A Villa Cattani Stuart arriva la quarta edizione di Pesaro Wine Festival

di 

28 marzo 2019

Villa Cattani Stuart

Villa Cattani Stuart

PESARO – L’elegante dimora storica ”Villa Cattani Stuart,” nel piccolo borgo di Trebbiantico, alle porte di Pesaro, è pronta a dare inizio alla IV° edizione del Pesaro Wine Festival, manifestazione dedicata alla cultura del vino, ormai nota a livello nazionale. L’evento, nato da un’idea di Gianluca Galeazzi, è organizzato dall’Associazione culturale Pesaro Vino Cultura con il patrocinio del Comune di Pesaro. Il festival si svolge a Pesaro perché oltre ad essere la città degli organizzatori è anche nelle Marche, regione che nel settore enologico occupa un posto di assoluto rilievo per l’alta concentrazione di aziende vitivinicole. Pesaro è anche città della musica avendo dato i natali a Gioachino Rossini, celebre compositore e raffinato gourmet, a cui è dedicato il Rossini Opera Festival, tra i più importanti festival del panorama europeo e unica manifestazione lirica internazionale interamente dedicata al celebre compositore. E’ anche per omaggiare il genio del  maestro Rossini, noto per la sua musica e per il suo fine palato che Il Pesaro Wine Festival ha scelto Pesaro come location.

IL PWF godrà della presenza di oltre cinquanta aziende vinicole nazionali e internazionali accuratamente selezionate secondo criteri di qualità, riscontrabili non solo nelle caratteristiche organolettiche del vino ma anche nei processi di produzione, il più possibile naturali. Le aziende sono astate selezionate da una commissione di esperti, degustatori e winelover. Oltre a seminari, concerti e momenti conviviali il Festival offre anche la possibilità di acquistare i vini in degustazione, proprio come una fiera del vino. Grande attesa, in questa edizione, per i seminari che saranno dedicati al Taurasi, al Greco di Tufo e al Fiano di Avellino ed infine alla Valpolicella. Venerdi 29 marzo sarà la volta di Armando Castagno con il seminario “Taurasi, il gigante gentile d’Irpinia”, il 30 marzo ancora Armando Castagno ci introdurrà al seminario “Greco di Tufo e Fiano d’Avellino. I due grandi bianchi d’Irpinia”, mentre il 31 marzo sarà la volta di Francesco Falcone che ci parlerà de “La Valpolicella Classica”.

Il Premio Angeletti

Il Premio Angeletti

Sabato 30 marzo sarà assegnato il premio del vino più votato, dedicato al giornalista prematuramente scomparso, Paolo Angeletti. Sempre nella serata di sabato si esibirà dal vino la band rock “Hot Paint” e sarà presente il Furgoncino con i suoi panini gourmet. Le giornate di apertura al pubblico del Festival e dei banchi d’assaggio è previsto per sabato 30 marzo alle ore 12.00 con chiusura alle ore 20.30 e domenica 31 marzo con orario 12.00-19.00.

I biglietti della manifestazione si possono acquistare in loco al prezzo di 20 Euro, con agevolazioni particolari per le due giornate di festival. I seminari debbono essere prenotati e pagati a parte. Al Festival saranno presenti i produttori della Doc Bianchello del Metauro che faranno assaggiare le loro etichette, in occasione del 50° anniversario della nascita della DOC Bianchello del Metauro, l’iniziativa è a cura del il Delegato AIS Urbino Montefeltro Raffaele Papi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>