Comitato Nicola Baiocchi Sindaco replica alla coalizione a sostegno di Matteo Ricci: “Liste Fake? Il 26 maggio saranno i pesaresi a dire se siamo veri o falsi”

di 

26 marzo 2019

Comitato Nicola Baiocchi Sindaco

PESARO – A chi mi accusa di rappresentare delle persone non vere (Rileggi qui precedente Articolo Pu24) e non liste ma profili Facebook io rispondo in una sola maniera: non solo siamo veri, ma sono orgoglioso e onorato di essere sostenuto da tutto il centrodestra pesarese, che rispecchia il centrodestra nazionale, e dalla lista civica Siamo Pesaro.
Poi, se i signori del PD vogliono dire che Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia sono liste fake non composte da persone mi spiace rispondere loro che sono composte da persone ben conosciute a Pesaro e in Italia e che queste persone sono talmente ben conosciute che da marzo 2018 vincono
e, soprattutto, convincono gli italiani. Se il PD di Ricci ha bisogno di un riferimento faccia un giro in Basilicata.
Nicola BaiocchiSe invece vuole affermare che la lista ‘Siamo Pesaro’ sia una lista fake, rispondo che si tratta di una realtà attiva da 5 anni, una vera spina nel fianco in ogni Consiglio comunale e che rende meno piacevole il regno di Ricci.
Poi c’è la lista civica ‘Prima c’è Pesaro’ una lista composta da pesaresi liberi e forti che dicono e affermano ‘un’altra Pesaro è possibile e auspicabile’ e che prima degli interessi personali ci sono quelli di una città, di una comunità, e di questa lista mi onoro di essere il promotore. Forse il nome ‘Prima c’è Pesaro’ disturba la maggioranza di governo della città? Noi siamo un gruppo di persone, una coalizione di partiti, che si candidano a governare Pesaro dopo anni di monocrazia, dopo 70 anni di sinistra al potere. Rappresentiamo non solo noi stessi, ma tutti i pesaresi che oggi dicono basta a un’amministrazione tanto lontana dalle persone quanto vicina allo schermo dello smartphone.
Io non mi vergogno di nulla e nessuno, non cambio idea a ogni cambiamento del segretario, non ho bisogno di far creare liste ad hoc, mascherando i tesserati del Partito democratico sotto altri nomi. Quello è uno sport che lascio ad altri. Saranno i pesaresi a dire se siamo veri o falsi e lo diranno il 26 maggio prossimo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>