A tredici anni raccolgono volontariamente rifiuti per sparsi per la città, ecco il “plauso della città” a Giovanni Fraternali Grilli e Giovanni Zidda

di 

8 luglio 2019

uno (14)PESARO – I tredicenni Giovanni Fraternali Grilli e Giovanni Zidda, amici e vicini di casa, hanno già le idee chiare. Archiviato il ciclo della scuola secondaria di primo grado, a settembre si ritroveranno compagni di banco nella stessa classe al Mamiani. In parallelo continueranno a dare il loro contributo volontario per tenere pulita la città. «Tutto nasce dai ‘Fridays for Future’ e dal movimento di Greta. Una consapevolezza ambientale: da lì è scattata la molla», spiegano i due. «Ci attrezziamo con guanti, pinze, sacchi. E partiamo». Finora hanno operato – individualmente o coinvolgendo altri amici – tra centro storico, porto e viale Trieste. «Ma amplieremo il raggio d’azione: a settembre andremo anche in spiaggia. Il rifiuto che troviamo più spesso a terra? Nessun dubbio: mozziconi di sigaretta».

dueIn sala rossa del Comune si sono presentati questa mattina con familiari e amici per il «plauso della città» del sindaco, affiancato dall’assessore Heidi Morotti. Dice Matteo Ricci: «Vogliamo sempre più una città-giardino. La città migliora se il pubblico fa maggiormente la propria parte, ma anche se la gente cambia mentalità e approccio. Avere una città pulita è un diritto: ognuno di noi, però, ha il dovere di non sporcarla. Zidda e Fraternali Grilli, giovanissimi, hanno contribuito a veicolare il concetto. Speriamo che il loro esempio possa essere seguito da tanti, perché ancora tante persone, con gesti evitabili, fanno gravi danni al decoro della città: i mozziconi di sigaretta, insieme alla plastica, sono tra le cose più inquinanti. Anche per questo dal 15 luglio scatterà l’ordinanza relativa al divieto di fumo sulla battigia e in acqua: è una battaglia contro l’inquinamento sul mare». Per il futuro Ricci confida nelle nuove generazioni: «Sono convinto che grazie a ragazzi come Zidda e Fraternali Grilli maturerà un altro atteggiamento verso l’ambiente. Importante valorizzare il loro esempio: è un riconoscimento anche ai valori positivi trasmessi ai due giovani dai genitori».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>