54° Trofeo Fagioli: vittoria di Merli con record, poi… il diluvio. Grande prova dei piloti pesaresi

di 

26 agosto 2019

GUBBIO – Christian Merli è il nuovo record-man del “ 54°Trofeo Fagioli”. Il pilota trentino con la sua Osella FA30 Zytek gommata Avon ,dopo aver abbassato già in prova il record dell’avversario di sempre, Simone Faggioli (Norma M20 Zytek),  in Gara 1 si è ripetuto con uno strabiliante, 1’32”31 aggiudicandosi la gara eugubina nona prova dell’italiano. I due driver che si stanno contendendo il Campionato Europeo, sono al momento al comando a pari punti, sono “rientrati” nel Italiano, che li vede ancora matematicamente in lizza,per una sfida al cardiopalmo sui 4,155 metri che attraverso la suggestiva Gola del Bottaccione portano alla Madonna della Cima. Simone Faggioli dall’alto dei suoi dieci titoli europei e 12 italiani, ha tentato il tutto per tutto ,fermando il cronometro a soli 7 centesimi da Merli. Per Gara-2 si annunciava un’altra sfida ad alto tasso di adrenalina, invece è arrivato dal cielo il terzo incomodo, un temporale di forte intensità che oltre ad aver costretto il Direttore di gara Fabrizio Fondacci, a sospendere le partenze, ha poi condizionato la prestazione dei piloti. Merli e Faggioli hanno comunque “onorato” il loro essere campioni confermandosi ai primi due posti della classifica di manche ed assoluta. Dietro ai due contendenti, il veneto Danny Zardo (Norma M20) e Omar Magliona (Osella PA21 EVO 2.000), in lotta per  il Campionato Italiano, da campioni non si sono risparmiati, con Zardo, sempre più a suo agio con la NormaM20, terzo in entrambe le manche, che ha avuto la meglio rispetto a Magliona Il sardo attuale leader della classifica e vincitore un anno fa a Gubbio, ha spremuto al massimo la sua Osella PA21 e con il quarto posto di Gara-1 ed il quinto nella seconda, mantiene la leadership del campionato. Peccato che il violento temporale che ha caratterizzato Gara-2 non ha permesso ai piloti di esprimersi al massimo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Grande prova dei piloti pesaresi, il “fornaio volante “ di Fossombrone  Gabriele Giardini , mettendo in risalto le sue qualità di guida sul bagnato, ha vinto con la sua Citroen Saxo la Classe 1,600 ed il “Gruppo N”, riservato alle vetture vicino alla serie. Sfida tutta pergolese , anche se in categorie diverse per il pluricampione Italiano della Categoria “E1” Marco Sbrollini, con la Lancia Delta Integrale EVO, da oltre 500cv., ed il fortissimo pistaiolo Franco Cimarelli, presente una tantum a Gubbio con la sua Porsche 997 GT Cup, con la quale è in lizza nell’omonimo campionato in pista. Per pochi centesimi la sfida ha visto prevalere Sbrollini, (22° assoluto)che è andato a vincere anche la Classe oltre 3.000cc, del Gruppo E1 Italia, dove è anche risultato terzo. Per Cimarelli (23° assoluto), la soddisfazione della vittoria di Classe ed il secondo posto della categoria Gran Turismo. Peccato per l’altro driver di Pergola  Maurizio Contardi, costretto a dare forfait per problemi alla sua Honda Civic 1.600. Come sempre il “Trofeo Fagioli, si è rivelato come uno degli appuntamenti clou delle Cronoscalate, raggiungendo il numero record di oltre 280 partenti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>