A Peglio la 25esima edizione del Premio Letterario Metauro

di 

5 novembre 2018

45089417_2125270847725857_7292296015485337600_nPEGLIO – La giuria tecnica, presieduta dal poeta urbinate Umberto Piersanti, ha selezionato i tre poeti che parteciperanno alla fase finale, decretata da una giuria popolare, del Premio Letterario Metauro, giunto quest’anno alla sua venticinquesima edizione. Sabato 10 novembre all’Hotel Balcone sul Metauro Francesco Dalessandro con “Figure d’ombre” (Puntoacapo), Alba Donati con “Tu, paesaggio dell’infanzia” (La Nave di Teseo) e Antonio Riccardi con “Ricordi della cattività” (Garzanti) si sfideranno per la conquista del prestigioso Premio promosso e sostenuto dall’Unione Montana Alta Valle del Metauro e dai Comuni di Borgo Pace, Fermignano, Mercatello sul Metauro, Montecalvo in Foglia, Peglio, Petriano, Sant’Angelo in Vado, Urbania ed Urbino.

Il Premio da ormai 25 anni ha selezionato e premiato la migliore produzione poetica contemporanea nazionale riuscendo a cogliere l’obiettivo di divulgare e sensibilizzare, in particolar modo tra i giovani, la cultura e la lettura della poesia. La manifestazione si distingue, infatti, per il coinvolgimento di un’ampia giuria popolare composta da circa cento giurati provenienti dai nove comune afferenti al territorio dell’Unione Montana Alta Valle del Metauro, dai 14 ai 90 anni, appartenenti alle diverse categorie sociali, che dopo aver letto i libri esprimeranno attraverso il loro voto una preferenza tra i tre finalisti decretandone così il vincitore.

“Il Premio, arrivato alla sua 25esima edizione, ha selezionato e premiato la migliore produzione poetica contemporanea nazionale riuscendo a cogliere l’obiettivo di divulgare e sensibilizzare, in particolar modo tra i giovani, la cultura e la lettura della poesia -dichiara Fernanda Sacchi, presidente dell’Unione Montana Alto Metauro-. Poesia è un termine che spesso deleghiamo ad altri, releghiamo nel polveroso museo del diverso o, peggio, del pretenzioso: ironico vedere come molti giovani siano scettici dinnanzi la poesia, mentre invece sono proprio loro i nuovi, grandi poeti dell’ultima avanguardia. Come insegnante, come madre, come psicologa, sono fermamente convinta di questo: la poesia risiede nei giovani, che purtroppo non sempre riescono ad esprimerla in maniera funzionale al sentimento intrinseco in essi. Ed è proprio questo il ruolo della poesia nel XXI secolo: quello di farsi faro per i sentimenti delle nuove generazioni, perché queste sappiano riappropriarsi di termini quali suggestione, amore, empatia.

Ogni anno grazie a questo evento si portano tanti giovani a contatto con una forma letteraria nobile come la poesia ed il fatto che il vincitore venga deciso da una giuria popolare composta da giovani e adulti che esprimono veramente l’anima di un territorio rende il Premio Metauro un’eccellenza nel suo settore”

“La venticinquesima edizione del Premio Metauro rappresenta un traguardo importante per l’intero territorio sia da un punto di vista culturale che letterario -spiega il sindaco di Peglio Daniele Tagliolini-. Essere il comune che ospita questa edizione ci riempie di orgoglio e per l’occasione abbiamo voluto onorare questa edizione con un progetto sulla poesia nato in collaborazione con le scuola primaria Fausta Fratelli di Peglio e con un progetto legato alle giornate del Contemporaneo del Comune di Urbania. Sono sicuro che anche questa edizione darà nuovi impulsi e riserverà emozioni grazie ai poeti finalisti e alla giuria popolare. Approfitto per ringraziare gli amministratori che tanti anni fa hanno avuto questa magnifica idea che cammina attraverso l’Unione Montana Alto Metauro e due figure come il poeta Umberto Piersanti e Feliciano Paoli, direttore della Biblioteca durantina”.

L’inizio della cerimonia è previsto alle 16,30 con la proiezione del cortometraggio “La poesia salva la vita” realizzato dalle classi 3a, 4a e 5a della Scuola per l’infanzia Fausta Fratesi di Peglio a cura di Federica Campi Giampieretti, gli intermezzi musicali saranno curati da Patrick Antoniucci.

Durante la cerimonia verrà conferito anche un premio speciale dalla Presidente dell’Unione Montana Alta Valle del Metauro, Fernanda Sacchi, a Claudio Ripalti, regista del film La Banda Grossi che con la sua pellicola ha portati nostri paesaggi in tutte le sale d’Italia.

Il Sindaco di Peglio Daniele Tagliolini, a sua volta assegnerà un riconoscimento a Nicola Crocetti, direttore della rivista Poesia, a sottolineare il grande legame tra il Premio Metauro e questa arte.

Parteciperanno al premio la rappresentanza di studenti e professori del Liceo Classico “Raffaello” di Urbino, dell’ITIS “Enrico Mattei” di Urbino, dell’Istituto Omnicomprensivo “Della Rovere”, l’Istituto Omnicomprensivo Montefeltro di Sassocorvaro e del Liceo Artistico Scuola del Libro di Urbino.

Un commento to “A Peglio la 25esima edizione del Premio Letterario Metauro”

  1. ciacci pietro scrive:

    dove trovo come parteciparvi?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>