CasaPound al sindaco Ricci: “Venga a cena da una delle famiglie povere che aiutiamo con collette alimentari”

di 

27 settembre 2018

casapound_italiaPESARO – Da giorni il sindaco Ricci ha lanciato l’iniziativa “un sindaco in famiglia” con la quale si rende disponibile a cenare a casa dei pesaresi per discutere le problematiche cittadine. CasaPound Pesaro, nelle parole del suo responsabile Christiano Demontis, aderisce all’iniziativa invitando il Sindaco a una cena presso un nucleo famigliare che segue da tempo.

“Da oltre una settimana abbiamo inoltrato un invito formale al recapito segnalato da Ricci e siamo ancora in attesa di una risposta – spiega nella nota Christiano Demontis – cogliendo l’occasione per farci portavoce delle famiglie indigenti che seguiamo da oltre due anni con la colletta alimentare e che hanno espresso il desiderio di spiegare al sindaco quali sono le problematiche cittadine di chi vive in profonde ristrettezze economiche”.

“A fronte di una sacca di povertà crescente che non ha mai costituito un interesse concreto per questa amministrazione, più rivolta a iniziative di rilancio turistico della città che alle problematiche sociali dei cittadini con grave disagio economico – prosegue nella nota Demontis – riteniamo sia compito del sindaco recarsi anche da questi ultimi e ascoltare le loro istanze, come già CasaPound fa da tempo attivandosi con aiuti concreti”.

“La cena verrà offerta dalla nostra comunità militante per non gravare ulteriormente sulla famiglia che lo ospiterà – conclude il responsabile di CasaPound Pesaro – e ci auguriamo che l’iniziativa non sia l’ennesimo sponsor autocelebrativo di questa amministrazione, con il contributo di famiglie compiacenti selezionate fra i sostenitori, nel tentativo di recuperare un consenso pre elettorale che da tempo si è rivolto altrove”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>