Sicurezza Marche, Salvini annuncia 54 poliziotti e 46 carabinieri in più. Critico il Pd regionale: “Salvini si appropria dei meriti di Minniti”

di 

26 ottobre 2018

6294154ANCONA – In arrivo nelle Marche 54 poliziotti e 46 carabinieri in piu’ per rafforzare gli attuali organici. L’annuncio e’ dello stesso ministro dell’Interno, Matteo Salvini. “Voglio migliorare gli organici in tutte le Questure d’Italia- spiega Salvini come riporta l’agenzia Dire -. È importante il piano di assunzioni deciso dal nostro Governo. L’obiettivo e’ avere circa 8mila ragazzi e ragazze in divisa in piu’ per dare maggiore sicurezza in tutto il paese”. In particolare entro febbraio 2019 arriveranno 10 poliziotti in piu’ per la provincia di Ancona, quattro per la provincia di Ascoli Piceno, 26 in provincia di Fermo, otto in provincia di Macerata e cinque in provincia di Pesaro Urbino. Attualmente nelle Marche prestano servizio 2.129 unita’ della Polizia di Stato di cui 113 tecnici. A questi si aggiungono 2.381 appartenenti all’Arma dei carabinieri e 1.406 finanzieri. In tal senso rinforzi sono previsti anche per l’Arma dei Carabinieri. Al Comando legione Marche sono stati assegnati 46 carabinieri in piu’. Il progetto di riorganizzazione di Questure e commissariati prevede un organico finale per la Questura di Ancona di 388 operatori rispetto ai 377 ora in servizio, per la Questura di Ascoli Piceno l’incremento sara’ di 19 unita’ in piu’ (da 199 a 218), per Fermo un incremento di 92 unita’ (da 76 a 168), per Macerata di 44 (da 174 a 218) e per Pesaro Urbino di 53 (da 215 a 268). Il ministro Salvini conferma “la doverosa attenzione del Viminale” per la situazione nelle Marche ed, in particolare, per quanto riguarda il futuro dell’Hotel House di Porto Recanati. “Confermo che vogliamo ripulirlo- conclude- non siamo disposti a tollerare degrado e illegalità”.

Critica però l’opposizione al Governo, a cominciare dalla deputata marchigiana del Pd Alessia Morani: “Nonostante si sia affrettato a prendersene il merito con le assunzioni di 54 agenti di polizia in arrivo nelle Marche, Salvini non c’entra nulla. Sono state decise dal suo predecessore Marco Minniti”. Morani ricorda che la misura, che prevede l’assunzione in tutta Italia di 7.394 unita’ tra Forze di Polizia e Vigili del fuoco nel quinquennio 2018/2022, era stata inserita nella legge di Bilancio 2017. “Se, dunque, la provincia di Ancona potrà contare su 10 poliziotti in piu’, Ascoli su quattro, Fermo su 26, Macerata su otto e Pesaro-Urbino su cinque, il merito e’ solo di Marco Minniti- continua-. Il fatto che Salvini abbia cercato di vendersi il provvedimento come proprio, non stupisce. Salvini ricorre spesso alle menzogne a fine di propaganda. In questo caso, utilizzata per vendersi come proprio il lavoro fatto da altri. Magari anche a uso interno cioe’ del Viminale. Visto il poco tempo che Salvini dedica al lavoro di ministro dell’Interno magari questo e’ un modo per far credere ai suoi sottoposti di essersi occupato di loro invece che alle dirette social e ai viaggi all’estero”.

Una Polemica Pd-Lega che continua con Matteo Ricci: “Salvini fa sicurezza con le assunzioni di Minniti – spiega alla Dire il sindaco di Pesaro e responsabile nazionale Enti locali Pd-. Minniti aveva promesso ai marchigiani il rafforzamento delle Forze dell’ordine ed ora e’ realta’. Spero che tutti abbiano l’onesta’ intellettuale di ammetterlo”. Rincara la dose il segretario provinciale del Pd di Pesaro Urbino, Giovanni Gostoli. “Grazie al Pd e’ stato stabilito un piano nazionale per le Forze dell’ordine da 7.500 assunzioni in cinque anni- dice Gostoli-. L’arrivo dei 54 agenti nelle Marche, cosi’ come in altre regioni, e’ merito di Minniti e non di Salvini. Si tratta, infatti, di concorsi organizzati quando al Governo c’era Paolo Gentiloni e al Viminale, Marco Minniti. La Lega si attribuisce meriti che non sono suoi e continua a fare propaganda anziche’ realizzare le promesse della campagna elettorale e governare il paese”.

Ma a difendere il ministro, Matteo Salvini, ci pensa il commissario regionale della Lega, Paolo Arrigoni. “Questo e’ solo l’inizio di un aumento complessivo degli organici che tocchera’ ogni anno del prossimo quinquennio 2019-2023 e che sara’ inserito nella legge di bilancio tanto contestata dai burocrati di Bruxelles- dice Arrigoni-. Si tratta di un considerevole aumento degli organici delle Forze dell’Ordine, finanziato con una parte dei forti risparmi conseguiti grazie all’azione rigorosa del ministro Salvini sulla gestione dell’immigrazione, che punta a stroncare non solo la criminalita’ organizzata ma anche gli interessi dei furbi e il business dell’accoglienza. Dalle parole ai fatti grazie a Matteo Salvini e all’azione di governo della Lega”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>