Vis Pesaro a caccia di imprese nella tana del Monza del trio Berlusconi-Galliani-Brocchi

di 

9 marzo 2019

 

I due allenatori - nonché ex compagni di squadra - Colucci e Brocchi in Vis-Monza dell'andata (Foto Filippo Baioni)

I due allenatori – nonché ex compagni di squadra – Colucci e Brocchi in Vis-Monza dell’andata (Foto Filippo Baioni)

PESARO – Sei partite senza vincere e cinque senza segnare per la Vis Pesaro di Colucci; una sola sconfitta nelle ultime nove gare e cinque vittorie di fila al Brianteo per il Monza di Brocchi. Strisce agli antipodi per le due contendenti che domenica al Brianteo di Monza (ore 16.30) suggeriscono come la Vis dovrà essere chiamata ad una prova superlativa per rovesciare gli sfavori del pronostico. Colucci ci crede e dopo una settimana di lavoro si aspetta una crescita globale sull’onda del timido passettino avanti registrato nello 0-0 di sette giorni fa con la Virtus Verona. Peccato che l’amico Cristian Brocchi – che per due anni fu compagno di centrocampo di Colucci nel Verona di Prandelli – possa contare su un’autentica corazzata. Quella allestita dalla premiata ditta Berlusconi-Galliani ricompostasi al Monza dopo 31 anni di Milan. Galliani in questa sessione di mercato ha perfezionato ben 30 movimenti: 16 in entrata e 14 in uscita. E i rinforzi sono quasi tutti arrivati dalla serie B. Riepilogand da Lecce sono arrivati l’estroso attaccante Chiricò, il terzino Lepore e il mediano Armellino, da Cremona l’attaccante Brighenti e il difensore Marconi, da Cittadella il difensore Scaglia e il centrocampista Lora, da Cosenza il terzino-goleador Anastasio e l’attaccante Bearzotti, da Verona il centrocampista Fossati, da Pescara la mezzala Palazzi e, già da novembre, era arrivato il portiere ex Foggia, Bari e Ascoli Guarna. In attacco un abile mestierante della Serie C come Ettore Marchi prelevato dal Gubbio si aggiunge a D’Errico, Negro, Galli, Ceccarelli e Reginaldo fra i pochi e validissimi reduci del Monza di inizio stagione. Brocchi ha tra l’altro l’imbarazzo della scelta visto che ha l’intera rosa a completa disposizione.

La Vis invece in settimana ha incassato la tegola della frattura del quinto metatarso del piede di Diop che, con due presumibili mesi di stop, conclude anzitempo il campionato del senegalese. Indisponibili anche Testoni, Rossoni e Gabbani. Probabile la conferma del modulo (3-4-3 asimmetrico) visto nello 0-0 con la Virtus Verona, ma con diversi dubbi negli interpreti. Per la maglia di terminale offensivo il monzese doc Guidone è in ballottaggio con Olcese. Alle sue spalle Lazzari dovrebbe essere affiancato da Tessiore, preferito a Voltan. In difesa dubbi fra Pastor e Rocchi. La Vis cerca quel risultato che tenga a debita distanza i playout attualmente distanti cinque punti.

Gennari in gol col Monza (Foto Filippo Baioni)

Gennari in gol col Monza (Foto Filippo Baioni)

All’andata (vedi foto) una buona Vis pareggiò al Benelli 1-1 con gol di Gennari (al rientro dopo un turno di squalifica) a replicare al vantaggio monzese di D’Errico.

Le probabili formazioni:

MONZA (4-4-2): Guarna; Lepore, Scaglia, Marconi, Anastasio; Chiricò, Armellino, Fossati, D’Errico; Brighenti, Marchi. All. Brocchi

VIS PESARO (3-4-2-1): Tomei; Pastor, Briganti, Gennari; Petrucci, Paoli, Botta, Rizzato; Lazzari, Tessiore; Olcese. All. Colucci

ARBITRO: Annaloro di Collegno

Il programma della 30’giornata:

Domenica alle 14.30:

Sudtirol – Giana Erminio

Domenica alle 16.30:

Monza – Vis Pesaro

Albinoleffe – Teramo

Fermana – Rimini

Ravenna – Fano

Imolese – Renate

Samb – Vicenza

Virtus Verona – FeralpiSalò

Domenica alle 20.30:

Triestina – Pordenone

Lunedì alle 20.45:

Gubbio – Ternana

CLASSIFICA:

Pordenone 58; Triestina 51; FeralpiSalò 50; Imolese, Sudtirol, Monza 46; Ravenna 42; Fermana 40; Sambenedettese 39; Vicenza 37; Vis Pesaro, Ternana 34; Gubbio 33; Rimini 32; Renate, Teramo 31; Albinoleffe, Fano 29; Giana Erminio 27; Virtus Verona 26

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>