Al CSKA poteva andare peggio

di 

9 novembre 2018

La partita della UEFA Champions League tra Roma e CSKA si è conclusa con la vittoria dei giallorossi con il punteggio di 3-0, risultato che ha fatto scendere quest’ultimo in terza posizione nella fase a gironi della competizione. Nella formazione della Roma si è distinto con una doppietta l’attaccante bosniaco Edin Džeko, come riporta La Gazzetta dello Sport.

Senza titolo1

Fonte: Facebook
La Roma ha aperto la partita al 30esimo minuto con il goal di Edin Džeko e al 43esimo minuto è arrivato il raddoppio nei confronti del CSKA, di nuovo con una rete dell’attaccate bosniaco. All’inizio del secondo tempo è arrivato l’ultimo goal dell’incontro, sigillo finale della disfatta della compagina russa, non solo nella partita di trasferta ma anche nella propria corsa verso la qualificazione alla fase successiva della Champions.

Alla squadra moscovita poteva andare molto peggio

Senza titolo2

Fonte: Instagram

Fin dall’inizio della partita, i tifosi del CSKA hanno iniziato a sostenere Ilya Pomazun, il giovane portiere della Prima Divisione Russa. L’inizio non è stato dei migliori, con un brutto lancio al quinto minuto che ha creato una situazione pericolosa per la propria squadra, anche se ha poi però recuperato fiducia con un paio di ottime parate, bloccando tiri di Pellegrini e di De Rossi. Alla vigilia della partita, l’allenatore Viktar Hančarėnka aveva promesso al portiere un sostegno solido in difesa da parte della squadra, ma a quanto pare qualcosa non ha funzionato, forse perché la Roma in Champions è un’altra squadra, come riporta il quotidiano ilromanista, e anche se nei primi quindici-venti minuti il CSKA si è mostrato abbastanza a suo agio in attacco, dal ventunesimo in poi la Roma ha fatto da padrona, e con questa vittoria ha migliorato certamente le proprie quote per la finale di Champions League.

Secondo Hančarėnka

A salvare la squadra russa da ulteriori umiliazioni è stato proprio Pomazun. Dopo la partita, Hančarėnka si è complimentato prima di tutto proprio con il giovane portiere russo. “Ilya ha fatto una buona partita, non si è fatto travolgere dal panico. Non sono deluso. La nostra è una squadra giovane, abbiamo bisogno di fare esperienza. In attacco, oggi, ci sarebbe stato utile un giocatore in più”. Il tecnico ha poi elogiato la prestazione degli avversari, riconoscendone e i meriti così come i limiti dei propri ragazzi, protagonisti di un progetto ancora agli esordi che ha bisogno di tempo per consolidarsi e maturare.  Sigurðsson ha infatti giocato per la prima volta una partita intera proprio contro i giallorossi e molti altri giocatori non avevano mai giocato contro squadre di un certo livello.

Secondo Di Francesco

Di Francesco ha affrontato la partita contro il CSKA come contro una qualsiasi altra grande rivale proveniente dallo scenario europeo. Anche per lui parole di merito nei confronti dell’attacco avversario e del progetto messo in piedi dalla società: “È una squadra giovane, capace di fare grandi cose. Il CSKA ha perso oggi, è vero, ma 4 punti in tre partite della Champions League sono comunque un ottimo risultato”.

I risultati del girone

Grazie alla sconfitta del CSKA, che si piazza al terzo posto con 4 punti, la Roma è salita al secondo posto nel proprio girone. La squadra della capitale ha ora ben sei punti, alla pari con i campioni in carica del real Madrid, anche se i blancos rimangono davanti grazie ad altri parametri. Le prossime partite del Gruppo G si terranno il 7 novembre e vedranno  Nel quarto turno sarà la volta del CSKA di ospitare in casa gli uomini di Di Francesco, mentre il Real andrà in trasferta per espugnare lo stadio del Victoria Plzen.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>