Vis alla ricerca della via d’uscita dalla crisi. Dopo cinque sconfitte, con la Virtus Verona non si può sbagliare

di 

2 marzo 2019

Vis nell'ultima trasferta di Imola

Vis nell’ultima trasferta di Imola

PESARO – Dopo cinque sconfitte consecutive e quattro partite senza segnare un gol, la Vis Pesaro cerca la via d’uscita dalla crisi nella sfida alla Virtus Vecomp Verona. Quella di domenica (ore 16.30) per i pesaresi è la partita da non sbagliare. Una partita che la squadra di Colucci ha preparato allenandosi senza sosta da lunedì a venerdì al Supplementare e che da venerdì sera ha visto la comitiva biancorossa isolarsi nel ritiro di Cà Virginia (Borgo Massano) per compattare il gruppo ed elevare la concentrazione al massimo. Obiettivo: tamponare l’emorragia di cinque sconfitte consecutive e tornare a quella vittoria che manca da Terni (fine gennaio) e che al Benelli non si vede addirittura dall’8 dicembre (1-0 alla FeralpiSalò). Una vittoria che sarebbe fondamentale per scansare le ansie di una soglia playout che si è avvicinata a sole 4 lunghezze dopo il pareggio 0-0 fra Fano e Albinoleffe giocato nell’anticipo di oggi.

La Vis dovrà vedersela con una Virtus Vecomp Verona che è ultima in classifica, ma è tutt’altro che una squadra disperata. Perché la terza squadra della città scaligera è reduce da una storica vittoria sul Vicenza che ha dato enorme entusiasmo all’ambiente rossoblù, oltre che continuità al precedente pareggio ottenuto in trasferta in casa della Giana Erminio. Pur essendo ultima, la Virtus Verona ha vinto ben 7 volte (una sola in meno dei pesaresi), è la squadra che ha pareggiato meno partite in questo campionato (4 di cui 3 nelle ultime tre trasferte), ha segnato più gol della Vis (25 contro i 23 biancorossi), ma ha la peggior difesa del girone (41 gol subiti). Basterà quest’ultimo dato a rianimare le polveri bagnate dell’attacco vissino?

Formazione pesarese estremamente incerta: in assenza di Gennari (squalificato) Colucci ha provato la difesa a quattro e potrebbe essere un’eventualità plausibile. Incerto l’impiego di Rizzato rientrato ieri dopo tre allenamenti saltati per influenza (dovrebbe avvicendarlo Testoni). Qualche problema al polpaccio per Lazzari (che ha saltato la rifinitura pre-gara svolta a Rio Salso), ma dovrebbe essere della partita. Nella Virtus Verona squalificato il difensore Sirignano, dovrebbe essere sostituito da Trainotti nel 4-3-1-2 di Luigi Fresco. Un personaggio, quest’ultimo, unico nel suo genere. Da 36 anni è ininterrottamente sia allenatore che presidente della Virtus Vecomp Verona. Nessuno nella storia del calcio italiano vanta una storia simile.

La Vis vuole tornare alla vittoria contando sull’appoggio dei tifosi. Per l’occasione la società ha abbassato i prezzi dei biglietti di Tribuna coperta (15 euro anziché 25) e Prato e Laterale (7 euro anziché 14).

Le probabili formazioni:

VIS PESARO (4-3-3): Tomei; Hadziosmanovic, Paoli, Briganti, Testoni; Gaiola, Botta, Tessiore; Petrucci, Guidone, Olcese. All. Colucci

VIRTUS VERONA (4-3-1-2): Giacomel; Pinton, Trainotti, N’Ze, Lavagnoli; Onescu, Giorico, Casarotto; Grbac; Grandolfo, Danti. All. Fresco

ARBITRO: Fontani di Siena

IL PROGRAMMA della 29’giornata:

Fano – Albinoleffe 0-0 giocata ieri

Oggi alle 14.30:

Ternana – Monza

Alle 16.30:

Vis Pesaro – Virtus Vecomp Verona

Renate – Ravenna

Rimini – Gubbio

FeralpiSalò – Sudtirol

Giana Erminio – Triestina

Vicenza – Imolese

Pordenone – Sambenedettese

Teramo – Fermana

CLASSIFICA:

Pordenone 57; Triestina 50; FeralpiSalò 49; Imolese, Sudtirol 45; Monza 43; Ravenna 39; Sambenedettese, Fermana 37; Vicenza 36; Ternana, Vis Pesaro 33; Gubbio 32; Renate, Teramo, Rimini 31; Albinoleffe, Fano 29; Giana Erminio 26; Virtus Verona 25

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>