Champions League: l’analisi degli ottavi

di 

19 febbraio 2019

L’attesissima Champions League 2018/2019 si annuncia ricca di sorprese. Il cammino è ripreso martedì 12 febbraio con due sfide affascinanti: Roma – Porto e Manchester United – Psg. E’ proseguito mercoledì 13 con Tottenham – Borussia Dortmund ed Ajax – Real Madrid. Si torna a giocare stasera e domani con Lione – Barcellona, Liverpool – Bayern Monaco, Atletico Madrid – Juve e Shalke 04 – Manchester City. Ma analizziamo le sfide.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Roma – Porto

Dopo l’amarissima eliminazione dalla Coppa Italia per mano della Fiorentina, arrivata con un netto 7-1, gli uomini di Di Francesco sono chiamati al riscatto immediato in Campionato ed in Champions League. La prima sfida si giocherà all’Olimpico di Roma dove giungerà il Porto campione di Portogallo in carica. La squadra portoghese va rispettata anche in virtù dell’eliminazione nei playoff di agosto di un paio di stagioni fa. Si tratta, comunque, dell’unica avversaria di quelle che poteva pescare la Roma che consente di sperare in un passaggio del turno, visto che dall’urna per i giallorossi potevano uscire anche Barcellona, Manchester City Paris Saint-Germain, Bayern Monaco e Borussia Dortmund. A far sperare la Roma, inoltre, contribuisce anche il fatto che la squadra appaia in una fase di ripresa dopo una prima parte di stagione in cui aveva palesato delle difficoltà. I vari passaggi a vuoto dei giallorossi nel girone d’andata sono motivabili principalmente per via una rosa molto cambiata rispetto alla scorsa annata.

La squadra, però, deve ritrovare lo smalto perduto e mettersi alle spalle la sconfitta di Firenze che può lasciare segni nella mente dei calciatori, Come racconta il Corriere dello Sport, chi non vede l’ora di guastare la festa ai giallorossi è Sergio Conceicao ,  ex centrocampista della Lazio che dal 2017 siede sulla panchina dei Dragões, dopo essere cresciuto nel vivaio portista, e aver vestito a più riprese la maglia biancoblu. Conceiçao e i suoi hanno dominato il Gruppo D, qualificandosi con 16 punti davanti allo Schalke 04 e viaggia a pieno ritmo anche in campionato, dove ha 5 punti di vantaggio sul Benfica.

 

Manchester United – Psg

Una delle sfide più interessanti di questi ottavi di finale è assolutamente quella che vede di fronte Manchester United e Paris Saint Germain. La sfida, però, non vedrà in campo la stella brasiliana Neymar. Il brasiliano, infatti, rimarrà fermo 10 settimane  a causa di una nuova frattura al quinto metatarso del piede destro , lo stesso che si era rotto lo scorso anno. A renderlo noto è stato il Paris Saint Germain che ha escluso operazioni optando per un trattamento conservativo che dovrebbe durare circa due mesi e mezzo.

I parigini sembrano comunque avvantaggiati, contando numerosi calciatori di primissimo livello come Mbappè, Cavani e Thiago Silva. Occhio però all’orgoglio dei red devils.

 

Tottenham – Borussia Dortmund

Questa, tra tutte, si annuncia come la sfida più effervescente di tutte, viste le filosofie calcistiche sposate dai due allenatori. Gli inglesi dovranno fare a meno del proprio bomber principe, Harry Kane, alle prese con un problema alla caviglia che lo terrà lontano dai campi fino a marzo.

Il match d’andata a Wembley è in programma il 13 febbraio, il ritorno al Westfalenstadion si disputerà il 5 marzo. I tedeschi, quindi, partono leggermente avvantaggiati vista anche la condizione psicofisica che li ha portati al primo posto in Bundesliga.

 

Ajax – Real Madrid

Sfida dal sapore antico quella che andrà in scena ad Amsterdam tra Ajax e Real Madrid. Gli spagnoli godono del favore dei pronostici anche se devono stare attenti ai lancieri, in grado di vincere il proprio gruppo di Champions League. La squadra olandese è ricca di talenti in rampa di lancio che potrebbero creare non pochi problemi alle merengues, alle prese con un anno di transizione dopo anni di successi planetari.

 

Lione – Barcellona

Altra sfida che si annuncia ricca di reti. Il Barcellona è ovviamente favorito, ma deve prestare attenzione ai francesi che nel gruppo di qualificazione è stato capace di espugnare l’Ethiad Stadium, la casa del Manchester City. Messi, però, sembra essere intenzionato a vincere questa Champions League per staccare definitivamente Cristiano Ronaldo. E su questa idea convengono tutti i maggiori bookmaker, come Betway, che si occupano di pronostici e quote sulla Champions League.

 

Liverpool – Bayer Monaco

Sfida dal sapore antico tra Liverpool e Bayer Monaco. Gli inglesi partono leggermente avvantaggiati, forti di un gruppo coeso che esprime un calcio spettacolare ed incisivo allo stesso tempo. Occhio però a sottovalutare i tedeschi, pieni di campioni che possono fare la differenza in qualsiasi momento.

 

Shalke 04 – Manchester City

Altra sfida interessante che, però, vede la squadra di Pep Guardiola nettamente favorita sui tedeschi. La prima sfida si giocherà in Germania dove i padroni di casa proveranno a giocare un brutto scherzetto ai citizens.

 

Juventus – Atletico Madrid

Match importante e complicato per i bianconeri che dovranno affrontare lo spauracchio Cholo Simeone. Il vantaggio è giocare la partita di ritorno in casa ed essere sostenuti ed incoraggiati dai propri tifosi all’Allianz Stadium di Torino. È un incrocio interessante e fondamentale per i ragazzi di mister Allegri, il club punta ad alzare al cielo il trofeo dopo le due finali perse degli ultimi 4 anni, gli ingredienti e l’ambizione per farlo ci sono.

Del resto la Juventus ha già ampiamente dimostrato il proprio valore in campo europeo, la speranza è che la classe di Cristiano Ronaldo possa colmare il gap con le altre big. Attenzione, però, alla squadra madrilena che punta a giocare la prossima finale di Champions che si giocherà proprio nello stadio di proprietà, il Wanda Metropolitano di Madrid.

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>