Che spettacolo da Gabellini: serata-evento per il nuovo atelier Audi con A6 Avant e Q8

di 

22 settembre 2018

PESARO – Una serata speciale quella di ieri sera, all’Atelier Audi di Augusto Gabellini. Atelier non è esagerato: ormai la casa tedesca ha così tanti modelli in ogni gamma di auto che le vetture sembrano, quasi, cucite su misura per qualsiasi tipo di cliente.

Precisato il non trascurabile dettaglio, in strada della Romagna, 119 – oltre all’inaugurazione dello showroom Audi – è andata in scena la presentazione della Audi A6 Station wagon e della Nuova Q8. Se le novità sulla A6 Avant sono frutto di restyling importante, sulla Q8 gli ingegneri tedeschi non si sono risparmiati: in un colpo solo questo modello fa invecchiare i modelli della concorrenza. E’ grosso ma non imponente. Le matite dei disegnatori lo hanno reso particolarmente gradevole e, sin dal primo colpo d’occhio, si coglie che questa è un’auto davvero particolare. Curatissima in ogni dettaglio, all’interno ha tante di quegli optional che dopo mezz’ora ancora sei lì a scoprirli tutti.

Fuor di metafora, una cura maniacale. Come curata nei minimi dettagli è stata la presentazione di ieri voluta e condotta da Juri Gabellini, più simile a un evento. Una scenografia spettacolare ha fatto da contorno alla serata con tanto di droni e laser a rendere effetti luminosi ad hoc che hanno colpito i tanti presenti. Ma a farla da padrone sono state le immagini che l’instancabile Juri ha voluto per ricordare la storia della famiglia Gabellini. Foto che sono partite da quanto costruito dal nonno e poi dal padre, fino a chiamare sul palco i figli che saranno coloro destinati a portare avanti l’impegno e la tradizione di famiglia.

Alla presenza dei vertici di Audi Italia – al di là degli spettacoli Drone Dance (2 ballerini saranno accompagnati nella coreografia da
una flotta di droni sulla scorta di quanto andato in onda su Britain’s Got Talent) e Laserman (proposto in tutto il mondo, da Disneyland
California fino a Dubai) – sono state installate due postazioni di realtà virtuale a coinvolgere i clienti in alcune esperienze fuori dalla norma, con simulatori che permettevano di emulare la salita su un Audi in pista o una camminata su una trave in mezzo a due grattacieli.

LE FOTO DI FILIPPO BAIONI

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>