Calcio a 5 ipovedenti, l’Invicta Pesaro vince la Coppa Italia. Il premio lo consegna bomber Riganò

di 

15 giugno 2015

Al palasport di Scandicci si è disputata la finale della Coppa Italia di calcio a 5 ipovedenti, In un bellissimo clima prima durante e dopo la partitissima grazie alla splendida organizzazione del CF Pelletterie calcio a 5.
Presenti insieme al consigliere Falasconi della FISPIC, Renzo Ulivieri presidente dell’Associazione Italiana Allenatori Calcio e l’ex bomber viola Riganò per la premiazione.
E’ finita con la clamorosa Tripletta dell’ Invicta Pesaro 2001 che si conferma sul tetto d´Italia: vincendo Supercoppa (contro Fano 2-1), scudetto (contro Napoli 5-1) e Coppa Italia contro il NoiVed Napoli 5-4.
Per assegnare il titolo però non sono bastati i tempi regolamentari. La squadra pesarese, infatti, si è imposta ai calci di rigore 3-2 al termine di un match combattutissimo che si è concluso sul punteggio di
2-2 anche dopo i supplementari.
Venendo alla cronaca, dopo un tempo di studio e mezzi attacchi, Pesaro ’01 ha trovato il vantaggio solo a fine tempo con un’invenzione di Polito. Nella ripresa, due gravi errori difensivi di Principi gasano il Napoli che prima pareggia e subito dopo si porta in vantaggio con Eboli, su due pubnizioni in fotocopia dal limite. Mancano 7 minuti
quando dopo un time out l’Invicta Pesaro 2001 risorge e con un’azione corale Morabito trova il 2-2.
Si va quindi ai supplementari, ma dopo nessun tiro nei primi 5′ e un palo di Polito nei secondi 5, il risultato non cambia si passa così ai calci di rigore. Tocca per primo al NoiVed Napoli con lo stesso Eboli
che si fa parare dal numero 1 della Nazionale Accanito. Per Pesaro segna Del Canto, per Napoli a segno Vivenzio, Pesaro ancora in gol con Polito e il Napoli con Pirozzolo, infine si presenta Mastracci che
conclude la lotteria realizzando la rete che vale la vittoria per Pesaro ’01. Niente da fare per il NoiVed Napoli, dopo la semifinale dello scorso anno i rigori sono fatali e come in campionato, anche questa volta è un secondo posto per i partenopei.

Riganò premia...l'invicta Pesaro 2001

Riganò premia…l’invicta Pesaro 2001

“E’ stato un anno capace di vederci al vertice del movimento calcistico federale dopo diversi anni di dominio esclusivamente marchigiano- commentano da Napoli – complimenti di vero cuore agli amici dell’Invicta Pesaro 2001 che ha vinto campionato e coppa Italia”.
Dunque, dopo la vittoria dello scudetto 2014/15 lo scorso 12 aprile ad Ascoli Piceno, l’Invicta Pesaro 2001 concede il bis conquistando anche la Coppa Italia a Scadicci sempre ai danni del NoiVed Napoli. Le due compagini si rincontreranno a inizio stagione per aggiudicarsi la Supercoppa Italiana 2015.
Dopo i primi anni anonimi fatti soprattutto per l’aggregazione di persone con problemi di vista ma con lo scopo di stare insieme tramite lo sport, in particolare grazie al calcio a 5, gli ultimi 4 sono di sicuro prestigio per la società, e per chi negli anni ha “lavorato” per essa. Negli ultimi 4 anni si sono raggiunti traguardi come 3
scudetti e un secondo posto, 2 coppa Italia e una Supercoppa italiana. Tutti gli aggiornamenti, foto, video e quant’altro sono possibili seguirli nella Pagina facebook invicta Pesaro 2001
(http://it-it.facebook.com/pages/Invicta-Pesaro-2001/412530812162991).
Fabrizio Principi detto Crespo il fenomeno del gruppo, proprio quest’anno, festeggia i 20 anni nel mondo del calcio, come lo chiama lui, professionistico. Un grande grazie va al segretario Renato Bibbò col suo lavoro anche dietro la scrivania fra leggi e “cartacce varie”, ma sempre preciso. Mentre un grazie particolare va al presidente Paolo
Gramolini per la passione e la costanza nel credere nella forza del gruppo affidando, dopo il 2010 anno in cui l’Invicta non partecipò al torneo nazionale, la squadra nelle mani di Sirio Belluomini e al suo stupendo gruppo: Antonio Accanito, Antonio e Daniele Del Canto ovvero i fratelli del gol, Daniele Mastracci e Massimiliano Raviele
(praticamente il quintetto della nazionale italiana che al mondiale a Seul dal 10 al 17 maggio ha conquistato il bronzo), Gianfranco Marilli, Andrea Polito, Simone Niccolai, Antonino Morabito, Saverio Sardone, Franco Gregori, Fabio Magi e alla new entry di quest’anno Giulio Ottaviani e l’autista ViTo.
Questa ennesima vittoria ha rinsaldato l’amicizia e confermato, anche se non ce n’era bisogno, un gruppo unico e mitico. Di sicuro il dominio dell’Invicta Pesaro 2001 oltre che nel campionato, si ripete anche nella Coppa Italia, dopo quello vinto a Torino la scorsa estate, per la formazione di mister Belluomini. Lo scorso anno 10-3 ai danni dell’Adriatica Fano. Un altro successo pienamente meritato, come confermato dal bilancio di questo quadro
completo dei risultati della

COPPA ITALIA 2014/2015

BOLOGNA, 25 OTTOBRE 2014
QUARTI DI FINALE
ADRIATICA U.I.C. FANO – CIT TURIN L.D.E. 7-2
NOIVED NAPOLI – VENEZIA 12-2
INVICTA PESARO 2001 – STARGARDT TEAM ZOLA 6-1

BRESCIA, 7 dicembre 2014
PLAY OFF
CIT TURIN L.D.E. – VENEZIA 11-1
STARGARDT TEAM ZOLA – VENEZIA 13-0
CIT TURIN L.D.E. – STARGARDT TEAM ZOLA 5-4

SEMIFINALI
Firenze 28 febbraio 2015
NOIVED NAPOLI – CIT TURIN L.D.E. 5-1

Pesaro, 1 marzo 2015
ADRIATICA U.I.C. FANO – AINVICTA PESARO 2001 N-D
Sopsesa per raggiunta inferiorità numerica del Fano

Finale – Scandicci 30 maggio 2015
INVICTA PESARO 2001 – NOIVED NAPOLI 2-2
Tempi supplementari
INVICTA PESARO 2001 – NOIVED NAPOLI 2-2
Calci di rigore
INVICTA PESARO 2001 – NOIVED NAPOLI 3-2
risultato finale
INVICTA PESARO 2001 – NOIVED NAPOLI 5-4
Per guardare gli highlights della finale è possibile clickare questo
link grazie Toscana TV:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>