Tartufaie aperte, un intenso weekend al Tartufo Nero: dalla caccia nel bosco fino alla tavola. Ecco come vivere un’esperienza unica ad Acqualagna

Tartufaio di AcqualagnaACQUALAGNA – In arrivo un intenso weekend denso di iniziative legate a uno dei tesori di questa terra: sabato 2 e domenica 3 giugno (si ripete il 10). Il Comune di Acqualagna e l’Associazione Nazionale Conduttori Tartufaie celebrano l’apertura della raccolta del Tartufo Nero Estivo detto “Scorzone” richiamando, appassionati ed estimatori italiani e stranieri, a Tartufaie Aperte. Dal primo giugno si torna, infatti, a raccogliere una delle quattro prelibate varietà che crescono nella Capitale del Tartufo. Lo Scorzone è apprezzato per le sue caratteristiche organolettiche, soprattutto in cucina dove è capace di esaltare i piatti più semplici con il suo sapore unico e inconfondibile.

“Le nostre tartufaie aprono le loro porte ai turisti – racconta il sindaco Andrea Pierotti –. Protagonisti saranno gli esperti raccoglitori insieme ai più giovani cavatori e ad alcune figure legate alla storia e al mondo dell’agricoltura che animeranno la visita di appassionati, comitive e famiglie. Vorremmo – continua Pierotti – che diventasse uno stile di viaggio di coloro che vengono a scoprire la nostra terra, turisti sempre più appassionati e curiosi di conoscere il mondo del tartufo”. Tartufaie Aperte piace molto ai turisti soprattutto per il format originale nel quale spicca l’esclusiva caccia al tartufo. Guidati da un esperto cavatore e dal suo fedele bracco o pinter, si prova la ricerca del prezioso fungo pronto per essere spazzolato e cucinato. Dalla ricerca fino alla tavola poiché dopo avere scovato l’oro della terra, lo si assaggia in una degustazione all’aperto accompagnata dai migliori vini delle Marche.

Tartufo Nero Estivo di Acqualagna (1)L’obiettivo è quello di favorire un contatto diretto tra la natura nel quale il tartufo è immerso e coloro che desiderano vivere un’esperienza unica e irripetibile. Oltre alla possibilità di scoprire i segreti di una buona tartufaia, sarà possibile, infatti, provare l’appassionante ricerca del tubero in un territorio dove i cavatori di tartufo, per generazioni, si sono tramandati luoghi, accorgimenti, metodi di ricerca, segreti, come il fantastico mondo della ruscella o su come addestrare il cane. A loro disposizione ci saranno splendidi esemplari che in pochi secondi riescono a scovare e raccogliere il prezioso tartufo.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>