Odissea a lieto fine: l’abbraccio natalizio del sindaco Ricci al piccolo Gael Mengucci

di 

22 dicembre 2018

mengucciPESARO –  L’odissea è nota, ma nella sala rossa del Comune si festeggia il lieto fine. Perché Luigi Mengucci, 39enne pesarese, dopo due anni lontano da Gael, potrà finalmente passare le feste di Natale con il figlio di cinque anni. A Pesaro. Una vicenda travagliata, costellata da azioni giudiziarie. Che alla fine hanno accolto le ragioni del padre, con il rimpatrio del piccolo da Città del Messico. Dove era stato portato dalla ex moglie, nel settembre del 2016, per quella che all’inizio doveva essere solo una vacanza: «Ringraziamo il Comune, che ci ha sostenuto e ci è stato vicino. Adesso siamo molto più sollevati. E’ tornato a casa un cittadino pesarese a tutti gli effetti», dice Luigi. Che dal sindaco riceve la medaglia del 150esimo di Rossini. «Il caso di Gael ha toccato tutti i pesaresi. E’ giusto festeggiare, a maggior ragione prima di Natale. Perché il suo ritorno è un momento di felicità per la città», sottolinea Ricci. Per Gael, contornato dall’affetto degli amici,  maglietta della bicipolitana e giocattoli, consegnati dall’assessore Luca Bartolucci.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>