Vuelle alla prova della terza forza del campionato, domenica alla Vitrifrigo Arena arriva Avellino

di 

29 marzo 2019

PESARO – Mai come quest’anno, la serie A si è divisa in due tronconi netti, non era mai successo infatti che, a sette giornate dalla fine, tra la dodicesima e la tredicesima ci fossero dieci punti di differenza e, di conseguenza, tutte le prime dodici possono ancora approdare ai playoff, mentre alle ultime quattro non rimane altro obiettivo che evitare la retrocessione. Il bello, o il brutto fate voi, è che la tredicesima può tranquillamente vincere con la quinta e questo renderà il campionato avvincente fino all’ultima giornata, abbiamo detto avvincente, non bello, perché di partite degne di essere ricordate ne abbiamo visto davvero pochine quest’anno, non solo da parte della Vuelle, la cui ultima partita degna di essere ricordata è probabilmente una dei playoff 2012, ma di tutte le squadre in generale, perché anche la stessa Milano vivacchia, con la testa che è sempre stata rivolta più all’Eurolega che all’Italia, con l’Armani che adesso rischia, oltre di non accedere ai playoff europei, anche di perdere il primo posto ai danni di Venezia, e chissà che non gli venga la voglia di accelerare il ricorso della partita persa a tavolino con Pistoia, di cui in settimana si sono sapute le motivazioni, perché quei due punti magari non conteranno tantissimo per i Campioni d’Italia, ma contano moltissimo per la Vuelle.

E’ chiaro infatti che, dopo la vittoria di Reggio Emilia a Pistoia di domenica scorsa, saranno Pesaro e l’OriOra al 90%, a giocarsi la salvezza, anche perché onestamente sono le due formazioni più deboli del lotto, soprattutto dopo che Reggio Emilia ha aggiunto due pedine importanti come Darius Johnson-Odom e il francese Poirer, mentre a Torino, se e quando arriveranno regolarmente gli stipendi, la situazione potrebbe improvvisamente migliorare – Cantù docet –  la Fiat poi ha il 2 a 0 con Reggio Emilia, ha vinto di 6 all’andata con Pistoia e ospiterà Pesaro all’ultima giornata e in caso di classifica avulsa, potrebbe essere la squadra più tranquilla delle quattro.

E’ chiaro comunque che continueremo a dare un’occhiata interessata ai loro risultati, con la Fiat che sarà impegnata sabato sera a Trento, mentre, con la partita della Vuelle che inizierà alle 17.30, dovremmo aspettare un pochino per sapere cosa farà Pistoia a Brescia – inizio ore 18.30 – e un po’ di più – inizio ore 19.00 – per conoscere il risultato di una Grissin Bon che riceverà Brindisi, partita che potrebbe togliere definitivamente Reggio Emilia dalla zona pericolo, in caso di successo degli uomini di Pillastrini.

Il calendario di Pesaro e Pistoia è abbastanza simile – 3 in casa, 4 fuori – così come le squadre che dovranno affrontare, visto che entrambe dovranno recarsi a Trento e Varese, ed ospiteranno Torino ed Avellino, la differenza è che la Sidigas andrà in Toscana all’ultima giornata, con tante possibilità di essere già qualificata ai playoff, dove finire al terzo o quarto posto non fa poi così tanta differenza, mentre la Vuelle affronterà gli irpini proprio questa domenica, con la Sidigas ancora non sicura di essere qualificata per la post season e giocherà in riva al Foglia, con tutta l’intenzione di portare via due punti preziosi per la propria classifica, e se le due squadre giocheranno al 100% del loro potenziale, la vittoria degli ospiti appare abbastanza scontata.

All’andata Pesaro perse di un solo punto, con Blackmon che rimase con il pallone in mano, senza accorgersi che stavano scadendo i 14 secondi, ma quella era una Vuelle diversa, che, dall’alto del suo settimo posto in classifica, poteva far pensare a qualcuno che la salvezza potesse essere facile da raggiugere, ma era una pia illusione, Pesaro era destinata dalla prima giornata a dover soffrire fino all’ultima, e nel frattempo sono cambiati parecchi protagonisti, sperando che i nuovi arrivati capiscano che questa sarà la terzultima partita disputata tra le mura amiche della Vitrifrigo Arena e che sarà una delle pochissime occasioni per muovere una classifica, che necessita di almeno altri quatto punti per poter respirare a pieni polmoni.

 

LA PARTITA DELLA SETTIMANA

VICTORIA LIBERTAS PESARO – SIDIGAS AVELLINO

DOMENICA 31 MARZO – ORE 17.30 – VITRIFRIGO ARENA DI PESARO

Risultato dell’andata: Avellino – Pesaro 82-81

Diretta streaming su Eurosport player

 

L’AVVERSARIA DELLA SETTIMANA

Qualche sconfitta di troppo, non le ha permesso di essere più vicino al duo Milano-Venezia, ma di fatto Avellino è la terza forza del campionato, con un roster profondissimo impreziosito dall’arrivo di Udanoh da Cantù, in un settore lunghi colpito da tanti infortuni, come quelli di Costello e Young, mentre il senegalese Ndiaye, assente domenica, dovrebbe rientrare contro Pesaro, anche se Luca Campani è sempre pronto a fare il suo dovere sotto i tabelloni, in un settore italiani che può contare su Ariel Filloy e Luca Campogrande, sul playmaker D’Ercole, eccellente tiratore e sull’all around Spizzichini. Il giocatore più talentuoso a disposizione di coach Vucinic è sicuramente Caleb Green, ala che può ricoprire tranquillamente tre ruoli, ma anche Demonte Harper ha punti nelle mani, sempre in quintetto insieme al playmaker Sykes, mentre solo nel riscaldamento sapremo se sarà disponibile Demetris Nichols, per una Sidigas che al completo, farà paura anche al duo di testa.

IL DUELLO CHIAVE

Mark Lyons vs Keifer Sykes: Lyons sta cominciando ad essere sempre più importante per la Vuelle e di fatto è diventato il playmaker titolare, spodestando Artis. Il piccolo, ma coriaceo Mark, si troverà di fronte un regista altrettanto “small”, ma con tanto talento, soprattutto offensivo, mentre in difesa soffre avversari veloci che attaccano il ferro.

IL MOMENTO DELLA SQUADRA

La pallacanestro italiana non perde mai l’occasione di salire alla ribalta della cronaca, per motivi extra sportivi, infatti, dopo i problemi di Cantù, Avellino e Torino, anche a Trieste le cose si sono complicate, dopo l’indagine aperta dalla Finanza nei confronti di Luigi Scavone, socio di maggioranza della Pallacanestro Trieste, di cui tramite la sua azienda Alma è anche main sponsor, le accuse nei suoi confronti sono pesanti – si parla di diversi milioni evasi al Fisco – e nell’ambiente girano già le voci di possibili partenze eccellenti di giocatori verso l’estero  – vi ricordiamo che il mercato interno italiano finiva oggi – anche per risparmiare stipendi onerosi e chi incontrerà Trieste nelle prossime giornate, potrebbe trovarsi di fronte una squadra demotivata e priva di qualche pezzo importante, con l’obiettivo playoff che potrebbe essere non prioritario e con la salvezza già raggiunta da un pezzo, c’è il rischio ad esempio, che quando Reggio Emilia salirà in Friuli il prossimo 14 aprile, si trovi di fronte una squadra senza grosse motivazioni, ma va tutto bene così, l’importante è che il prossimo anno la serie A diventi a 18 squadre, per incassare più fideiussioni e più tasse federali, tanto i controlli saranno a carico delle stesse società, con tanto di autocertificazioni.

Mockevicius (foto Luca Toni tratta dalla pagina Facebook della Vuelle)

Mockevicius (foto Luca Toni tratta dalla pagina Facebook della Vuelle)

Ne riparleremo in estate, sperando che Pesaro sia ancora al suo posto, anche se l’obiettivo salvezza si fa sempre più complicato, in settimana è sfumato infatti l’affare Jankovic, che lunedì pomeriggio era praticamente cosa fatta, prima che la squadra greca dell’Holargos bloccasse tutto, causa infortunio del suo sostituto in quel ruolo, quello di ala piccola, che la Vuelle tenterà di riempire nei prossimi giorni, anche se rimarranno solamente altre sei partite dopo quella con Avellino, nella quale dovrebbe essere schierato ancora nei 12 il russo Shashkov.

L’obiettivo è di prendere un giocatore subito pronto all’uso, al massimo della forma, con esperienza a medio-alto livello, soprassedendo sulle specifiche del ruolo, uno dei papabili potrebbe essere Orlando Johnson, 30enne guardia/ala, scelto al secondo giro Nba nel 2012, attualmente impegnato a Taiwan, con la maglia del Paiuan, dove sta viaggiando a 22 punti, 9 rimbalzi e 4 assist, anche se il campionato taiwanese non è uno dei più competitivi, ad ottobre era stato tagliato dalla squadra bosniaca dell’Igokea, per un problema al ginocchio, ma in questi ultimi mesi sembra aver recuperato dall’infortunio e potrebbe essere il rinforzo giusto per la Vuelle, ma forse non per coach Boniciolli, che preferirebbe un giocatore europeo con esperienza, sui due metri, in grado di giocare anche da ala grande, per schierare il più a lungo possibile McCree da ala piccola, il mercato non offre tantissimo, ma qualcosina di buono in giro c’è, l’importante è che arrivi il prima possibile, perché ormai mancano 45 giorni alla fine del campionato e alle casse della Vuelle, costerebbe solo un paio di stipendi, quelli di aprile e maggio, soldi che arriverebbero anche dagli incassi extra previsti per le due ultime due partite casalinghe, quelle con Sassari e Reggio Emilia, quando dovrebbe essere riproposto il biglietto a 10 euro, per riempire il più possibile una Vitrifrigo Arena che ormai da troppo tempo non è più un fattore.

 

LA VENTIQUATTRESIMA GIORNATA IN PILLOLE

Turno inaugurato dall’anticipo del sabato tra Trento e Torino, mentre il mezzogiorno domenicale sarà allietato dallo scoppiettante match tra Trieste e Cremona, alle 17 Milano cercherà di riprendersi dalle delusioni dell’Eurolega, superando Cantù in un derby sempre sentito dalle due tifoserie, mentre alle 18, Sassari e Bologna daranno vita ad uno dei tanti duelli con vista playoff, mezz’ora più tardi, Pistoia cercherà di espugnare il parquet di Brescia per lasciare l’ultimo posto in classifica, mentre Reggio Emilia ha l’occasione di lasciarsi alle spalle la zona pericolo, superando Brindisi al PalaBigi, in una 24esima giornata che si chiuderà col posticipo tra Varese e Venezia.

I PROSSIMI TURNI DELLA VICTORIA LIBERTAS

Domenica 7 aprile – ore 18.30:

Vanoli Cremona – Victoria Libertas Pesaro

 

Domenica 14 aprile – ore 19.05:

Dolomiti Energia Trento – Victoria Libertas Pesaro

 

Sabato 20 aprile – orario da definire:

Victoria Libertas Pesaro – Banco di Sardegna Sassari

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>