Top Down: quando la passione per i motori incontra la ricerca

di 

2 luglio 2019

“TOP DOWN”, è un raduno di auto spider e cabriolet, svoltosi domenica 30 giugno, particolare sotto tutti gli aspetti, quello principale è il fine benefico, rivolto alla ricerca per una cura genetica atta a debellare la disabilità intellettiva nei soggetti con la Sindrome di Down. Il Top Down è nato da un’idea di appassionati possessori di auto sportive, che avendo dei figli con questa sindrome, hanno pensato nobilmente di fondere la passione con l’attenzione verso la ricerca. Passando ai motori, la particolarità sta oltre che ad essere riservato come detto a vetture spider e cabrio di ogni epoca e cilindrata, provenienti da diverse parti d’Italia, nella modalità di svolgimento, infatti TOP DOWN, giunto alla terza edizione, si distingue per i tre luoghi di partenza, facendo il verso al famoso Rally di Montecarlo ed a altre grandi competizioni su strada del passato.

IL PERCORSO– In questa edizione 2019, le località di partenza sono state: la suggestiva Gola del Furlo, per gli equipaggi provenienti dalle Marche, per i provenienti dall’ Emilia-Romagna e nord Italia, la caratteristica Piazza Marconi a Brisighella (Ravenna), mentre gli appassionati della Toscana e Centro sono partiti da Sinalunga, la località in provincia di Siena che si staglia sulle stupende colline della Val di Chiana. Il punto d’incontro per il percorso comune è stato a Balze di Verghereto in provincia di Forlì-Cesena sotto le pendici del Monte Fumaiolo, dove nasce il Tevere. Dopo i saluti dell’Amministrazione locale e l’aperitivo di benvenuto le oltre 60 iscritte, fra le quali anche Ferrari, Mercedes e Porsche, si sono mosse alla volta di Pennabilli.

LO SCOPO BENEFICO– Giunti a Pennabilli, ricevuti dall’Amministrazione Comunale e dalla Pro-loco con in testa il Sindaco Mauro Giannini, le auto hanno fatto bella esposizione nella caratteristica Piazza Giuseppe Garibaldi, dove si erge la “Fontana” resa celebre nei racconti del poeta e scrittore Tonino Guerra. Gli equipaggi partecipanti al Raduno, ai quali si sono aggiunti altre persone che hanno voluto dare il loro supporto allo scopo nobile dell’evento, sono stati ospiti del Ristorante Albergo “Il Parco”. Dopo aver assaggiato le prelibatezze preparate dallo Chef del Parco, si è tenuto l’incontro-convegno con il Professor Pierluigi Strippoli, del Reparto di Genomica dell’Università di Bologna, uno dei maggiori esponenti a carattere nazionale ed internazionale della ricerca sulla Sindrome di Down. L’intero ricavato del Top Down, come ogni anno sarà devoluto alla ricerca del Professor Strippoli e della sua equipe, impegnata come ha sottolineato il luminare, in una ricerca impegnativa. E grazie ad iniziative pregevoli come questa, fornisce un supporto oltre che economico di visibilità, ed un interesse allargato avvicinando sempre più persone a questo mondo fatto di ragazzi che spesso se non sempre sono più “normali” di noi che ci consideriamo tali. Conclusa l’edizione 2019 gli organizzatori del Top Down, sono già al lavoro per il 2020.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un commento to “Top Down: quando la passione per i motori incontra la ricerca”

  1. Stefano scrive:

    Se ci sarà un nuovo raduno parteciperei volentieri. Saluti, Stefano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>