Biblioteche regionali integrate, con la Media Library Online 30mila titoli e7000 riviste

di 

20 luglio 2019

1 (4)PESARO – Migliaia di quotidiani e periodi italiani e internazionali, libri digitali, musica e tanto altro, consultabili gratuitamente da pc, smartphone e tablet ogni giorno e in ogni momento della giornata.

E’ questa la “MLOL DAY” (Media Library Online), offre servizi di lettura digitale integrati attraverso un unico portale diservizio http://marche.medialibrary.it

“E’ una straordinaria opportunità per tutti i cittadini della nostra Regione – afferma Daniele Vimini, assessore alla Bellezza con delega alla Cultura – per diffondere cultura intercettando utenti che non sarebbero mai entrati in biblioteca”. Inoltre, “la rete, composta di 300 punti bibliotecari in tutta la Regione – continua Vimini – contrasta l’esclusione culturale. La biblioteca diviene il luogo fisico, l’help desk degli utenti, al quale ci si deve rivolgere per avere la tessera e i rinnovi annuali”. E conclude “Sono stati individuati 5 capofila fra cui il Comune di Pesaro, capofila per la produzione di materiali informativi”.

“È un utilizzo culturale della rete molto importante – continua Andrea Biancani consigliere della Regione Marche, che ha investito più di 300 mila euro in tre anni – per poter trovare un testo, ora si hanno a disposizione centinaia di biblioteche, civiche, musicali, universitarie, nel quale cercarlo”. “Inoltre –aggiunge Biancani – le riviste internazionali permettono agli stranieri e ai turisti di rimanere informati. Resta poi la possibilità della biblioteca come momento di socializzazione”.

“Abbiamo condiviso 4 milioni di contenuti – afferma Andrea Bianchini che si occupa del coordinamento del sistema bibliotecario regionale – quali libri, documenti, mappe geografiche e tanto altro. I nostri cittadini possono accedere al portale MediaLibraryOnline e fruire di contenuti di quantità e qualità”. “La Regione Marche – ha detto Bianchini – ha fatto un grande sforzo di integrazione e riorganizzazione delle biblioteche. La card Marche Cultura viene fatta recandosi fisicamente in una delle biblioteche, se il libro è occupato è possibile prenotarlo. Gli obiettivi sono: fornire ai cittadini informazioni di qualità gratuitamente, educare al digitale, è un servizio pubblico indipendente, e punta alla pluralità”. “La sezione audiolibri – conclude Bianchini – con più di 700 audiolibri – importante per facilitare gli ipovedenti. Permette di leggere al buio e in altri contesti da quelli classici.  Inoltre l’aggancio Spotify: che permette di fruire di una biblioteca di brani musicali con milioni di tracce disponibili. Tre sono le app scaricabili su smartphone: MLOL Reader per E-book, PressReader per la stampa e quella di Spotify.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>