Il Conservatorio G. Rossini celebra Santa Cecilia, patrona dei musicisti. Benemerenze ai docenti che vanno in congedo

di 

20 novembre 2018

Santa Cecilia

Santa Cecilia

PESARO – Nella ricorrenza di Santa Cecilia (22 novembre) patrona dei musicisti il Conservatorio Statale di Musica Rossini dà vita ai tradizionali eventi che caratterizzano la giornata “musicale”. Nel pomeriggio del 22 nella Chiesa Cattedrale di Pesaro sarà celebrata una Messa Solenne all’organo, con l’intervento del professor Luca Scandali, ordinario della cattedra di organo dell’Istituto. La celebrazione liturgica sarà presieduta da monsignor Stefano Brizi, vicario generale della arcidiocesi di Pesaro. La sera, alle ore 21, presso l’Auditorium Pedrotti del Conservatorio, sarà eseguito un concerto strumentale diretto dal M° Luca Ferrara con solisti e orchestra da camera del Conservatorio. In programma musiche di J. S. Bach.
La celebrazione di Santa Cecilia è uno dei principali eventi che caratterizzano la produzione artistica del Conservatorio durante l’anno ed è uno dei 46 eventi cui il Conservatorio ha dato vita nel corso del 2018. Si tratta di una attività consistente e pregevole che ha preso corpo grazie all’impegno dei docenti e degli studenti rendendo l’Istituto pesarese uno dei più qualificati ed attivi d’Italia.
Come da tradizione, anche quest’anno in questa particolare giornata saranno consegnati attestati di benemerenza ai docenti che hanno concluso il loro percorso didattico alle dipendenze dello Stato. Si tratta dei professori Gustavo Bruni, Giuseppe Cangini, Diego Cescotti, Aldo Cicconofri, Evghenia Dundekova, Adele Giometti, Marco Salvarani, Enrico Mancini, Fabrizio Pierboni, Gianandrea Polazzi, Luigino Ferranti, Maretta Procaccini.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>