PESARO – Dopo Cina e Svizzera, ecco il Giappone. A pochi giorni dalla partenza per la terra del Sol Levante, l’Orchestra Sinfonica G. Rossini presenta la sua prima tournée nipponica, dal 6 al 24 marzo, nell’ambito del progetto “Requiem di Mozart per il Giappone dal Vaticano 2015”. 7 città, 10 concerti, oltre 60 artisti coinvolti.

A fronte del grande successo riscosso per due anni consecutivi nella Basilica di San Paolo fuori le Mura a Roma, il comitato organizzatore del progetto ha deciso di proporre proprio in Giappone il concerto che si tiene annualmente in collaborazione con il Vaticano per rendere omaggio alle vittime del terribile Tsunami che nel 2011 causò 19.000 morti accertati e 22.000 senzatetto. In molti, fra coloro che allora persero la casa, ancora oggi vivono in abitazioni temporanee.

Si tratta di un progetto di solidarietà fra persone di diverse nazionalità e religioni accomunate dall’amore per la musica. Assieme alla Rossini, calcheranno il palco Eugenia Dundekova, mezzosoprano; Francesco Ellero d’Artegna, basso; Romano Pucci, flauto; Masahiro Shimba, tenore; Yasuko Fujii, soprano; Saori Takahashi, violino e il Coro degli ex Piccoli Cantori di Kyoto. Pregio qualitativo della produzione sarà l’impronta musicale data dallo splendido direttore d’orchestra Daniele Agiman, che in queste settimane si è recato in Giappone a preparare i cori nipponici che si aggregheranno all’OSR per i concerti. 6 le sezioni di prova che lo stesso Agiman e l’OSR hanno calendarizzato per un’occasione davvero straordinaria. Oltre all’esecuzione del famoso Requiem del genio salisburghese, sono in programma anche le più note sinfonie di Rossini e brani di Gluck, Elgar, Puccini, Bach, Copland, Gabrieli, Ortolano e Scaltritti.

Nel corso della tournée è prevista la partecipazione della Rossini alla “Cerimonia della Preghiera” nel Tempio buddista Sanjusanghendou Shinden nella città di Kyoto, alla Festa Tradizionale della città di Kakegawa e alla Cerimonia di Piantumazione degli Ulivi provenienti dal Vaticano alla presenza di Sua Eminenza Card. Monterisi con sosta nei luoghi colpiti dallo Tsunami, solo per citare alcuni appuntamenti collaterali ai vari concerti.

Inoltre, a riprova di quanto ormai sia diventata una vera e propria ambasciatrice del nostro territorio in primis e dell’Italia nel mondo, la Rossini, in occasione della tournée nipponica, ha deciso di realizzare, in collaborazione con il vice sindaco e assessore alla Bellezza del Comune di Pesaro Daniele Vimini e al giovane e talentuoso regista Valerio Vergari, anche un dvd promozionale del nostro territorio dal titolo Sinfonasia, nel quale vengono presentati i luoghi più suggestivi e gli eventi principali della nostra città, assieme ad alcune interviste di strumentisti e dirigenti dell’orchestra stessa che raccontano il loro rapporto con la città di Pesaro, la musica e la loro professione.

IL PROGRAMMA

7 marzo
Arrivo a Tokyo

8 marzo
Concerto presso Sofia University

9 marzo
Concerto presso Tokyu Bunkamura Orchard Hall
Party

10 marzo
Viaggio Tokyo-Kyoto
Trasferimento in pullman verso Myohoin
Cerimonia di preghiera al Tempio Sanjusanghendou Shinden

11 marzo
Concerto presso Kyoto Concert Hall

12 marzo
Giorno libero

13 marzo
Viaggio Kyoto-Kakegawa
Trasferimento a Higashiyamaguchi
Festa Tradizionale della Città

14 marzo
Concerto presso Kakegawa Gakushu Center Hall

15 marzo
Viaggio Kakegawa-Shimoda

16 marzo
Trasferimento verso Bunkakaikan
Cerimonia di piantumazione degli Ulivi

17 marzo
Trasferimento verso Bunkakaikan
Concerto presso Bunkakaikan

18 marzo
Viaggio Shimoda-Tokyo-Sendai

19 marzo
Prova

20 marzo
Concerto presso Shirayurigakuen

21 marzo
Tour in bus con fermate nei luoghi colpiti dallo Tsunami
Viaggio verso Rikuzentakata
Concerto presso Daiichi Junior High School (Rikuzentakata)
Viaggio verso Akiu Onsen Sakan
Party

22 marzo
Trasferimento verso Soma Memorial Monument
Concerto presso Soma Memorial Monument
Trasferimento verso Soma Shimin Kaikan
Concerto presso Soma Shimin Kaikan

23 marzo
Giorno libero

24 marzo
Partenza da Tokyo

Daniele Agiman

Daniele Agiman è tra i direttori d’orchestra italiani più attivi a livello internazionale.

In Corea del Sud e Giappone è ospite regolare delle più prestigiose istituzioni, in particolare in campo operistico; tra le produzioni più significative si ricordano:

  • Gianni Schicchi e Cavalleria Rusticana al Teatro di Stato di Taegu (Corea del Sud) in occasione del gemellaggio tra le città di Milano e Taegu

  • Lucia di Lammermoor a Seoul presso il Sejong Opera Festival in occasione dell’A.S.E.M. (incontro internazionale dei capi di stato asiatici ed europei)

  • La Traviata presso il Centennial Hall di Nara (Giappone).

Ha inoltre diretto in Argentina, Sud Africa, Francia, Germania, Romania, Svizzera, Georgia, Russia; nel dicembre 1992 ha debuttato al Konzerthaus di Vienna ed al Brucknerhaus di Linz, su invito della Wiener Kammerorchester.

In seguito all’affermazione al 1° Concorso Mario Gusella (primo classificato assoluto, Pescara 1991), viene invitato da tutte le più importanti orchestre italiane (Orchestra della Toscana, Pomeriggi Musicali, Filarmonica Marchigiana, Sinfonica Abruzzese, Solisti Aquilani, Orchestra Sinfonica G. Rossini, etc.) e nei più prestigiosi teatri (Teatro Regio di Torino, Teatro delle Muse di Ancona, Comunale di Modena, Lauro Rossi di Macerata, Teatro Lirico di Cagliari, Pergolesi di Jesi, Teatro della Fortuna di Fano, etc.) e stagioni concertistiche (Stagione Lirica di Como, Macerata Opera Festival, Festival della Valle dei Templi di Agrigento).

Si è particolarmente impegnato nella diffusione e valorizzazione della produzione di autori contemporanei, dirigendo tra l’altro molte prime esecuzioni di compositori italiani.

Molteplici gli incarichi ufficiali ricoperti:

  • Direttore Artistico e Musicale de “ I Madrigalisti Ambrosiani” negli anni 1995/1996 (recupero del repertorio musicale barocco, in particolare lombardo)

  • Direttore Musicale della Stagione Lirica Autunnale del Palazzo dei Congressi di Lugano negli anni 1995/1998 (Boheme, Il Barbiere di Siviglia, Traviata, Rigoletto)

  • Direttore Artistico del Laboratorio Lirico del Conservatorio “G. Verdi” di Milano negli anni 2000/2002 (produzione di opere liriche in particolare del ‘700 e del ‘900)

  • Direttore Principale dell’Orchestra Benedetto Marcello di Teramo dal 2000 al 2005 (recupero e valorizzazione del repertorio strumentale Italiano)

  • Direttore Ospite Principale della Shizuoka Symphony Orchestra dal 2006 al 2009

Viene frequentemente invitato da Università (Bologna, Ancona, Teramo, Roma Tre, Università degli Studi di Milano, Università Coreana dell’Arte e Università Chung Ang di Seoul), da associazioni culturali e centri di studio e ricerca (Rete Stresa, Società Gruppo-Analitica Italiana, I.S.M.O) con l’intento di riportare la riflessione sulla storia della musica occidentale e sull’ermeneutica musicale all’interno del più vasto orizzonte epistemologico e filosofico contemporaneo.

Avendo vinto il Concorso Nazionale del Ministero della Pubblica Istruzione, dal 1999 è titolare della cattedra di Direzione d’Orchestra presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano.

Dal marzo 2007 è Professore Onorario di Direzione d’Orchestra presso l’Università Kurashiki Sakuyo in Giappone.

E’ attualmente Consulente Musicale del teatro di Taegu ( Corea del Sud) e Consulente Artistico per l’opera italiana dell’Opera Company di Kyushu (Giappone)
E’ Direttore Principale dell’Orchestra Sinfonica “G. Rossini”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>