Paspa Pesaro Rugby sempre più vicina alla salvezza: convincente vittoria 43-27 a Benevento

di 

4 marzo 2019

Mokom al placcaggio

Mokom al placcaggio

PESARO – E’ una Paspa Pesaro irresistibile quella vista a Benevento, da dove torna con un altro pezzetto di biglietto per la permanenza in serie A. La vittoria per 43-27 è di quelle da ricordare, figlia di sei mete e di una partita giocata dall’inizio alla fine a testa alta, dove ha cercato di imporre sempre il proprio gioco. Si sapeva che Benevento avrebbe cercato di imporre la sua mischia e allora Pesaro ha risposto con un gioco tutta velocità e difesa. Se i campani allora hanno conquistato due mete tecniche su tre grazie a due mischie sui cinque metri, Pesaro dal canto suo ha spinto con i suoi tre quarti. Mokom ha trovato due mete, Melegari schierato all’ultimo a estremo visto l’infortunio in riscaldamento di Martinelli, ha fatto altrettanto e poi a schiacciare anche Joubert, in netta ripresa dopo l’infortunio, e Antonelli.

“I ragazzi sono stati bravi a mettere in campo quanto provato in queste settimane – racconta un davvero felice Nicola Mazzucato durante il rientro dalla lunga trasferta – L’attacco era una nostra carenza e nonostante non sia ancora preciso l’equilibrio fra il gioco al piede e quello alla mano, ma abbiamo fatto noi la partita. Unico neo, l’abbiamo chiusa un po’ troppo tardi, ma son o cinque punti d’oro”.

Quale la chiave del match? “L’atteggiamento. Abbiamo attaccato tanto, a partire da Fulvi che ha cercato di mettere in difficoltà la difesa avversaria a tutti i nostri trequarti. Atleticamente siamo stati molto presenti e reattivi”. Una partita in cui erano assenti tanti titolari, ma i sostituti non li hanno fatti rimpiangere: “Si sono mossi tutti bene, da Sanchioni a Venturini che hanno fatto la staffetta in seconda linea con Uili, a Melegari schierato all’ultimo come estremo, a tutti quelli che sono entrati dalla panchina”. Per Pesaro ora 16 punti di vantaggio su Benevento ultimo in classifica e un punto guadagnato su L’Aquila e Medicei oggi vittoriosi: “Un passo alla volta. Noi dobbiamo pensare solo a noi stessi e alla prossima sfida in casa contro L’Aquila, una sfida salvezza determinante. Anche perché poi avremo le ultime quattro partite contro le prime quattro in classifica”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>