Consiglio provinciale, approvato il debito fuori bilancio di 240mila euro per i lavori di somma urgenza fatti al “Nolfi” di Fano

di 

30 settembre 2019

 

PESARO – Presieduto dalla vice presidente della Provincia Chiara Panicali (assente il presidente Paolini per impegni istituzionali), si è riunito oggi il Consiglio provinciale, con una serie di scadenze all’ordine del giorno, tra cui l’approvazione del debito fuori bilancio relativo ai 240mila euro spesi dalla Provincia per i lavori di somma urgenza svolti al “Nolfi” di Fano per garantire il ripristino delle condizioni di sicurezza strutturale dell’edificio, l’approvazione del bilancio consolidato 2018 e del Dup (Documento Unico di Programmazione) 2020 – 2022. In apertura del consiglio, la vice presidente ha fatto il punto della situazione riguardo al “Nolfi” e “Nolfi ex Carducci” di Fano e al “Raffaello” di Urbino, evidenziando come, grazie agli sforzi fatti dalla Provincia e dalle altre istituzioni, l’inizio dell’anno scolastico abbia avuto per gli studenti un ritardo contenuto. “Sono in via di definizione – ha detto – anche le fasi successive per la ricostruzione dei due edifici ed a metà ottobre verrà convocato un nuovo consiglio provinciale proprio per confrontarci su questo”. Ha quindi ringraziato la minoranza per aver garantito lo svolgimento del consiglio provinciale. La seduta, come fatto notare dalla capogruppo della lista “Cambiamo Pagina” Margherita Mencoboni, è stata infatti “resa possibile grazie alla presenza in aula dei consiglieri di minoranza, che hanno garantito il numero legale”, mancando diversi consiglieri di maggioranza. “Il gruppo di centrodestra – ha detto la Mencoboni – rimane per senso di responsabilità nei confronti dei cittadini della provincia. Di solito quando manca la maggioranza si rinvia il consiglio, ma questa volta ci sono importanti scadenze da rispettare, che riguardano le problematiche delle scuole ed in questo caso degli studenti del Nolfi e delle loro famiglie”.

Provincia di Pesaro e UrbinoL’approvazione del debito fuori bilancio ha visto l’astensione dei consiglieri di “Cambiamo pagina”, i quali hanno però votato a favore dell’immediata eseguibilità per rendere possibile l’avvio delle procedure di attivazione del mutuo con cui la Provincia coprirà la spesa di 240mila euro per il “Nolfi. Voto contrario è stato invece espresso dalla minoranza sulla variazione del bilancio di previsione 2019-2021, illustrata dalla responsabile dell’Ufficio Bilancio Patrizia Omiccioli. “Avendo espresso, nelle scorse sedute, voto contrario al bilancio di previsione – ha motivato la Mencoboni – siamo coerenti con la posizione assunta, anche se garantiamo l’immediata eseguibilità”.

Altro punto all’ordine del giorno l’approvazione del bilancio consolidato dell’esercizio 2018, i cui aspetti tecnici sono stati illustrati dal direttore generale Marco Domenicucci, che ha spiegato come si tratti di un obbligo di legge per garantire una visione d’insieme sulla situazione economico – patrimoniale dell’ente pubblico, considerando anche le società partecipate. “Il consolidamento va fatto solo per le partecipate in cui la Provincia ha una presenza maggiore, in questo caso Valore Immobiliare e Cosmob. Entrambe hanno una buona situazione”. Il bilancio consolidato è stato approvato con l’astensione della minoranza. E’ stato infine approvato in maniera definitiva il Dup (Documento unico di programmazione) 2020 – 2022, con il voto contrario della minoranza.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>