Volley mondiale, la marcia dell’Italia prosegue sicura: 3-0 anche alla Thailandia

di 

8 ottobre 2018

Le azzurre sorridono e salutano dopo la settima vittoria nei Mondiali giapponesi (Foto Fivb)

Le azzurre sorridono e salutano dopo la settima vittoria nei Mondiali giapponesi (Foto Fivb)

La sfida odierna, nel secondo turno dei Campionati Mondiali in corso in Giappone, poteva riservare diverse insidie all’Italvolley di Davide Mazzanti, come aveva ipotizzato lo stesso allenatore marottese intervistato dopo la vittoriosa partita di ieri sull’Azerbaijan: “La Thailandia ha un gioco difficile da inquadrare, fatto di mille schemi offensivi e soprattutto di una grandissima difesa che rimedia alla mancanza di fisicità sotto rete…”.

Le difficoltà dell’Italia sono durate il tempo di andare al primo time-out tecnico, quando la Thailandia conduceva 8 a 6 e guadagnava anche tre lunghezze di margine. La risposta azzurra è stata da grande squadra: con un parziale di 19 a 7 Paola Egonu e compagne hanno fatto saltare ogni certezza avversaria, riproponendosi nei due set successivi, chiusi a 12 e 15. Così, la Thailandia che era stata capace di portare al tie-break la Russia e gli Stati Uniti, ha chiuso realizzando solo 42 punti. L’unico brivido quando, sul 6-4 del secondo set, Lucia Bosetti ha accusato un giramento di testa, lasciando il taraflex a Elena Pietrini. Per fortuna, Bosetti è rientrata in seguito, realizzando l’ultimo punto del parziale.

La statistiche raccontano 8 muri a 1 e 6 battute vincenti a 1 a favore delle azzurre, che hanno avuto punti da Egonu (15 con 13/28), Chirichella (12 con 2 muri e 1 ace), Danesi (11 con 3 muri), Sylla 8, Bosetti 7, Malinov (4 con 2 ace), Pietrini 3. Utilizzate anche De Gennaro (Libero), Parrocchiale e Cambi. La migliore realizzatrice thailandese è stata Onuma Sittirak (13), che ha attaccato praticamente da sola: 12/35.

I risultati delle altre partite del girone di Osaka: Bulgaria-Russia 1-3 (la Russia, sfortunatissima, già priva di Kosheleva, ha perso la migliore giocatrice, Nataliya Goncharova, che si era infortunata contro gli Stati Uniti,quando aveva realizzato 36 punti. La giocatrice della Dinamo Mosca ammirata anche a Pesaro in Champions, ha riportato un infortunio a una spalla che la esclude dai Mondiali); Turchia-Usa 0-3; Cina-Azerbaijan 3-0. La classifica: Italia 21 (7 partite, altrettante vittorie), Stati Uniti 19, Cina e Russia 18, Thailandia 10, Turchia 9, Bulgaria e Azerbaijan 6.

Elena Pietrini, grande talento della pallavolo italiana (Foto Fivb)

Elena Pietrini, grande talento della pallavolo italiana (Foto Fivb)

Dopo un martedì di riposo, l’Italia tornerà in campo alle ore 9,10 di mercoledì (diretta Rai) per affrontare la Russia; a seguire scenderanno in campo Cina e Stati Uniti. Il giorno dopo le azzurre e se la vedranno con gli Usa (ore 9,10) e le cinesi con le russe. Le quattro partite decideranno chi andrà alle Final Six, ma l’Italia è vicinissima non solo all’epilogo del Mondiale, ma anche al primo posto nel girone.

Stesso discorso per la Serbia che sta dominando a Nagoya. I risultati della seconda giornata e la classifica: Germania-Serbia 0-3; Messico-Brasile 1-3; Olanda-Repubblica Dominicana 3-0; Giappone-Portorico 3-0. La classifica: Serbia 21, Olanda 20, Brasile 16, Giappone 15, Germania 11, Repubblica Dominicana 10, Portorico 6, Messico 3.

Mercoledì: Messico-Repubblica Dominicana; Olanda-Brasile; Germania-Portorico; Giappone-Serbia. Giovedì: Messico-Portorico; Germania-Repubblica Dominicana; Olanda-Serbia; Giappone-Brasile.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>