Riflettori luccicanti sulla notturna del Benelli: sabato alle 18.30 c’è Vis-Vicenza. I pesaresi vogliono dare continuità alla gioia di Terni

di 

1 febbraio 2019

La sconfitta della Vis di Ieri contro la Triestina 00008PESARO – Dal blasone della Ternana al blasone del Vicenza, la Vis Pesaro prova a replicare tra le mura amiche la prova maiuscola apparecchiata in terra umbra. Al Benelli sabato alle 18.30 arriva un avversario di enorme appeal come il Lanerossi e la sua storia di trenta campionati in Serie A, una Coppa Italia vinta e due palloni d’oro che hanno onorato la maglia veneta (Paolo Rossi e Roberto Baggio). Un passato però diverso dal presente. Che vede la società del patron Renzo Rosso (presidente del brand Diesel) arrancare in classifica due punti dietro la Vis e con un cammino invernale che l’ha vista vincere una sola partita nelle ultime nove. Cammino recente che non scrolla i pericoli di una squadra che vanta un pacchetto offensivo micidiale con la tecnica di Giacomelli (capocannoniere del campionato), la potenza di Arma, le intuizioni di Curcio e l’abilità in area di Guerra che è arrivato in questa sessione di calciomercato che si è chiusa ieri portando a Vicenza al fotofinish anche gli esperti centrocampista e difensore Bovo (dalla Viterbese) e Salviato (dal Padova) e il promettente Pontisso (dall’Udinese).

Mercato chiuso che dice anche come da Vis-Vicenza di domani andrà in scena la Vis definitiva che non subirà più variazioni fino all’ultima di campionato. Una Vis che in questa sessione invernale ha aggiunto Testoni (dal Sestri Levante), Guidone (dal Padova), Gaiola (dal Santarcangelo), Voltan (ex FeralpiSalò), Medved (dagli sloveni del Fuzinar) e Rocchi (dalla Giana Erminio). Riepilogando, non fanno più parte della Vis Boccioletti, Marchi, Kirilov, Gianola, Di Nardo e Cuomo.

Nella Vis di domani sarà assente Balde per infortunio (l’attaccante sta svolgendo terapie curative a Genova) e gli ultimi acquisti Rocchi (che deve scontare un turno di squalifica) e Medved (non al top fisicamente). Ex della partita Stefano Botta che ha giocato da protagonista ben quattro campionati di Serie B con la maglia del Vicenza. Ci si attende una buona risposta dal pubblico del Benelli per una sfida che a Pesaro si è giocata solo altre due volte: nel 1987 e nel 1992 con una vittoria vissina e un pareggio. Le probabili formazioni:

VIS PESARO (3-4-1-2): Tomei; Pastor, Briganti, Gennari; Petrucci, Paoli, Botta, Rizzato; Lazzari; Olcese, Guidone. All. Colucci

VICENZA (4-3-1-2): Grandi; D. Bianchi, Bizzotto, Pasini, Martin; N. Bianchi, Cinelli, Bovo; Giacomelli, Guerra; Arma. All. Serena

Arbitro: Nicoletti di Catanzaro

Il programma della 24’ giornata (sabato 2 febbraio):

Alle 14.30

Renate – Ternana

Albinoleffe – Sudtirol

Monza – Sambenedettese

Rimini – Giana Erminio

Teramo – FeralpiSalò

Alle 16.30

Pordenone – Imolese

Virtus Verona – Triestina

Alle 18.30

Vis Pesaro – Vicenza

Alle 20.30

Fano – Gubbio

Ravenna – Fermana

Classifica:

Pordenone 46; Imolese 38; Triestina 37; Fermana 36; FeralpiSalò 35; Vis Pesaro, Monza 33; Ravenna, Sudtirol, Sambenedettese*32; Vicenza 31; Ternana**30, Gubbio 28; Rimini*26; Teramo 24; Fano, Renate 23; V. Verona, Giana Erminio 20; Albinoleffe 19 (*: una gara in meno)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>