Il Consiglio Comunale boccia la delibera di aumento del compenso dei revisori dei Conti. Approvato il bilancio consolidato 2018

di 

30 settembre 2019

PESARO – Nella seduta del Consiglio comunale del 30 settembre, sono state esaminate nella prima mezz’ora alcune interrogazioni.

Il consigliere Emanuele Gambini (Prima c’è Pesaro- Fratelli d’Italia) firma l’interrogazione sul parcheggio scambiatore di villa San Martino/via Pertini: da sei anni ci sono roulotte con cartelli di vendita, non ci sono navette per il centro, si domanda se si sono svolte misurazioni di campi elettromagnetici e Valutazione Impatto Ambientale.

“L’area è uno spazio pubblico, le roulotte e i veicoli, possono sostare senza limitazioni nel rispetto della segnaletica presente” così l’assessore Heidi Morotti che ha aggiunto: “Attualmente il parcheggio gratuito con navetta è il San Decenzio e si sta lavorando a quello adiacente al cavalcaferrovia e alla stazione ferroviaria, per questo nel breve periodo, non sono previste navette. Nel 2018 il comune di Pesaro ha concesso alla società Galata Spa, una porzione di terreno comunale all’interno del parcheggio scambiatore per il mantenimento di una stazione radio e tele/videocomunicazione elettronica per 6 anni con canone annuo di 7.000 euro. Nel 2019 il canone è stato aumentato a 9.000 euro per subconcessione per installazione di una propria stazione radio e relativi apparati senza aumento della superficie che resta quindi di mq circa 26.” “E’ Arpam ad avere la competenza della verifica di livelli di esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici e da rilievi effettuati risulta completamente compatibile con il rispetto della normativa.” Questa la conclusione dell’assessore Morotti.

Gambini si è detto soddisfatto proponendo la realizzazione di un parcheggio per roulotte.

Sempre Gambini ha chiesto sul centro di aggregazione Totemdi villa San Martino, in via dei Lavoratori: proprietà, manutenzione, verifiche norme sicurezza, controlli pavimentazione, sistemazione giardino, necessità manutenzione e abbattimento barriere architettoniche. “La proprietà è del Comune – ha spiegato l’assessore Belloni, sono state fatte le verifiche sulla sicurezza. La pavimentazione sarà oggetto di manutenzione, in studio un progetto di sistemazione immobile, o in alternativa la giunta sta vagliano, da condividere con il quartiere, un cambiamento di sede, per creare un polo funzionale per il quartiere cogliendo l’occasione per collocare anche l’asilo”.

La successiva interrogazione esaminata è in merito alla situazione socio-economica della piscina Pentathlon, presentata da Prima c’è Pesaro- Fratelli d’Italia. Si chiede se c’è un piano aziendale per la riduzione delle perdite, se è in corso la regolarizzazione amministrativa (collaudo, agibilità, omologazione Coni), regolare ammortamento mutuo, erogazione contributo GSE, se è previsto un bando per la gestione.

“In riferimento alla gestione dell’impianto, e ai protocolli firmati – ha spiegato l’assessore Mila Della Dora- tutti gli obblighi di gestione e il versamento delle rate del mutuo sono a carico della federazione Pentathlon e non ci risultano irregolarità. Esula dalle competenze del Comune ogni onere della gestione, tuttavia l’ente locale si è sempre adoperato per agevolare la federazione in considerazione dell’interesse pubblico che l’opera riveste per la comunità locale.” “In riferimento alla regolarizzazione amministrativa, tutta la documentazione è stata depositata presso gli enti competenti. Il contributo del Comune alla federazione è in relazione alle attività di interesse pubblico svolte nell”impianto dirette ai giovani, agli anziani, all’handicap e alla società in genere, di rilevante interesse pubblico.” Così ha concluso Mila Della Dora.

“Dietro il pagamento del mutuo c’è il Comune di Pesaro- ha replicato Baiocchi – non perché ci debba essere un’ingerenza e mi interesso dei fondi del GSE per il completamento dell’opera.”

Infine è stata esaminata l’interrogazione dei consiglieri Biagiotti e Todaro sullo smantellamento baracche in via dell’Acquedotto.

“L’area è da tempo oggetto di attenzione da parte dell’amministrazione comunale ha sottolineato l’assessore Pozzi -, lo smaltimento delle baracche è già avvenuto a fine 2018 e nei primi mesi del 2019. Non ci sono più baracche. La zona è monitorata e controllata. I camper: già rimossi in passato veicoli non regolari per copertura assicurativa e per violazioni del codice della strada. E’ stata liberata la casa comunale, le famiglie Rom rappresentano una problematica di inserimento sociale. La zona presto si trasformerà in luogo delle opportunità per famiglie e giovani.” Biagiotti ha replicato sottolineando che deve essere considerato l’interesse dei cittadini pesaresi e che la polizia municipale in alcuni casi è intervenuta più rapidamente in caso di veicoli non a norma secondo il codice della strada. “Se si parla riferendosi alle famiglie Rom di integrazione – ha aggiunto Biagiotti-  allora dovrebbe avere innanzitutto una casa.”

Le delibere approvate

consiglio COMUNALEE’ stata inoltre approvata con 18 voti favorevoli della maggioranza e 12 contrari, della minoranza, la delibera di approvazione del bilancio consolidato2018 costituito da conto economico consolidato, stato patrimoniale e allegati. Si tratta del consuntivo del gruppo pubblico del comune di Pesaro che comprende non solo i risultati complessivi della gestione dell’ente locale ma anche delle aziende non quotate partecipate.

Il risultato dell’esercizio 2018 è di euro – 6.376.077 mentre lo stato patrimoniale si chiude con un patrimonio netto consolidato di euro  402.482.421.

“Un patrimonio che il Comune continua a costruire – ha precisato l”assessore Delle Noci- un valore in crescita grazie anche al lavoro degli investimenti.”

L’assise ha poi discusso la delibera di variazione al piano triennale 2019-2021 e annuale delle opere pubbliche approvata con 21 voti favorevoli e 9 astenuti, con immediata eseguibilità.

“E’ prevista l’eliminazione della riqualificazione di impianti di illuminazione pubblica e ridotto il progetto di straordinaria manutenzione delle strade del centro – ha dichiarato l’assessore Belloni- per finanziare interventi importanti. Sono stati infatti inseriti: parcheggio a Baia Flaminia (costo 200.000 euro, 110 dalla monetizzazione dei parcheggi), il cofinanziamento (230.000 già previsti nel piano 2019-2021 e 175.000 da alienazioni di beni immobili anno 2020) per la straordinaria manutenzione con rifioramento massi delle scogliere sommerse della spiaggia di ponente visto la comunicazione della regione Marche di concessione di contributi di euro 200.000 e 175.000.”

“Abbiamo rimodulato i lavori per padiglioni D e F dell’impianto sportivo Campanara – ha inoltre precisato l Belloni- perché si è reso necessario la riduzione del finanziamento del credito sportivo per interventi perché dovevano comprendersi anche le spese del rogito.”

Lugli (5 Stelle) ha dichiarato di votare favorevolmente in particolare pensando alle scogliere, mentre non si è detto felice del parcheggio di Baia Flaminia che comunque è importante in quella zona per cittadini e imprese.

“Siamo d’accordo sulle scogliere – ha detto Andreolli (Lega Salvini Pesaro) – sul parcheggio aspettiamo il progetto definitivo ma abbiamo perplessità anche se ci sono aspetti positivi, chiediamo un esame in commissione.

“L’amministrazione si concentra su interventi che attendiamo da anni, necessari per i nostri turisti e le nostre spiagge” così Lorenzo Montesi (pd).

Approvata anche la delibera di variazione al bilancio di previsione 2019-2021 e verifica sugli equilibri finanziari con 17 voti favorevoli e 12 contrari.

Non si presentano allo stato attuale situazioni tali da pregiudicare gli equilibri di bilancio.

“Per la spesa corrente, siamo soddisfatti del recupero in aumento dell’evasione fiscale di circa 600.000 euro – ha sottolineato Delle Noci- ringraziando Oriana Mussoni all’ultimo giorno di lavoro, per l’impegno in 30 anni e che si è offerta di lavorare gratuitamente per i prossimi 6 mesi. Ma le maggiori entrate non sono solo tributi ma anche rimborsi per un totale di  più di 900.000 euro di entrate che copriranno le maggiori spese e le convenzioni.

1 milione e 300 mila euro in conto capitale per finanziare le opere presentate da Belloni.”

“Ci sono in bilancio alcune incongruenze – ha detto Andreolli – le convenzioni non sono promesse da campagna elettorale ma contratti in essere e mancano ancora pe esempio 200.000 euro per Il ROF, 30.000 euro per Amat. Mi aspetto che con le prossime variazioni verranno previste ma c’è stato un notevole recupero dell’evasione, un recupero straordinario, destinato però alla spesa corrente, che è aumentata notevolmente negli ultimi anni, spese vive, difficili da onorare senza un gettito maggiore. Un gettito extra non può coprire una spesa strutturale.” “Consigliere ha sottolineato un principio di prudenza che è corretto però si è detto soddisfatto per il recupero dell’evasione e per le maggiori spese per turismo, cultura e welfare, lo abbiamo fatto con l’efficienza senza tagli con questi obiettivi lavoreremo sul bilancio di previsione 2020.” Così Delle Noci in chiusura.

“E’ concreta l’azione di recupero dei tributi, se tutti pagano ne beneficiamo tutti. Così Bellucci (pd)

In esame anche la proposta di adeguamento del compenso del Collegio dei revisori dei Conti.Bocciata da minoranza e maggioranza.

“Il collegio è stato nominato nel 2018-ha spiegato Delle Noci- confermando i compensi del collegio uscente con riduzione obbligatoria per legge del governo Monti. Al Comune spetta stabilire un canone di ragionevolezza e adeguatezza, il decreto ministeriale permette di aggiornare anche durante, fissando solo i limiti massimi non i minimi. Abbiamo ricevuto la richiesta dei revisori, che ringrazio per il lavoro, chiedendo un adeguamento non il massimo ma il massimo della fascia demografica inferiore rispetto a quella del nostro Comune. Si tratta di 15.670 per i componenti e 23.505 per il presidente. La richiesta è stata portata in Consiglio che ne ha la competenza.”

“Giudizio positivo sull’operato del collegio- ha detto Bellucci – ma la revisione del compenso sarà valutata al rinnovo, anche a fronte di nuove incombenze. Ritengo di non approvare la delibera, in linea con il contenimento dei costi, con la politica di riduzione delle indennità di giunta e sindaco e delle spese per i dirigenti.”

“Pur riconoscendo la professionalità, la richiesta è inopportuna- ha precisato Giulia Marchionni Prima c’è Pesaro- Fratelli d’Italia- nei tempi (incarico ricevuto poco tempo fa), nei modi e nei contenuti, siamo contrari.”

E’ stata inoltre approvata la variante al PRG relativa all’area ospedaliera di Muraglia,

con 19 voti favorevoli e 11 contrari. “Siamo al passaggio conclusivo- ha detto l’assessore Nobili- non ci sono state osservazioni da parte della Provincia, rimarco l’opportunità. Non riusciremo a convincere tutti ma la discussione indubbiamente c’è stata. Perché la sanità funzioni dobbiamo avere una grande struttura.”

“Il luogo e il metodo di finanziamento non sono adeguati, il project financing è un affare per i privati, diciamo sempre di costruire sul costruito e non abbiamo ancora capito cosa verrà costruito, ci sono perplessità sul discorso idro-geologico, occorre pensarci bene prima di votare per l’ultima volta, abbiamo anche raccolto firme, parliamo dei contenitori ma ci sono problemi nella sanità.” Così la consigliera Frenquellucci (5 Stelle).

Michele Gambini del Pd ha aggiunto di aver incontrato cittadini preoccupati per l’impatto della struttura. “Devono essere capiti perché l’intervento per viabilità e dal punto di vista paesaggistico è pesante.” Questo l’intervento di Gambini che ha sottolineato la necessità di coinvolgere i cittadini.

E’ stata inoltre approvata la proroga della convenzione con 23 voti favorevoli e due astenuti, per la gestione associata dello sportello unico per le attività produttive.

“L’attuale gestione dovrebbe essere conferita all’Unione dei Comuni per una continuità permanente, vista l’importanza del servizio.” così Vittorio Petretti (Forza Pesaro #Ungrandelpò).

E’ stata approvata all’unanimità (30 voti favorevoli) la regolarizzazione patrimoniale delle strade di uso pubblico ricadenti all’interno del comune di Pesaro, con un’acquisizione gratuita di un frustolo di via Fratti.

Ultima delibera approvata (27 voti favorevoli) quella di istituzione della commissione cimiteriale. Votati Lorenzo Montesi e Giovanni Dallasta componenti, nominato dal sindaco il presidente: Vittorio Petretti.

Mozioni

Esaminata in conclusione la mozione di urgenza presentata da Giulia Marchioni Gambini Emanuele, Redaelli, Andrea Marchionni, Dallasta, Todaro riguardante la situazione del San Benedetto in particolare la grave situazione strutturale. La mozione è stata approvata con 28 voti favorevoli, all’unanimità.

“Ieri sono avvenuti crolli- ha spiegato la prima firmataria Giulia Marchionni- questo ha determinato il transennamento di via Belvedere, chiediamo che la giunta e il sindaco si attivino visto l’imminente pericolo perché l’Asur proprietaria metta in sicurezza l’immobile, evitando pericoli, da troppo tempo con impalcature.”

“Ieri mattina appena verificato il distacco – ha spiegato Belloni- con intervento dei vigili del fuoco, è stato transennato tutto, a breve si riaprirà la strada. Il Comune dovrà farsi sentire perché la zona sia messa in sicurezza, perché l’Asur si attivi per un concorso di idee.”

Luglio ha espresso dolore per la notizia: “Prima l’incuria, poi i ladri ora i crolli, siamo arrivati ad un punto di non ritorno.” “Sul San Benedetto non siamo arrivati ad un punto di non ritorno- ha precisato Camilla Murgia- mi auguro ci siano i margini, la progettazione è già iniziata, c’è progetto già finanziato con l’istituto Mengaroni, che riguarda la lavanderia con l’intento di riqualificarlo attraverso il cinema.”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>