Mille Miglia 2018, ecco gli appuntamenti pesaresi del 16-17 maggio

di 

4 maggio 2018

PESARO – Mercoledì sera all’ Hotel Mercure Cruiser è stata presentata la tappa della Mille Miglia 2018, che interesserà Pesaro. La serata organizzata da ACI Pesaro-Urbino, Panathlon Club, Lions Club Della Rovere e Scuderia Ferrari Club Pesaro, ha avuto come ospiti e relatori il Dottor Giuseppe Cherubini, vice-Presidente del Comitato Organizzatore della Mille Miglia e l’Ingegner Marcello Ferrari della Commissione Tecnica. Con l’ausilio di filmati ed immagini sulla storia della -corsa più bella del mondo- come la definì Enzo Ferrari, gli ospiti hanno presentato alla platea l’importante appuntamento che il 16 e 17 maggio prossimi vedrà Pesaro “incontrare” la Mille Miglia.

Il primo appuntamento è come detto per martedì 16 quando in serata oltre cento Ferrari protagoniste del “Tribute” dedicato alle vetture di Maranello, arriveranno per la fine della loro prima giornata di gara, alla Palla di Pomodoro per poi parcheggiare in Piazza del Popolo per la notte. L’indomani giovedì 17 le Ferrari “abbinate” alle Mercedes del Challange riservato alle vetture tedesche, lasceranno il testimone alle prestigiose e in alcuni casi uniche protagoniste della Mille Miglia Storica. Le Quattrocentocinquanta protagoniste scenderanno dalla panoramica San Bartolo raggiungendo Piazza del Popolo dove effettueranno un controllo a timbro e potranno essere ammirate da vicino durante la breve sosta richiesta da questa operazione. Un romantico “ritorno al passato” che tranne nell’edizione del 1940, accorciata per l’inizio del secondo conflitto mondiale, ha sempre visto Pesaro protagonista della MM. Un appuntamento fortemente voluto dall’amministrazione comunale, come ha sottolineato l’Assessore al Benessere con delega allo Sport, Mila Della Dora, che ha anche annunciato il connubio con un altro evento storico e di assoluto valore come la MM – Il Giro d’Italia- che transiterà sempre giovedì 17 a Pesaro. Un intreccio fra due icone dello sport e del nostro costume che hanno appassionato milioni di italiani con le loro epiche sfide.

Un pluri- appuntamento che se da una parte impegnerà tutta l’amministrazione pesarese, le forze dell’ordine e i volontari, è una sfida che porterà la nostra città ad ottenere un altro “primato” come organizzatrice di eventi unici. La serata è proseguita con l’intervento del nostro collaboratore Roberto Saguatti, nella doppia veste di appassionato e storico della Mille Miglia e quella di Presidente del Club Ferrari, dopo il racconto di aneddoti ed episodi il “nostro” ha introdotto Marino Morosini, Presidente del Club Autostoriche di Cattolica, soprannominato la “Bibbia” della MM, che ha disputato ovviamente nell’edizione “moderna”, per nove volte. Morosini è anche uno stimato collezionista di Auto d’Epoca ed ha omaggiato la serata con l’esposizione all’entrata del Mercure della stupenda e rara ”Fiat Ballila Sport”, questo esemplare è quello che vinse la propria categoria nella Mille Miglia del 1936 e fu terzo nel’37, ed ha proseguito la sua carriera sportiva accompagnando Morosini nelle sue partecipazioni. In omaggio al “Tribute Ferrari” il Club ufficiale della nostra provincia ha contrapposto alla Ballila, una “Rossa” anch’essa ammiratissima. Hanno concluso la serata gli interventi dell’Avvocato Paolo Emilio Comandini, Presidente dell’ACI Pesaro-Urbino, della Direttrice Antonella Mati, quello del Presidente di “Terra di Piloti e Motori” Alberto Paccapelo che ha consegnato una Targa ai due rappresentanti della Mille Miglia, così come il segretario del Club Benelli Paolo Marchinelli ha omaggiato gli ospiti con un volume che racconta la storia di un ‘altro vanto Pesarese quale è appunto la Benelli.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>