F.1 , in Giappone Pole del “Samurai” Hamilton. Male le Ferrari

Ancora una pole per Hamilton

Ancora una pole per Hamilton

SUZUKA (Giappone)- Ancora lui. Lewis Hamilton, all’ottantesima pole in carriera, continua nella sua marcia trionfale verso la conquista del quinto titolo mondiale. Oggi in versione “Samurai”, determinato, concentrato, come sempre perfetto nei momenti che contano, sferra una sciabolata alla Ferrari, che può rivelarsi letale per le ormai sempre più remote speranze del Team di Maranello. Veramente preoccupante quanto successo al muretto del Cavallino nella decisiva Q3, quando allarmati dall’ arrivo della pioggia Arrivabene e company hanno mandato in pista Vettel e Raikkonen con le gomme intermedie, a differenza degli altri, che entrati con le slick hanno fatto il loro tempo, mettendosi al sicuro dalle condizioni meteo. Senz’altro avranno pensato in Ferrari, giochiamo il jolly, visto che Hamilton e Bottas anche oggi stavano dettando legge nei primi due stint di qualifica, altro che carta vincente, è stato un “Harakiri”, tanto per dirla alla giapponese, Vettel e Raikkonen rientrano per cambiare gli pneumatici, perdono un giro, tornano in pista ma la pioggia aumenta, l’asfalto  è scivoloso, mentre il finlandese salva parzialmente l’onore con un quarto tempo, Vettel finisce nella ghiaia con un nono tempo, che getterebbe nello sconforto anche “Mazinga”, sempre per restare in tema locale. Nono tempo che poi è diventato ottavo per il -3 in griglia comminato a Ocon per non aver rispettato la bandiera rossa.

Se non commette errori Vettel, è il box che pasticcia, obbiettivamente è una condizione che una squadra come la Ferrari ed un pilota come Vettel, tornati quest’anno in corsa con il titolo con delle speranze concrete, come hanno dimostrato entrambi per gran parte della stagione, non si possono permettere, soprattutto perché si deve lottare contro un’accoppiata micidiale “acchiappa titoli”  che si chiama Hamilton e Mercedes. Al fianco di Hamilton troviamo il fido scudiero Bottas, dietro di loro un sempre più consistente e maturo Max Verstappen, il giovane olandese piazza la sua Red Bull davanti a Raikkonen, che come detto salva ancora una volta quest’anno l’onore della Ferrari. Quinta piazza per la Haas-Ferrari di Grosjean, ancora una volta autori di una brillante prestazione che li conferma sempre più rivelazione della stagione.

Non gira la ...ruota per Vettel

Non gira la …ruota per Vettel

Ottima e sorprendente qualifica per le due Toro Rosso, equipaggiate con i motori Honda, le due monoposto di Faenza, hanno onorato degnamente con il sesto posto di Hartley ed il settimo di Gasly, la gara di casa del loro motorista. Nono posto per Perez che conferma come nella passata stagione, che indipendentemente dalle finanze a disposizione, è possibile creare qualcosa di concreto nella “ricca” F.1 … capito Vettel e Ferrari finiti oggi a di sandwich fra le due monoposto “rosa”. Domattina il via della gara a causa del fuso orario è alle 7,10 con diretta esclusiva SKY, mentre per i più… pigri e per i delusi ferraristi che non ritengono degna la loro squadra della levataccia, c’è la replica in chiaro alle 21,15 su TV8.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>