Vis Pesaro, scocca l’ora del derby di Fermo. Briganti non ce la fa

PESARO – Una zona playout da scansare, un derby da onorare, la Vis dei tempi migliori da ritrovare. Triplo obiettivo per la Vis Pesaro che domani (ore 14.30) giocherà al Recchioni di Fermo il 56esimo capitolo della sua secolare sfida alla Fermana. La Vis vi arriva dopo una sconfitta col Sudtirol che ha riportato a galla tutti i difetti e le ansie che il doppio pareggio con Virtus Verona e Monza aveva parzialmente lenito. I punti latitano (solo 6 nel girone del ritorno) i gol idem (solo uno nelle ultime 7 partite) e domani bisognerà andare a prendersi i punti sul campo della Fermana miglior difesa del campionato (22 gol subiti) che, all’ottavo posto con 43 punti, è già salva e ha i playoff virtualmente in tasca. Ma se la Vis ha l’obiettivo di tenere a debita distanza la zona playout (ora avvicinatasi a 3 punti), la Fermana ha l’obiettivo di prendersi il migliori piazzamento per i playoff e “vendicare” il 3-0 con cui fu sconfitta a Pesaro alla gara d’andata. Ovvero l’unica volta dell’anno in cui la Vis è stata capace di segnare 3 gol nonché l’unica volta in cui la Fermana ne ha incassati 3. Tolta quella parentesi di novembre, i gialloblù si sono resi specialisti nel rendere al massimo la dicotomia fra miglior difesa del torneo e secondo peggior attacco. La storia del campionato dice infatti che ogni volta che la Fermana va in vantaggio vince, ma ogni volta che va sotto, perde.

Briganti contro la Fermana nella sfida dell'andata. Questa volta sarà indisponibile (Foto Filippo Baioni)

Briganti contro la Fermana nella sfida dell’andata. Questa volta sarà indisponibile (Foto Filippo Baioni)

Nella Vis la novità di giornata potrebbe essere rappresentata dalla prima da titolare di Ivan a centrocampo. In attacco, senza Olcese, Diop, Balde e Medved, il terminale obbligato sarà Guidone affiancato da Voltan. Quest’ultimo è in netto vantaggio su Lazzari in dubbio fino all’ultimo dopo una settimana complicata dal punto di vista fisico. Non ci sarà Briganti al quale è stata diagnosticata una lesione dopo l’infortunio subito col Sudtirol. Probabile che Paoli scali in difesa con conseguente inserimento di Gaiola a centrocampo.

La Fermana, dopo due vittorie per 1-0 con Teramo e Rimini, domenica scorsa è stata a braccia conserte per il rinvio della partita di Fano. Oggi si presenterà al cospetto della Vis con le defezioni di Maurizi, Iotti e dei lungodegenti D’Angelo, Cremona e Ginestra.  Sugli spalti del Recchioni è annunciata anche la presenza del presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli. I precedenti tra Vis e Fermana sorridono ai pesaresi, in vantaggio 20 vittorie a 16 (19 i pareggi).

Le probabili formazioni:

FERMANA (3-5-2): Marcantognini; Scrosta, Comotto, Sarzi Puttini; Misin, Fofana, Giandonato, Urbinati, Sperotto; Lupoli, Malcore. All. Destro

VIS PESARO (3-5-2): Tomei; Pastor, Paoli, Gennari; Petrucci, Gaiola, Botta, Ivan, Rizzato; Voltan, Guidone. All. Colucci

ARBITRO: Cosso di Reggio Calabria

La 32^giornata

Ore 14.30: Fermana – Vis Pesaro, Gubbio – Renate, Sudtirol – Vicenza

Ore 16.30: Fano – FeralpiSalò, Giana Erminio – Teramo, Imolese – Monza, Ravenna – Albinoleffe, Ternana – Pordenone, Triestina – Sambenedettese, Virtus Verona – Rimini.

Classifica

Pordenone 62; Triestina 54; FeralpiSalò 51; Imolese 50; Sudtirol 49; Monza, Ravenna 48; Fermana*43; Vicenza, Sambenedettese 40; Vis Pesaro, Ternana 35; Teramo, Gubbio 34; Giana Erminio 33; Rimini, Renate, Albinoleffe, Virtus Verona 32; Fano*29 (*: una partita in meno)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>