Alla scoperta della vecchia miniera di zolfo di Urbino con la Corte della Miniera e la Cena del Minatore

di 

8 giugno 2018

URBINO – In una serata trascorsa in allegria in un ristorante ai confini della provincia, ho conosciuto due persone molto gentili come Michele e Claudia, proprietario e direttrice dell’Agriturismo Corte della Miniera di Urbino.

Urbino, nelle Marche, è conosciuto soprattutto per l’arte e l’architettura rinascimentale –  Palazzo Ducale  su tutte –  nonchè per  l’Università.  Pochi sono a conoscenza che nel territorio del Comune di Urbino e precisamente a qualche chilometro da Schieti, frazione di Urbino, in una ridente vallata, si trova una vecchia Miniera di zolfo.

Con una intelligente operazione di riconversione, l’antica miniera di zolfo di Urbino, attiva per un secolo e fonte di lavoro per oltre cinquecento operai, si è trasformata, sotto la guida attenta ed esperta del Prof. Egiziano Piersantini e del figlio Michele, in una realtà dove si coniuga mirabilmente arte e natura.

I forni di fusione seminterrati sono diventati laboratori d’arte, sala di proiezione, biblioteca; le strutture esterne, edifici e campi lavoro, sono oggi centri di accoglienza, di ristorazione, di pratica sportiva. Tutti i valori del luogo sono stati esaltati da un lavoro di ristrutturazione eccezionale e dal successivo insediamento di un Centro Artistico unico nella sua formula: nasce così La Corte della Miniera.

La Corte della Miniera è un Centro culturale specializzato nel fornire servizi al mondo della Scuola; ha oltre ventisette anni di esperienza nel settore. Collabora con numerose istituzioni scolastiche, enti pubblici e privati, ed ha effettuato negli anni della sua attività progetti specifici quali: PON, FSE, Learning Week, ASL.

Nata dall’entusiasmo e dalla passione dei proprietari, la formula proposta riflette l’amore e la capacità di coinvlgimento, acquistando nel corso degli anni l’apprezzamento di numerosi istituti scolastici, enti pubblici e delle più qualificate organizzazioni professionali che lavorano stabilmente nel settore dell’educazione e dei viaggi per i ragazzi.

La bravissima direttrice Claudia Baratti, di concerto con il titolare prof. Michele Piersantini, hanno creato “La Cena del Minatore”. Tutti i sabato sera, nel ristorante della struttura, viene ricreata l’atmosfera delle cene dei minatori con i menu’ che consumavano i minatori alla fioca luce delle lanterne. La partecipazione del bravo attore Claudio Tombini che durante la cena, vestito da minatore, illustra a voce e con l’ausilio di filmati dell’epoca, la vita dei minatori che lavoravano a centinai di metri in profondità, creando un’atmosfera quasi vera !

Poi, alla Corte della Miniera, per rallegrare le serate ai propri clienti, spesso arrivano anche personaggi dello spettacolo. Come è successo venerdì scorso con il cabarettista Andrea Catavolo Show che ha intrattenuto per oltre un ora e mezza circa 150 persone presenti a cena.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>