Ecco la 42^ Mostra Mercato dell’Olio e dell’Oliva. Dal 4 all’11 novembre Cartoceto Dop Festival fra prodotti d’eccellenza e i concerti di Sergio Cammariere, Walter Ricci e Fabrizio Bosso

di 

30 ottobre 2018

La presentazione presso il Santa Marta

La presentazione presso il Santa Marta

CARTOCETO – L’Oro Verde delle Marche accende i riflettori sulla 42esima edizione della Mostra Mercato dell’Olio e dell’Oliva che da quattro anni ha rivisitato Cartoceto Dop – Il Festival con la rinnovata formula che coniuga l’esaltazione dell’eccellenza agroalimentare territoriale al ricco palinsesto di eventi culturali, musicali e di intrattenimento. Quelli che per l’edizione 2018 porteranno al Teatro del Trionfo due concerti d’autore: Sergio Cammariere domenica 4 novembre e Walter Ricci con Fabrizio Bosso domenica 11 novembre.

Un festival che taglierà il nastro domenica 4 novembre e che è stato presentato oggi a Pesaro presso l’Istituto Professionale Alberghiero Santa Marta coinvolto nella kermesse con un suo stand. «Siamo felici – ha detto il sindaco di Cartoceto Enrico Rossidi rafforzare la storia di una manifestazione che da 42 anni caratterizza fortemente il nostro territorio. Una storia che prosegue nel filo logico intrapreso di far crescere la mostra rafforzandola e richiamando un pubblico diverso intercettando target turistici variegati che fino a qualche anno fa non avevano avuto modo di conoscere Cartoceto e i territori dell’areale di produzione della Dop».

Domenica 4 e 11 novembre, infatti, la tavola della kermesse dell’oro verde delle Marche, viene imbandita con le eccellenze dell’agroalimentare e un ricco menù di iniziative culturali. Il primo weekend si apre con l’appuntamento del sabato pomeriggio dedicato ai più piccoli. Il Teatro del Trionfo di Cartoceto ospita alle 15.45 la compagnia Jolly Rogers che porta in scena “Il Pirata che voleva rubare i sogni”.

I ragazzi del Santa Marta

I ragazzi del Santa Marta

Ma il clou della manifestazione è nelle due domeniche. Una ricca serie di attività, un percorso articolato tra enogastronomia, arte, natura e grande musica. Da Piazza Garibaldi, roccaforte dei produttori, i percorsi possibili sono tanti quanti gli interessi del pubblico che raggiunge l’antico borgo della Valle del Metauro. Gli appassionati di buona cucina, potranno degustare olio, vini e formaggi direttamente dai produttori tra cantine e frantoi per poi raggiungere i 13 punti ristoro dislocati nel centro storico, compresa la piazzetta di via Guerrazzi dove gustare un aperitivo accompagnato dal vino servito dai sommelier dell’AIS Pesaro e dalla musica del Duo Reveries (4 novembre) e dal Vagatrio (11 novembre).

Proprio alla conoscenza delle eccellenze del territorio, vengono dedicati più appuntamenti. Dalle semplici degustazioni di olio e olive direttamente dai produttori, ai momenti dedicati al vino curati dall’AIS Pesaroa Teatro prima di ogni concerto. Dalla cena didattica di domenica 11 curata dagli esperti di OLEA per imparare a conoscere l’olio buono, al Gran Galà del Gusto di sabato 10 presso il Maxi Dancing Settimo Cielo di Serrungarina, organizzato dalla Pro Loco e dal Comune di Cartoceto in collaborazione con le altre pro loco dell’Areale della DOP. Una cena spettacolo dove le eccellenze del territorio incontrano la musica della Grande Orchestra Casadei e della band il Diavolo e l’Acquasanta.

I cultori delle attività all’aria aperta potranno unirsi ai tanti biker e amanti del trekking che andranno alla scoperta di frantoi e cantine o unirsi alla passeggiata social “Lucrezia walk on” per vivere appieno anche le strade e gli scorci della frazione di Cartoceto. Per i più piccoli, laboratori creativi e tanti spettacoli con gli artisti di strada, illusionisti e prestigiatori tra i quali il duo di Mago per Svago, domenica 4 e il magico mondo di Kalù Street Show domenica 11. Spazio anche quest’anno al fotografo Mario Dondero con la mostra permanente “Strade di Cartoceto. Racconti fotografici di Mario Dondero”, ospitata in una sala del Teatro e le numerose altre esposizioni artistiche degli artisti locali.

Un'immagine dell'edizione 2017 di Cartoceto Dop - Il Festival

Un’immagine dell’edizione 2017 di Cartoceto Dop – Il Festival

Tra mostre e mercatini artigianali, l’atmosfera si fa magica con l’animazione di strada. Domenica 4 spazio alla Roaring Emily Jazz Band, con il loro mix di dixiland e swing anni ’20. Domenica 11 invece arriva l’irresistibile sound dei Mistura Maneira, una iniezione di samba tra le vie di Cartoceto dalla forza di ben 15 elementi.

Continua poi la tradizione della grande musica al Teatro del Trionfo con due appuntamenti da non perdere. Si inaugura domenica 4 alle 18.30 con il Maestro Sergio Cammariere che riproporrà i maggiori brani della sua carriera in un concerto per piano e voce.

Domenica 11 invece chiude la rassegna il crooner partenopeo che sta segnando il jazz italiano e internazionale, Walter Ricci con il suo quartetto e il supporto di un big della tromba, Fabrizio Bosso. Prevendita su www.ciaotickets.com

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per Tommaso Maggioli, Presidente Consorzio Dop Cartoceto,«il festival rappresenta sempre il momento in cui tirare le somme tra la campagna futura e quella passata – spiega – per fortuna beneficiamo ancora di un 2017 caratterizzatosi da un’annata eccezionale per qualità e quantità di produzione. Quest’anno invece, la quantità di olive prodotte nell’areale della Dop ha registrato un calo del 50% che è in linea alla flessione dell’intera produzione regionale. Quantità ridotte anche per gli attacchi della mosca olearia. Ma ci consoliamo con uno standard di qualità rimasto inalterato. Purtroppo a livello di istituzioni regionali si registra un calo di attenzione e di finanziamenti sull’olio che, assieme al vino, è da sempre uno dei prodotti di punta dell’export marchigiano. Calo di attenzione che si sta traducendo in meno finanziamenti europei in termini di innovazione nell’agricoltura. Dispiace che la regione non si accodi al grande impegno dei comuni e delle pro loco in tal senso»

CARTOCETO DOP IL FESTIVAL - FOTO ED 2017. OLIVE2Impegno di comuni e pro loco che si tradurrà ad esempio nel Gran Galà del Gusto: «E non era facile mettere assieme sei presidenti di pro loco in una compatta unità di intenti – sorride il presidente della Pro loco di Cartoceto Paolo GilebbiSarà una serata che riunirà le migliori eccellenze gastronomiche del territorio alla quale verrà affiancata la sentita inaugurazione dell’edificio ristrutturato all’ingresso del paese con dedica alla memoria di Giuliano Grossi, ex presidente della Pro Loco che ha dato tantissimo a Cartoceto»

Per Amerigo Varotti presente alla conferenza di presentazione nella doppia veste di esponente di Confcommercio e Camera di Commercio ha sottolineato come «quella della 42esima edizione sia una presentazione che giunge nell’ultimo giorno di vita della Camera di Commercio provinciale per la decisione politica voluta da altri di inaugurare, da domani, un’unica Camera di Commercio Regionale. Con gli ultimi pochi soldi residui, la Camera di Commercio ha creduto fermamente di dover scegliere quella di Cartoceto come una delle poche manifestazione a cui destinare finanziamenti. Mi auguro che in futuro si potrà garantire lo stesso adeguato sostegno anche con la Camera unica. Come Confcommercio sono invece grato al sindaco di aver nuovamente richiesto la collaborazione, assieme ad Alberghi Consorziati (rappresentata per l’occasione dal presidente Luciano Cecchini, ndr), per la promozione dell’evento che caratterizza l’unica dop olearia della regione. Un’eccellenza, quella dell’olio di Cartoceto, che la Confcommercio testimonia ad ogni evento internazionale di promozione del nostro territorio»

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>