Volley A1, troppa Mingardi per una myCicero mai così brutta: Modena vince e sorpassa

di 

17 gennaio 2018

Camilla Mingardi, Mvp della partita all'esordi in maglia Liu Jo

Camilla Mingardi, Mvp della partita all’esordi in maglia Liu Jo

Liu Jo Nordmeccanica Modena – myCicero Pesaro 3-0
ModenaFerretti 4 (0/1; 4 muri), Barun 15 (11/36), Heyrman 9 (5/15; 4 muri), Calloni 5 (4/9), Caterina Bosetti 9 (8/17), Mingardi 19 (17/32), Leonardi (L: Ricezioni 9, positiva 22%, perfetta 11%), Garzaro ne, Montaño ne, Pietersen 1 (½). Pistolesi, Pincerato e Bisconti ne. All. Fenoglio; vice Schiavo.
PesaroCambi 1 (1/4), Van Hecke 6 (3/34), Olivotto 5 (3/9), Aelbrecht 11 (8/12; 3 muri), Bokan 1 (1/9), Nizetich 4 (4/21), Ghilardi (L: Ricezioni 28, errori 1, positiva 43%, perfetta 21%), Bussoli, Baldi (0/1), Carraro, Arciprete 6 (6/19), Lapi ne. All. Bertini; vice Burini.
Arbitri: Zanussi e Florian di Treviso
Parziali: 25-14; 25-15; 25-21 in 74 minuti
Note: spettatori circa 300. Camilla Mingardi votata Mvp.
Statistiche di squadraModena: Battute 73, errori 7, punti 2. Ricezioni 49, errori 0, positiva 45%, perfetta 16%. Attacchi 112, errori 6, muri subiti 8, punti 46, 41%. Muri fatti 14. Errori avversarie 13. Volley Pesaro: Battute 51, errori 2, punti 0. Ricezioni 66, errori 2, positiva 55%, perfetta 23%. Attacchi 109, errori 5, muri subiti 14, punti 26, 24%. Muri fatti 8. Errori avversarie 15.

“La peggiore myCicero della stagione” (parole di Giulia Carraro) cede nettamente alla Liu Jo e torna settima.

Basta leggere le cifre della gara: le schiacciatrici pesaresi hanno chiuso con 14/83 pari al 16,8% offensivo. Troppo poco per impensierire una Liu Jo che ha potuto contare sulla straripante esibizione di Mingardi.

Chiamatele, se volete, emozioni. Andare via da Legnano in lacrime, dopo mesi difficili. Trovare una nuova squadra. Fare l’esordio dopo un paio d’allenamenti ed essere decisiva per il successo della Liu Jo che ha strapazzato (3-0) la myCicero, stasera lontana parente di quella che ha regalato finora grandi soddisfazioni. Sembra una favola. E’ la realtà, la storia di Camilla Mingardi, all’esordio da banda in serie A.

Fenoglio sorprende e la schiera subito, dopo una vita da opposto, in posto 4. Ovvio che avendo in roster Barun, sia vietato per tutte le altre il posto 2. Due muri di Aelbrecht sembrano l’avvio di un grande set di Pesaro, che invece subisce un parziale mortificante: 24-9. Un set a senso unico (25-14 in 21 minuti), per merito di Katarina Barun, che infila tre punti in un amen; del servizio corto di Raffaella Calloni che manda in tilt la ricezione pesarese; delle schiacciate potenti di Mingardi (6 punti nel set del suo debutto), ottima al debutto. Non solo meriti Liu Jo, anche demeriti della myCicero che gioca anche la carta del doppio cambio con Carraro e Baldi per Cambi e Van Hecke, ma commette 7 errori (contro i 3 modenesi): 2 in attacco, 1 in palleggio, 3 invasioni. Per Pesaro, solo Freya Aelbrecht: 4. Mancano maledettamente Van Hecke (0/7) e Bokan (0/5). Pesaro attacca con il 23%, Modena con il 45%

Lise Van Hecke era un'ex Nordmeccanica, ma il suo contributo è stato inferiore alle attese e al valore della belga

Lise Van Hecke era un’ex Nordmeccanica, ma il suo contributo è stato inferiore alle attese e al valore della belga

Modena apre bene anche il secondo set (3-0) e lo prosegue meglio. L’effetto Mingardi è addirittura clamoroso: l’ex Legnano trascina le compagne che sembrano trasformate. Come la myCicero, ma in peggio. Dopo il mani fuori e la parallela dell’ultima arrivata, Barun piazza un grande muro sfruttando come nel primo parziale l’ottimo servizio di Calloni. La Liu Jo è brava anche a reagire all’infortunio (spalla destra?) di Caterina Bosetti che resta a terra dolorante nel tentativo di difendere una palla attacca di seconda intenzione da Cambi. Arriva l’ace di Barun su Ghilardi. Bertini, come già nel primo set, gioca la carta Arciprete per Bokan. Inutilmente. C’è troppa Modena e pochissima Pesaro, tanto che il 25-15 (in 24 minuti) arriva su un tentativo di bagher di Nizetich che manda in rete la freeball. Pesaro ha dimezzato gli errori (4), ma – come nel primo set – non mette palla a terra: 22 per 100 contro il 45% delle emiliane. Mingardi 7, Albrecht 3.

Alessia Arciprete è stata la più incisiva delle schiacciatrici pesaresi

Alessia Arciprete è stata la più incisiva delle schiacciatrici pesaresi

Pronti, via, e dal 2 pari si passa 11-3. Non c’è partita. Bertini dà spazio a Giulia Carraro, ex di turno. La situazione sembra migliorare. Anche Arciprete ci mette qualche punto: la myCicero recupera e si va sul 14-10. Poi un altro break pesantissimo a favore delle locali che recuperano Caterina Bosetti. Ci sarebbe l’ennesimo errore pesarese, ma questa volta gli arbitri, che danno fuori un attacco di Aelbrecht, mandando il tabellone sul 19-11, hanno torto: c’è il tocco del muro. Forse, sul 19-11, la partita sarebbe finita. Invece, le ragazze di Bertini infilano una collana di perle. La più bella è su un attacco di Barun toccato da Nizetich. La palla schizza verso il fondo, punto per la Liu Jo. Non per Ghilardi, che inventa una giocata degna di Messi, un’invenzione che consente a van Hecke di appoggiare oltre la rete. E alla fine Barun sbaglia: 18-15. Mingardi, e chi se non lei?, riceve palla alta e mette a terra. Pesaro, però, c’è. Pareggia e sorpassa, anzi no. Il 19-20 è corretto dal video-check in 20-19. Modena capisce che a scherzare con la myCicero rischia di scottarsi. Così Ferretti e Bosetti inventano muri perfetti. S’arriva sul 24-21, quando Bertini gioca la carta Bussoli al servizio. ma Caterina Bosetti schiaccia sul taraflex ed è 25-21, anzi 3-0 e contro sorpasso Modena.

Che impresa la Lardini, Novara sconfitta

Gli altri risultati:

Legnano – Conegliano 0-3
Parziali: 20-25; 11-25; 15-25
Migliori realizzatrici: Legnano: Degradi 14; Conegliano: De Kruijf 10.

Monza – Casalmaggiore 3-1
Parziali: 25-20; 25-18; 17-25; 25-20
Migliori realizzatrici: Monza: Ortolani 20, Havelkova 18; Casalmaggiore: Stevanović 15, Guiggi 12.

Filottrano – Novara 3-2
Parziali: 25-21; 25-22; 24-26; 15-25; 17-15
Migliori realizzatrici: Filottrano: Mitchem 28; Novara: Egonu 23.
Novara era avanti 14-10 nel tie-break, ma Annie Mitchem è stata fantastica

Bergamo – Busto Arsizio 3-2
Parziali: 21-25; 21-25; 25-17; 25-22; 15-10
Migliori realizzatrici: Bergamo: Sylla 23, Acosta 21; Busto Arsizio : Diouf 21, Bartsch 17.

Scandicci – Firenze (giovedì 18, ore 20,30: diretta Rai Sport)

La classifica

Conegliano 41
Novara 36
Scandicci (*) 30
Busto Arsizio 29
Monza 25
Modena 24
Pesaro 22
Firenze (*) e Casalmaggiore 14
Bergamo 13
Legnano 11
Filottrano 8
(*) una partita in meno

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>