Domenica a Cagli la IX edizione de “La Battaglia di Paravento”: letture e “canti popolari resistenti”

di 

22 giugno 2019

CAGLI – Domenica 23 giugno, dalle ore 11 a Paravento di Cagli, si terrà la IX edizione dell’evento “La battaglia di Paravento”, una giornata di iniziative storico – culturali per ricordare l’episodio di guerra partigiana avvenuto sul monte Catria tra il 19 e 20 giugno 1944, rimasto per anni scarsamente conosciuto pur essendo tra i più significativi, in cui perse la vita il giovane partigiano Mario Sabbatini.

Monumento in ricordo della battaglia di Paravento

Monumento in ricordo della battaglia di Paravento

La manifestazione, promossa dall’associazione culturale, storico, ambientale “La battaglia di Paravento” e dall’Anpi Pesaro e Urbino con i patrocini del Consiglio regionale delle Marche, della Provincia di Pesaro e Urbino e dei Comuni di Cagli, Frontone, Cantiano, Serra Sant’Abbondio e Pergola, prenderà il via alle ore 11 con il saluto delle autorità, seguito dalla presentazione del libro “Il miracolo della corda” di Monica ed Elvio Alessandri, con letture di Lucia Ferrati e delle ragazze dell’associazione “Olinda” inframezzate da “canti resistenti” di Tiziana Gasparini. Alle ore 13 pranzo organizzato dalla popolazione di Paravento (su prenotazione, 20 euro compresa tessera dell’associazione, tel. 392.0410823 – 348.3869901). Alle ore 14.30 “Mai più muri ma ponti e sentieri della libertà”, progetto per la realizzazione di un “sentiero della resistenza” per concludere alle ore 15 con “canti popolari resistenti” eseguiti dai gruppi “GatoNegro” e “La Brigata”. L’iniziativa vede la collaborazione di “Squola Spazio Pubblico Autogestito” e dell’Università agraria degli uomini della Villa di Paravento.

“Nel resoconto ufficiale della V Brigata Garibaldi Pesaro – evidenzia lo storico della Resistenza Giorgio Bianconi – si trova soltanto un accenno sulla battaglia di Paravento, mentre invece risulta essere tra gli episodi più saliente della guerra partigiana nel territorio provinciale. Con la collaborazione dell’Anpi di Pesaro e Urbino e del partigiano Claudio Cecchi, che condusse la battaglia come commissario politico del distaccamento Pisacane del I battaglione della Brigata Garibaldi, si è cercato di colmare un’inspiegabile dimenticanza e di ricordare nel contempo le circostanze in cui trovò la morte il valoroso giovane partigiano Mario Sabbatini. In questi anni è stata deposta una targa in suo ricordo donata da Zeno Viggiani e tre anni fa è stato installato all’ingresso del paese uno splendido monumento creato dall’artista pergolese Artemio Loretelli che ricorda la battaglia”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>