Omicidio Sabrina Malipiero, fermato un marocchino: “Sono stato io, ho perso la testa”

di 

15 luglio 2018

Sabrina Malipieno (foto tratta dal web)

Sabrina Malipieno (foto tratta dal web)

PESARO – Omicidio di Sabrina Malipierno, fermato un marocchino. Pare che lo straniero, un 38enne regolare sul territorio nazionale, abbia confessato di aver perso la testa a seguito di un litigio con la 52enne commessa residente in via Pantano a Pesaro.

Di seguito il comunicato stampa della polizia:

All’esito di attivissime indagini, avviate a seguito dell’efferato delitto della nominata in oggetto, personale della Polizia di Stato in servizio presso la Squadra Mobile raccoglieva una serie di rilevanti e concordanti indizi nei confronti di un pregiudicato di origini marocchine, regolarmente soggiornante, quale autore del grave fatto di sangue. Costui tentava di sviare le indagini attraverso una serie di attività e dichiarazioni fuorvianti. Nel corso di un prolungato interrogatorio svoltosi nella decorsa notte innanzi ai Pubblici Ministeri della locale Procura della Repubblica, di fronte ad una serie incalzante di riscontri di tipo investigativo e tecnico, il predetto crollava rilasciando una completa ed esaustiva confessione. Sulla scorta degli elementi racconti la locale A.G. emetteva decreto di fermo nei confronti dello straniero, che veniva eseguito nella mattinata odierna, con accompagnamento del predetto presso la locale Casa Circondariale. Nella giornata di oggi, alle ore 11,00, si svolgerà una conferenza stampa presso la Questura di Pesaro e Urbino nel corso della quale saranno illustrati i dettagli investigativi dell’operazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>