Un rigore sbagliato a testa: Vis Pesaro e Teramo pareggiano 0-0

di 

16 dicembre 2018

Vis Pesaro-Feralpisalò 00021 Marco Briganti

VIS PESARO – TERAMO 0-0
VIS PESARO (3-4-1-2): Tomei; Pastor, Briganti, Gianola; Petrucci, Paoli, Botta
(39′ su Marchi), Hadziosmanovic; Olcese, Diop, Tessiore (23′ st Baldé). All. Colucci
TERAMO (3-5-2): Lewandowski; Piacentini, Caidi, Fiordaliso; Mantini, Persia,
Proietti, De Grazia (39′ st Spighi), Celli; Piccioni (33′ st Di Renzo), Zecca (25′
st Bacio Terracino). All. Maurizi
ARBITRO: Marini di Trieste
NOTE: serata gelida, terreno di gioco non in buone condizioni, spettatori 1.500 circa; ammoniti
Petrucci, Diop, Olcese, Zecca, Persia, Mantini; angoli 0-2, recupero 1+4

PESARO – Gelido 0-0 al Benelli. Come quattro giorni prima a Fano, la Vis continua

PESARO –  La classica partita che si poteva perdere ma anche vincere. Anche se alla fine il sentimento che ha accompagnato i tifosi pesaresi che hanno sfidato la temperatura rigida, Infischiandosene del derby della Mole Totò-Juve, è il rimpianto. Sì, perché la Vis ha avuto la grande chance per portarsi al secondo posto in classifica al quarto minuto di recupero del match contro il Teramo. Nel gelo del Benelli, Diop, caduto in aria a contatto con un avversario, si è guadagnato un rigore che avrebbe voluto battere. Il rigorista designato però, parola di Colucci, era Olcese che si è presentato sul dischetto stampando però il pallone contro la traversa. Un vero peccato che con una vittoria i biancorossi avrebbero raggiunto quota 29. Va detto però che in precedenza il Teramo aveva avuto anch’esso il proprio rigore, ma Tomei era stato super a ribattere, nneutralizzando il tiro dal dischetto del giocatore degli abruzzesi Piccioni.

Va detto che la partita è stata equilibrata, e alla fine il pareggio è il risultato fosse più giusto come anche l’allenatore della Virtus Colucci a messo nel dopo gara. Nel primo tempo la vis si era fatta preferire sia per gioco che per occasioni, nonostante le numerose assenze (Lazzardi, Ivan, Rizzato, Di Nardo e Gennari). Nella ripresa invece il Teramo, schierato con un 3-5-2 comunque tutt’altro che rinunciatario, ha fatto qualcosina in più fino all’epilogo finale con il rigore che Olcese ha stampato contro la traversa.

Prossimo appuntamento per i pesaresi sabato prossimo alle 14:30 a Rimini.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>