Sicurezza, Ricciatti (Sel) chiede concretezza ad Alfano: “Più agenti al Commissariato di Fano”

di 

4 marzo 2015

FANO – Un gesto concreto per la sicurezza nella nostra città. Lo chiede l’on. Lara Ricciatti (Sel) con una interrogazione parlamentare, rivolta al ministro dell’Interno Alfano, per sollecitare il titolare del Viminale a destinare ulteriori uomini al commissariato di pubblica sicurezza di Fano.

“In questi ultimi anni, grazie anche ai sacrifici dei singoli agenti, il nostro territorio ha potuto godere di una situazione di sicurezza generale apprezzabile – afferma la deputata fanese – tuttavia, anche a causa della crisi economica, le condizioni sono cambiate ed è necessario intervenire con dotazioni più adeguate al nuovo scenario”.
Mentre fenomeni come la prostituzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti sono stati mantenuti sotto la soglia di allarme, nell’ultimo anno – in particolare – si registra un aumento di furti in abitazioni e aziende del territorio. Fenomeni particolarmente gravi in quanto minano in modo diretto la percezione di sicurezza dei cittadini e l’economia del territorio, già particolarmente provata dalla crisi economica.
A destare particolare allarme è anche il fenomeno del “turismo criminale”: soggetti che si spostano da altre regioni d’Italia – nord e sud – ma anche da paesi esteri (soprattutto dell’area Adriatica) per commettere reati nel territorio fanese; oltre al più volte segnalato rischio infiltrazioni mafiose, che nella nostra provincia ha profili meno marcati rispetto ad altre zone delle Marche, ma comunque da tenere sotto controllo.
“La richiesta di maggior sicurezza in concreto si traduce con la destinazione di risorse adeguate, sia in termini di personale che di mezzi. In questi anni il nostro standard di sicurezza è stato garantito anche dai turni prolungati e dagli straordinari effettuati dagli agenti del nostro commissariato, ai quali va il nostro ringraziamento, ma non possiamo pensare che un bene essenziale come questo possa reggersi sempre sul sacrificio e sulla disponibilità dei singoli”.
Il commissariato di Fano ha una pianta organica di 45 unità, tra agenti e funzionari, su una popolazione di circa 63.000 abitanti. L’età media degli agenti è di 47 anni circa e da qui a breve diversi di loro andranno in pensione.
“Ho chiesto al ministro Alfano di destinare 5 unità in più per il commissariato di Fano, che copre, oltre la città, l’area della bassa Val Metauro. Una richiesta più che ragionevole per la terza città delle Marche”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>