Hackett rimbalza dal titolo europeo alla Elev8 Basket City Kings. Nel weekend la seconda edizione della rassegna ideata dal campionissimo pesarese

PESARO – Elev8 è pronta ad eleggere la Basket City dell’estate 2019, quella che sarà incoronata la sera del 30 giugno nell’arena allestita fra i due porti di Pesaro per la seconda edizione dell’evento creato da Daniel Hackett e Matteo Longoni, che aprirà i battenti il 28 giugno. Dopo il grande successo della prima edizione, che portò sul trono Trieste con Andrea Pecile mvp, altre 8 squadre sono pronte a darsi battaglia per accaparrarsi la corona. Pesaro, Bologna, Bari, Pescara, Torino, Milano, Roma e Brescia hanno scelto i loro capitani: saranno Daniel Hackett, Riccardo Moraschini, Niccolò Basile, Marco Timperi, Peppe Poeta, Claudio Negri, Riccardo Tavernelli e David Moss.

daniel hackettLa squadra pesarese è formata da Matteo Cercolani, Marco Gnaccarini, Alessandro Amici, Diego Terenzi, Fabio Stefanini, Giorgio Broglia, Pietro Bocconcelli, Andrea Maggiotto, Federico Giunta, Andrea Giampaoli e Marco Giacomini. “Sono soddisfatto del roster allestito. Avrò come compagni atleti battaglieri, che ben conoscono le regole del playground” dice Hackett.

L’arena aprirà tutti i giorni dalle 16 alle 23. Il primo giorno, 28 giugno, a partire dalle 17, sono in programma i quarti di finale e in serata il party ad invito a Villa Piccinetti. Il 29 giugno alle 16 si comincia con la qualificazione per il contest della gara del tiro da tre punti, quindi dalle 19 le due semifinali; chiusura di giornata con l’Open Party a La Vela. Il 30 giugno gran finale: la mattina la novità, il Jordan Breakfast Club, un allenamento di 30′ con coach Giacomo Baioni e il preparatore della Vuelle Roberto Venerandi, a seguire colazione e una chiacchierata con Daniel Hackett. Alle 17 le finali della gara del tiro da tre e delle schiacciate, quindi finale per il 3° posto e alle 20 la finale per diventare la Basket City Kings 2019. L’evento si concluderà con le premiazioni.

Grandi sponsor al fianco di questa seconda edizione: i marchi più importanti che hanno legato il loro nome ad Elev8 sono Double Clutch, Contadi Castaldi e Bearound, ma non meno preziosi per la riuscita della manifestazione sono il servizio medico prestato da Isokinetic e quello auto di Volkswagen della concessionaria Gabellini. Altre partnership di rilievo, Red Bull e Jordan. Confermato infine il supporto di Officine creative marchigiane e Valvola. L’ingresso ad ogni partita costa 10 euro, mentre l’abbonamento alle tre giornate 25 euro: i biglietti si possono acquistare online sul circuito di liveticket, o collegandosi direttamente dal sito di Elev8. All’area food & beverage, invece, gestita da LeBon, Caffè 2+6 e Marco Iachetta, si può accedere gratuitamente.

Le dichiarazioni in conferenza stampa:

brindisi“Siamo felici, onorati ed emozionati, oltre che sommersi dal lavoro, per la seconda edizione di un evento che ha creato interesse da parte di tanta gente, anche molto importante – dice Daniel Hackett -. Questo è il crocevia per noi: essere partner di brand importanti che hanno contribuito alla costruzione dell’arena è stato decisivo. Ci aspettiamo grande entusiasmo da parte di chi vuol vedere pallacanestro e stare in contatto con i giocatori, ma anche solo rilassarsi in una location splendida, mangiare, bere e conoscere tutto quello che ruota attorno a Elev8”. Il grazie più grande va agli sponsor: “Isokinetic è diventato uno dei migliori centri riabilitativi europei, Be around è un brand di moda maschile che vuole entrare nello sport (sarà sponsor anche di Brescia), Contadi Castaldi, uno sponsor frizzante che ci accompagna ancora, Double Clutch di Verona un negozio tra i migliori per abbigliamento di basket. Mentre lo sponsor tecnico sarà la Jordan di Michael Jordan, con un evento, il Jordan Breakfast club, che avrà una sessione di allenamento con me la domenica mattina. All’interno dell’evento ci saranno poi delle attività sviluppate attraverso Valvola di Lorenzo Gostoli e la sua crew”.

Il calendario della prima giornata: venerdì alle 17 si comincia con una rivincita Torino-Bari, la seconda sfida sarà un super classico Milano-Bologna, poi Pesaro-Pescara, chiude Brescia-Roma, che sarà seguita addirittura da un pullman di tifosi.

Matteo Longoni è il braccio destro di Hackett: “Un evento dal grosso potenziale, ancora inespresso per quel che può diventare. Jordan e Red Bull hanno fatto un passo in avanti verso di noi – sottolinea con orgoglio -. Vogliamo crescere e la squadra vincitrice di quest’anno sarà invitata al torneo di Parigi Quai54, per noi un grande onore. Ci saranno giocatori importanti e speriamo, insieme all’amministrazione comunale, di far diventare Elev8 un evento di portata internazionale”.

“Siamo tornati perché l’anno scorso questi ragazzi ci hanno fatto vivere un’esperienza unica, la forza del basket in una città unica – spiega Kyriakos Tsapralis di Isokinetic -. Tornarci con Hackett campione d’Europa è una cosa eccezionale. Quanto a noi, garantiremo agli atleti la nostra massima professionalità”.

Entusiasta il sindaco Matteo Ricci: “Sono grato a Daniel Hackett, a nome di tutta la città. Questa seconda edizione dimostra tutto l’amore che ha per Pesaro: quando uno ottiene grandi risultati può avere la tentazione di tirarsela, invece ci siamo emozionati nel vederlo indossare la sera che ha conquistato l’Eurolega addirittura la maglia del quartiere dov’è cresciuto, Pantano. Quest’anno vedrete il tramonto sul mare ed è una grande occasione di promozione: farà vedere un pezzo di Pesaro straordinario”.

Conclude Mila Della Dora, assessore allo sport: “Elev8 è un evento nel quale abbiamo creduto sin dall’inizio, perché vedevamo la genialità di chi l’ha ideato: sostenere un evento quando non è ancora stato fatto richiede coraggio, ma chi ci ha creduto è stato premiato. Siamo orgogliosi di quello che avete costruito insieme al vostro staff, non avevamo mai fatto una manifestazione sportiva tra i due porti, dà valore anche al Sunset Best View nel quale il Comune di Pesaro crede molto”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>