Ecco la Notte Bianca della Musica. Le FOTO di Filippo Baioni

di 

18 novembre 2018

PESARO – Sguardi puntati verso il balcone di Casa Rossini per le cavatine del mezzosoprano Valeria Girardello.  La donna del lago, L’Italiana in Algeri e Tancredi infilate in sequenza. Mentre le bande di Candelara e Colombarone-Fiorenzuola si schierano in piazza. Parte così la Notte Bianca della Musica, a un anno dal riconoscimento Unesco.

“La serata dell’orgoglio musicale pesarese, nella settimana clou del 150esimo di Rossini”, scandisce Matteo Ricci sul palco, in fascia tricolore. Dalla classica al tango, passando per liscio, elettronica e jazz: “Tutti i generi protagonisti”. In prima linea scuole, gruppi, band giovanili, associazioni. Oltre alle istituzioni. “Festeggiamo la città della musica – evidenzia il sindaco – perché il riconoscimento Unesco è un volano incredibile. Così come il 150esimo: chiudiamo una settimana di grandi celebrazioni rossiniane che hanno toccato anche Firenze e Parigi. Gli eventi nel segno del Cigno sono centinaia nel mondo, perché Rossini è il testimonial della bellezza italiana nel 2018. E per noi si tratta di un anno magico”. La linea resta la stessa: “Intorno alla musica e alla cultura vogliamo costruire un pezzo di identità e di economia. Anche perché, in questo modo, rendiamo la città più bella”. Così, “dentro il super novembre degli eventi», il sindaco insiste su «vivacità e attrattività”. E rilancia su inaugurazione della torre panoramica (domani alle 18) e accensione della piazza di Natale (sabato 24 novembre). La maratona di note, scattata alle sei del pomeriggio, prosegue fino alle due di notte. Concerti e iniziative in decine di luoghi, tra cui Teatro Rossini (con l’esclusiva europea di Mike Westbrook), Casa Rossini, piazza Mosca, piazza Olivieri, via Cavour, Pescheria Mercato delle Erbe e Chiesa dell’Annunziata. Per la sinfonia all’unisono.

ALTRE FOTO

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

LE FOTO DI FILIPPO BAIONI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>