Pu24 la prende con ironia: “pseudo-telefonata” fra Cioppi e Costa per ravvivare un mercato Vuelle che non decolla

di 

23 luglio 2018

PESARO – Dopo gli otto “no, grazie” ricevuti dalla Vuelle, Pu24.it  vuole sdrammatizzare simulando con ironia una “pseudo-telefonata” di mercato fra Stefano Cioppi e Ario Costa. Il tutto nella speranza di ravvivare un mercato estivo fin qui ridotto ai minimi termini:

cioppi costaPrimi giorni di luglio, Stefano Cioppi prende il suo aereo low cost per gli States, destinazione Las Vegas e il presidente Costa lo congeda con le solite raccomandazioni: “Stefano, lo sai come siamo messi, non ti lasciare coinvolgere dai tuoi amici, quelli pieni di soldi, tu devi fare come sempre, guarda i giocatori che ci possiamo permettere, quelli che conosci solo te e pochi altri adepti, quelli per cui l’Europa rappresenta il Santo Graal e uno stipendio di 5000 dollari mensili non lo hanno mai visto neanche in fotografia”

“Non ti preoccupare Pres, Ormai sono un veterano, me ne sto nel mio angolino e aspetto che loro vengano da me, timorosi e speranzosi, ti ricordi come abbiamo fatto l’anno scorso con Omogbo, no? Eravamo rimasti solo io e altri tre o quattro, era mezzanotte passata e sto ragazzone nigeriano era lì che saltava e correva, ogni tanto tirava anche verso canestro, ma non era un bel vedere, comunque alla fine mi sono presentato, mi ha raccontato che teneva famiglia ed ha accettato subito il contratto”.

“Me lo ricordo, cerca di fare così anche stavolta e ricordati che la carta di credito ha un limite e ogni volta che la consumi, mi arriva un Sms al cellulare, perciò fai il bravo”

“Dont’t worry, Pres. Ciao”

L’aereo atterra regolarmente e mentre Cioppi si avvia verso il centro della Sin City, riceve una telefonata col prefisso 02: “chi conosco a Milano?” si chiede. “Ciao, sono il GM dei campioni d’Italia, hai un minuto?

“Sure!”

“Senti, ti devo chiedere un favore, ci sarebbero cinque-sei giocatori che ci interessano da quelle parti, ma sono ancora dei ragazzi e non posso presentarli al pubblico del Forum, quest’anno vogliamo arrivare alle Final Four di Eurolega e ho già speso una decina di milioni per fare la squadra, così ho pensato a te, se ci fai il favore di visionarli per noi e dirci cosa ne pensi”

Cioppi, emozionatissimo, gli risponde: “Non c’è problema, ma senti, se non li puoi prendere adesso, cosa te ne fai?”

“Avevo pensato di parcheggiarli un paio da voi, un play ed un’ala grande, per un anno, se poi sono buoni come penso, la prossima estate ce li prendiamo noi”

Le rotelle del gm pesarese girano vorticosamente: “Scusa se te lo chiedo, ma poi chi li dovrebbe pagare, perché sai, noi abbiamo qualche problemino di budget”

“Non ti preoccupare, un modo lo troviamo, o ve li giriamo in prestito, o vi giriamo un paio di sponsor se li tesserate voi, ma alla fine il grosso della spesa sarà a nostro carico, cosa ne pensi, si può fare?

Prima di rispondere, Cioppi ordina un bicchiere di champagne, di quelli costosi” Direi di sì, devo sentire anche il mio Pres, ma non ci dovrebbero essere problemi, mandami la lista di quelli che ti interessano e gli vado subito a parlare e poi ti faccio sapere”

“Bene, ci risentiamo al tuo ritorno per i dettagli, ciao”

“Ciao”

Emozionato come chi ha ricevuto la notizia di aver vinto alla lotteria, il nostro impavido chiama a casa, riferendogli la lieta novella e, se volete sapere che giorno fosse, chiedetelo a chi ha visto il nostro presidente, percorrere Viale Trieste in bicicletta alle quattro di notte, fischiettando e cantando come non si vedeva dallo scudetto del 1990.

Meglio scherzarci su, perché allo stato attuale, le cose in casa Vuelle non vanno benissimo, visto che nessuno sembra gradire di venire in riva al Foglia, neanche se paga Milano, neanche se gli garantisci 35 minuti ogni domenica, neanche se sanno che non abbiamo mai saltato un pagamento, saranno gli ultimi sei anni passati al penultimo posto il motivo o molto più probabilmente, la mancanza di un progetto serio che ci consenta di risalire la classifica già da quest’anno, perché vi possiamo garantire che tutti i nomi che stanno girando in questi giorni, si riferiscono a giocatori di primo livello per le nostre abitudini e che se gli altri tre componenti del quintetto, non sono proprio dei brocchi, si può fare ancora una Vuelle decorosa, l’importante è partire al più presto, perché il tempo scorre e non si può fare una campagna abbonamenti basata, con tutto il rispetto, su Simone Zanotti.

“Stefano, scusa l’ora, ma sei sicuro che ti hanno detto che il grosso lo mettono loro?”

“Sì, si, Pres, non ti preoccupare”

“Ah, OK. Perché mi sono svegliato tutto sudato, con l’incubo di dover fare ogni mese due bonifici a cinque cifre, e il cassiere mi diceva che i soldi erano finiti! Buona notte.

“Buona notte”

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>