Sempre più pesce fresco sulle tavole delle mense scolastiche comunali. Cresce a Pesaro il progetto regionale ‘Pappa Fish’

di 

6 febbraio 2019

PESARO – Torna a Pesaro “Pappa Fish”. Il Comune di Pesaro vince il bando per la seconda volta, e la quantità di pesce fresco nelle tavole delle mense scolastiche raddoppia. Visto il gran successo ricevuto dal progetto Pappa Fish, proposto per la prima volta nel corso dell’anno scolastico 2016/2017, il Comune di Pesaro ha deciso di portare avanti l’iniziativa, inserendo nel menù ordinario il pesce fresco che dall’anno scolastico in corso rappresenta esattamente il 60% della fornitura totale.

L’iniziativa Pappa Fish, promossa dalla Regione Marche e finanziata all’70% con fondi Statali, Regionali ed Europei FEAMP (Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca) della programmazione 2014-2020 – cui si unisce lo stanziamento del Comune -, nasce per incentivare un’alimentazione corretta nelle scolaresche e contemporaneamente valorizzare il mare, i suoi prodotti e la tradizione marinara che contraddistingue la città; ma parallelamente anche il prodotto allevato nella nostra regione.

logo1-CMYKOltre alla somministrazione del pesce fresco locale nelle mense, il progetto si sviluppa anche a scuola con un percorso di educazione alimentare strutturato con attività dirette e indirette, che coinvolgerà bambini e insegnanti impegnati con attività ludico-didattiche, e uscite educative al porto di Pesaro. L’attività educativa verrà effettuata con la preziosa collaborazione dei docenti e grazie al personale qualificato del centro CEA “Ambiente e Mare”.

La campagna Pappa Fish anno scolastico 2018-2019, condotta da  Partners in service Srls, “Start Up Innovativa”, titolare del Centro di Educazione Ambientale CEA “Ambiente e Mare”, riconosciuto Regione Marche, ha ottenuto il patrocinio della Fondazione Umberto Veronesi.

La mensa scolastica non è solo il luogo in cui nutrire i bambini, ma un momento essenziale per educarli alla sana alimentazione. Così, insieme al pesce fresco, i bambini potranno “nutrirsi” anche di capacità e competenze per essere protagonisti attivi delle proprie conoscenze, esperienze e scelte di consumo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>