Eleonora Vandi sempre regina degli 800 metri. La pesarese sul gradino più alto del podio ai Campionati Italiani Assoluti di Società

MACERATA – Una vera festa di sport a Macerata, per le finali nazionali dei Campionati italiani assoluti di società. Nel gruppo Adriatico allo stadio Helvia Recina, il club organizzatore dell’Atletica Avis Macerata coglie due quinti posti, sia al maschile che al femminile, mentre è terza la squadra femminile del Team Atletica Marche con la Sport Atletica Fermo settima.

Eleonora Vandi

Eleonora Vandi

Si conferma quindi nella parte medio-alta di classifica l’Atletica Avis Macerata, che mette a segno ben quattro vittorie individuali e porta le donne vicine al podio di squadra, ad appena tre punti di distanza dal secondo posto in una classifica molto corta. Al previsto successo della campionessa italiana under 20 Eleonora Vandi sugli 800 metri, si aggiunge quello meno atteso dell’eptatleta Sara Porfiri nei 100 ostacoli con 14”98, il suo miglior crono nelle ultime tre stagioni e ottenuto di primo mattino. Poi nel disco il finanziere Giovanni Faloci non tradisce la società di provenienza, nel lungo conquista l’intera posta in palio Marco Vescovi, 27enne saltatore di Apiro. Non vale la vittoria, ma il record personale di Ornella Kelly Nya Yanga nel peso (seconda con 12.05) merita di essere sottolineato, come quello della pesarese Ilaria Sabbatini, sesta in 17’39”32 sui 5000 metri. Due terzi posti nelle staffette: la 4×100 maschile per ribadire la sua tradizione con Carlo Nardi, Marco Vescovi, Andrea Corradini, Lorenzo Angelini, e la giovanissima 4×400 donne con le allieve Giulia Antonelli, Samira Amadel, Valentina Gallucci e la junior Eleonora Vandi. La società del presidente Arnaldo Porro e del direttore tecnico Franco Lorenzetti, nonostante qualche assenza per infortunio (ad esempio la velocista Roberta Del Gatto e il giavellottista Emanuele Salvucci), chiude quindi con piena soddisfazione anche sul piano organizzativo.
Bel risultato di squadra del Team Atletica Marche nel settore femminile: il sodalizio nato dalla collaborazione tra Atletica Sangiorgese R. Rocchetti, Atletica Osimo e Sacen Corridonia sfiora la seconda posizione e si aggiudica due vittorie individuali. Protagonista di nuovo in questo finale di stagione Sonia Kebe, allieva di Corridonia, vicinissima al successo nei 100 con il personale migliorato di due decimi per festeggiare poi il primo posto sulla doppia distanza. Nell’alto basta 1.65 per la vittoria di Enrica Cipolloni, al rientro da un infortunio, che si piazza anche terza nel peso mentre la triplista Silvia Del Moro è seconda. Poca fortuna per la 4×100 con Rebecca Capponi vittima di un problema muscolare durante la sua frazione, che comunque riesce a completare. Ma tutte le atlete dimostrano un grande attaccamento alla squadra: fra queste Maria Laura Montelpare, quarta nel martello, e Giorgia Moriconi, ottava nei 5000 di marcia dopo un periodo di stop ma in grado di portare un punto alla società del presidente Pasquale Del Moro e del direttore tecnico Robertais Del Moro. Gran tifo in tribuna, con bandiere e trombette, guidato dagli atleti non in gara come la sprinter Valentina Natalucci, attualmente ai box per un problema a un piede.
La Sport Atletica Fermo onora la manifestazione con cinque risultati da podio: nei 5000 di marcia l’allievo Giacomo Brandi si esprime ai suoi migliori livelli, a un soffio dal primato regionale (preceduto soltanto da un azzurro ai Mondiali di Pechino, il pugliese Massimo Stano). Anche la martellista Barbara Wrobel guadagna sette punti, per dimostrare una buona continuità di rendimento. Terzo sui 100 metri il velocista Mario Brigida, non senza rammarico perché aveva il miglior tempo di accredito. Stesso piazzamento al femminile per Ilaria Giretti, che si conferma competitiva nonostante gli impegni di studio e lavoro come l’altra sprinter Francesca Ramini: entrambe salgono sul gradino più basso della 4×100, insieme a Dajana Flamini e all’allieva Camilla Curzi. Nel team del presidente Giovanni Giacopetti, con Alberto Andruszkiewicz direttore tecnico, non riesce invece a esprimersi al massimo l’ostacolista Daniela Spadoni, alle prese con un fastidio fisico.

RISULTATI SQUADRE MARCHIGIANE
Finale Gruppo Adriatico – Macerata

Atl. Avis Macerata
Uomini (5° posto). 100: 5. Lorenzo Angelini 11”09 (+0.9); 400: 10. Dami Ajube 51”59; 1500: 11. Jacopo Silenzi 4’11”63; 3000 siepi: 6. Abrham Esitfanos 10’05”90; 400 ostacoli: 6. Nicola Cesca 56”20; asta: 6. Leonardo Ottaviani 3.80; lungo: 1. Marco Vescovi 6.89 (0.0), 12. Jacopo Tasso 6.29 (+0.8); disco: 1. Giovanni Faloci 56.41, 4. Alessandro Cavalieri 42.19; 4×100: 3. Carlo Nardi, Marco Vescovi, Andrea Corradini, Lorenzo Angelini 42”50; 4×400: 7. Andrea Corradini, Francesco Ranzuglia, Massimiliano Sileoni, Dami Ajube 3’28”85.
Donne (5° posto). 800: 1. Eleonora Vandi 2’10”84; 5000: 6. Ilaria Sabbatini 17’39”32; 100 ostacoli: 1. Sara Porfiri 14”98 (+0.9); alto: 4. Sara Porfiri 1.59; peso: 2. Ornella Kelly Nya Yanga 12.05; martello: 6. Alessia Conti 42.53; marcia 5000: 5. Giulia Cippitelli 26’47”02, 7. Elisabetta Bray 28’37”66; 4×100: 7. Valentina Gallucci, Marta Palazzini, Francesca Bray, Giulia Antonelli 51”06; 4×400: 3. Giulia Antonelli, Samira Amadel, Valentina Gallucci, Eleonora Vandi 4’00”48.

Team Atl. Marche
Uomini (12° posto). 100: 9. Julius Kyambadde 11”35 (0.0), 13. Andrea Fossati Pesaresi 11”73 (0.0); 400: 13. Gioele Giachè 53”48, 14. Enrico Luciani 54”82; 1500: 5. Leonardo Zucchini 3’56”82; 400 ostacoli: 10. Andrea Beccacece 59”39; asta: 6. Manuel Nemo 3.80; lungo: 4. Manuel Nemo 6.61 (+0.6), 16. Rodolfo Sorcinelli 5.92 (+0.3); giavellotto: 10. Leonardo Malatini 45.18; 4×100: 9. Julius Kyambadde, Leonardo Malatini, Francesco Lombardelli, Andrea Fossati Pesaresi 43”80; 4×400: 6. Francesco Lombardelli, Gioele Giachè, Andrea Beccacece, Leonardo Zucchini 3’28”16.
Donne (3° posto). 100: 2. Sokhona Kebe 12”21 (-0.2); 200: 1. Sokhona Kebe 24”97 (-0.7); 800. 6. Roberta Zucchini 2’19”72, 10. Agnese Marucci 2’26”53; 5000: 17. Jessica Cerretani 20’33”59; alto: 1. Enrica Cipolloni 1.65; triplo: 2. Silvia Del Moro 12.08 (+0.2); peso: 3. Enrica Cipolloni 11.53; marcia 5000: 8. Giorgia Moriconi 29’11”52; martello: 4. Maria Laura Montelpare 44.25; 4×100: 10. Sofia Gismondi, Rebecca Capponi, Silvia Del Moro, Annalisa Torquati 55”52; 4×400: 4. Sofia Gismondi, Roberta Zucchini, Agnese Marucci, Annalisa Torquati 4’09”98.

Sport Atl. Fermo
Uomini (11° posto). 100: 3. Mario Brigida 10”98 (+0.9), 12. Vittorio Massucci 11”57 (0.0); 400: 11. Marco Bastarelli 51”76; asta: 4. Matteo Corrina 4.20; lungo: 7. Lorenzo Catasta 6.49 (+0.5); disco: 8. Lucian Ficau 36.50, 12. Joele Terenzi 28.15; giavellotto: 9. Luca Bartolucci 46.11, 11. Fabrizio Arnelli 44.67; marcia 5000: 2. Giacomo Brandi 21’30”94; 4×100: 5. Vittorio Massucci, Riccardo Flamini, Lucian Chiriac, Mario Brigida 43”12; 4×400: 10. Alessandro Senigaglia, Riccardo Flamini, Lucian Chiriac, Marco Bastarelli 3’36”47.
Donne (7° posto). 100: 3. Ilaria Giretti 12”55 (-0.2), 8. Dajana Flamini 13”10 (-0.2); 200: 4. Francesca Ramini 25”72 (-0.7), 8. Costanza Muratori 26”81 (-0.7); 5000: 15. Francesca Dottori 19’21”01; 100 ostacoli: 7. Barbara Rustignoli 15”67 (+0.9), 8. Daniela Spadoni 15”85 (+0.3); alto: 9. Camilla Stecconi 1.40; triplo: 8. Ilaria Romagnoli 10.72 (+0.2); martello: 2. Barbara Wrobel 45.73; 4×100: 3. Camilla Curzi, Ilaria Giretti, Francesca Ramini, Dajana Flamini 48”98; 4×400: 7. Margherita Burattini, Barbara Rustignoli, Costanza Muratori, Marina Patti 4’14”25.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>