“La Scuola va a Teatro”: venerdì parte l’edizione 2018 con la lezione-concerto sull’operetta

di 

31 gennaio 2018

20180130_120241PESARO – Venerdì 2 febbraio, parte l’edizione 2018 del progetto “La Scuola va a Teatro” rivolto a tutte le scuole di ogni ordine e grado del territorio. L’iniziativa è organizzata dall’Orchestra Sinfonica G. Rossini in collaborazione con il Comune di Pesaro – Assessorato alla Cultura grazie anche al sostegno di Xanitalia, la Regione Marche ed il Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

La Scuola va a Teatro rappresenta il fiore all’occhiello per l’OSR, infatti, l’iniziativa riguarda la formazione dei giovani, aspetto centrale tra gli obiettivi, e ad oggi può essere considerata tra le più riuscite in Italia con presenze annuali attorno alle 5.000 unità da quattro regioni: Marche, Emilia-Romagna, Umbria ed Abruzzo.

LSVT si propone di far avvicinare in modo semplice e chiaro gli studenti di ogni ordine e grado all’ascolto della musica colta. Il progetto nasce nel 2008 con un unico concerto per poi crescere sempre di più nel corso degli anni. Quest’anno saranno 8 le esecuzioni che coinvolgeranno 48 scuole.

È in programma il 2 febbraio una lezione-concerto sull’operetta, genere musicale e teatrale nato nel 1856 con La Rose de Saint-Flou di Offenbach e fra i cui eredi si possono annoverare gli spettacoli di varietà, la rivista e il musical. Non solo. Sarà una giornata interamente dedicata all’operetta. La sera, infatti, la Rossini si misurerà con La Vedova Allegra di Franz Lehàr sicuramente la più famosa e amata del genere. La produzione, pur rispettando la filologia dello spettacolo, strizzerà l’occhio al gusto del pubblico moderno con eleganti allestimenti, ballerini professionisti e musica dal vivo con orchestra.

Si prosegue poi il 16 febbraio con 2 ospiti eccezionali Valentina Kaufman e Nicola Alaimo. La Kaufman, nipote del grandissimo maestro Alberto Zedda, è una giovante pianista di grande talento che proporrà ai giovani ascoltatori un estratto del concerto di Mozart n. 23 in la magg. per pianoforte e orchestra K 488 mentre Alaimo, uno dei più grandi cantanti lirici al mondo li delizierà con arie di Rossini da Il Barbiere di Siviglia e L’Italiana in Algeri. Si chiude con La storia del soldato di Stravinskij il 23 marzo ed il 6 aprile. In occasione del centenario dalla prima esecuzione avvenuta a Losanna il 29 settembre del 1918, l’OSR proporrà questa interessante e particolare versione che prevede, caso unico, il direttore d’orchestra, Noris Borgogelli, interprete anche di tutti i ruoli del racconto di C. F. Ramuz. Una composizione da leggere, suonare, recitare e danzare che indaga sull’eterno conflitto fra il bene e il male, sulla tentazione di avere tutto e la felicità nascosta nelle piccole cose. Il progetto didattico è a cura del M° Bruno Maronna, Direttore Generale dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini, con la supervisione artistica del M° Saul Salucci, presidente e sovrintendente della stessa istituzione musicale.

DANIELE VIMINI, Assessore alla Bellezza – Comune di Pesaro“La Scuola va a Teatro è uno dei progetti di cui andiamo più orgogliosi, raccontata con successo nella candidatura Unesco. Numeri impressionanti che non sono solo un segnale di forte ottimismo sull’interesse dei giovani, grazie al lavoro delle scuole, per la musica ad alto livello, ma anche un forte investimento culturale sul pubblico di domani”.

Programma

 

Lezione – concerto Operetta

Venerdì 02 febbraio 2018, ore 09,30

Venerdì 02 febbraio 2018, ore 11,00

Orchestra Sinfonica G. Rossini

Orlando Pulin, direttore

Compagnia Elena D’Angelo

 

Mozart & Rossini

Venerdì 16 febbraio 2018, ore 09,30

Venerdì 16 febbraio 2018, ore 11,00

Orchestra Sinfonica G. Rossini

Mirca Rosciani, direttore

Valentina Kaufman, pianoforte

Nicola Alaimo, baritono

 

La storia del soldato – Stravinskij

Venerdì 23 marzo 2018, ore 09,30

Venerdì 23 marzo 2018, ore 11,00

Venerdì 06 aprile 2018 ore 09,30

Venerdì 06 aprile 2018, ore 11,00

Orchestra Sinfonica G. Rossini in formazione cameristica

Noris Borgogelli, direttore e affabulatore

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>