A Fano la Festa della Musica. Ecco il ricco programma del 21 giugno in città

di 

18 giugno 2019

La conferenza stampa di presentazione al ristorante Idea.Le

La conferenza stampa di presentazione al ristorante Idea.le

FANO – Oltre 30 location, band, dj, gruppi, duetti e solisti. Si prepara un’edizione da record per la Festa della musica europea che si terrà a Fano venerdì 21 giugno.
Tutta la città parteciperà all’evento, partendo dalla zona del Lido e dell’Arzilla, passando per la Sassonia, fino a coinvolgere tutto il centro storico, con esibizioni di musica live di vari generi (34 per la precisione) che riempiranno letteralmente di musica i vicoli, le piazze, i giardini, le strade, il lungomare.

Il progetto, affidato quest’anno a Onstage Produzioni di Nicola Anselmi e Emanuela Giorgi che hanno curato il coordinamento generale della manifestazione, avrà il suo momento clou con l’evento speciale in piazza XX Settembre, dove verrà posizionato un palco in cui si svolgerà l’evento centrale della festa. Alle ore 18 l’apertura della manifestazione con la diretta di Radio Fano, affidata ai suoi speaker Augusto Alessi e Daniele Bolla. Seguirà il Gruppo Bandistico Fiati Marchigiani, diretto dal maestro Mauro Bergami. Saranno loro a dare il via ufficiale alla festa, partendo dalla piazza e percorrendo poi tutto il centro storico. Poi il tappeto musicale selezionato dal dj Bibi e alle ore 22 il concerto della BdA, cover band di Vasco Rossi, con lo special guest Andrea “Cucchia” Innesto, sassofonista di Vasco che si esibirà insieme al gruppo.

Lido di Fano – Anche nella piazzetta del Lido si terrà un evento davvero suggestivo: qui verrà ospitata la ‘Mazurka Klandestina’. Si tratta di un raduno nazionale di famosi musicisti e ballerini di danze folk che verranno da tutta Italia per animare la notte del Lido a suon di mazurka. Nata 10 anni fa a Milano, la Mazurka Klandestina è una sorta di ‘rave’ di ballo folk convocato via Facebook in piazze, cortili, portici, parcheggi e altri siti cittadini, normalmente destinati ad altri utilizzi. Un movimento in grado di rompere le tradizionali barriere fra la cultura popolare e quella underground. La mazurka di cui si parla è quella francese che non c’entra nulla col liscio, ovvero la versione moderna e sensuale della danza di origine polacca che ballavano i nostri nonni nelle balere, con intensità malinconica e uno stile di ballo intimo, che la fanno diventare una specie di tango a tre tempi.

Novità – Tra le novità di quest’anno ci saranno le SAGOME IN MUSICA. Saranno realizzate 10 sagome che raffigurano i grandi musicisti della storia che saranno collocate in tutto il percorso della festa. Le sagome sono stampate a grandezza naturale per dare la possibilità, a chi lo desidera, di immortalarsi accanto al proprio idolo, creando così un maggiore coinvolgimento sui social network.

La storia – Quest’anno si festeggiano i 25 anni della Festa della musica, anche se effettivamente l’evento nasce il 21 giugno del 1982, con l’iniziativa ideata dal ministero della Cultura francese. Dal 1985, Anno Europeo della Musica, la Festa della Musica si svolge in Europa e nel mondo. Nel 1994, Barcellona, Berlino, Bruxelles, Budapest, Napoli, Parigi, Praga, Roma, Senigallia sono le città fondatrici dell’Associazione Europea Festa della musica. Nel 2016 in Italia la svolta, grazie al lavoro fatto dalla AIPFM (Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica) e dalla presenza istituzionale del Ministero dei Beni Culturali e turistici, hanno aderito più di 280 città, dando vita a una rete distribuita su tutto il territorio nazionale. Nel 2018 le città partecipanti all’evento sono state circa 700.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>