IL CORSIVO: … e io fumo . L’ordinanza emessa dal sindaco suscita qualche perplessità

di 

15 luglio 2019

di Dario Delle Noci

LOGO IL CORSIVOPESARO – Ho letteralmente bevuto sul giornale prima e su FB poi l’ordinanza del sindaco sul divieto di fumo in battigia.  Pensate, persino Nosferatu fumava mentre  il collega Dracula no, per dire. Ma veniamo al alla demonizzazione del fumatore. Premesso che questa giunta e Ricci hanno dato una sferzata di vivacità a Pesaro mi domando, certo di attirare le ire dai salutisti, cosa abbia spinto il primo cittadino ad emanare l’ordinanza. Facciamo un po’ d’ordine schematico: il fumo fa male è scontato, mentre il colesterolo si divide tra buono e cattivo Il fumo no, cacca. Del resto sui pacchetti di sigarette ci sono immagini sconcertanti che dovrebbero dissuadere anche il più incallito dei fumatori che, invece, se ne frega e si accende una bionda. Ma – e qui sta il punto – le sigarette non hanno alle spalle il monopolio? Eggià, come i gratta e vinci. Però ti avvertono che c’è il pericolo di diventare ludopatico. Curiosità:  sapete che nelle sale slot è consentito fumare? Come dire che two vizis  is mej che one. Il gioco, insomma, vuole il fumo la sabbia no. Io smaltimento delle cicche?  D’accordo, usate i posacenere. Multate e fustigate con pubblico ludibrio chi le getta in giro. Ma no, dagli al fumatore! Il fumo causa il tumore, l’infarto, l’alzheimer la caduta del desiderio, l’impotenza, l’invecchiamento precoce e qualcuno sospetta anche gli orecchioni e le unghie incarnite: Andiamo “fra” (per usare un gergo giovane), se invece di un “editto” si usassero più buonsenso, educazione e tolleranza?

l'autolesionistaUn giorno a Malindi (terzo mondo) uno pseudo cameriere mi apostrofò in un improbabile inglese dicendomi che era vietato fumare lì sotto una specie di mezza tettoia in puro eternit. Bizzarrie. Un tempo si fumava nei cinema, nei bar , sugli aerei e negli ospedali. Di più, passava il primario e la sua corte con la siga al lato della bocca tipo Clark Gable in Casablanca. Troppo davvero. D’un tratto ci siamo civilizzati all’italiana. Vai al cinema e, dopo l’intervallo per i “tossici”, ritorni e t’hanno fregato il posto… Succede. E’ un modo come un altro di scimmiottare gli Usa dimenticando sbadatamente che Al Capone è finito al gabbio non perché fumava né perché uccideva ma semplicemente per evasione fiscale. Imitare questo no?

Siamo il popolo delle divisioni, Bianche e Neri, Guelfi e Ghibellini, Montecchi e Capuleti, cappelletti e agnolotti. Insomma, Sindaco,  torni sui suoi passi. Glielo chiedo con la mano sul cuore.

La sinistra. Nella destra ho una sigaretta. Sic.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>