Dalla Calabria alla Germania, tutti pazzi del Palio della Rocca di Serra Sant’Abbondio. Vince Poggetto

di 

10 settembre 2019

SERRA SANT’ABBONDIO – Le condizioni meteo non delle migliori hanno condizionato ma non rovinato la 33esima edizione del Palio della Rocca, la cui disputa, domenica, è stata in dubbio per il fortissimo vento. Magia, passione, rievocazione storica: per un intero week-end il borgo di Serra Sant’Abbondio, ai piedi del monte Catria, in provincia di Pesaro e Urbino, si è immerso nelle affascinanti atmosfere medievali.

Spettacoli, musica, taverne ad animare le tre giornate, aspettando l’attesissimo Palio, grazie al Gruppo storico Tamburini di Serra Sant’Abbondio e alla presenza di altri gruppi, compagnie e band musicali. A vincerlo Poggetto, al termine di una spettacolare corsa delle oche, mentre il Palio di San Biagio è andato a Montevecchio e quello dei più piccoli a Sant’Honda.

Ma la vera vittoria, come sempre, è quella di una intera comunità, della Pro loco e del Comune capaci di collaborare con profitto per la riuscita dell’evento clou del paese.

Tra gli ospiti, il sindaco di Melissa, Comune calabrese, Raffaele Falbo, rimasto colpito dall’ottima organizzazione e una delegazione dei rappresentanti del Comune tedesco, gemellato, di Rudesheim am Rhein.

Soddisfatti in casa Pro loco così come contento è il sindaco Ludovico Caverni: “Il bilancio nonostante il maltempo è positivo, buona affluenza e ottimi giudizi da parte di chi ci è venuto a trovare. Ringrazio la Pro loco, i comitati di paese, la protezione civile e i volontari che hanno lavorato per la buona riuscita del Palio: abbiamo dato una ottima prova di comunità unita, matura e organizzata”.

Il 16 la consegna del Palio e la cena della pace.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>