In una piazza Umberto I nuova di zecca, Sant’Angelo in Vado taglia il nastro alla 56^ Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche. Appuntamento dal 12 ottobre al 3 novembre

di 

3 ottobre 2019

tatfagaSANT’ANGELO IN VADO – E’ stata presentata questa mattina nella sede pesarese di Confcommercio la 56^ edizione della Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche che popolerà il borgo di Sant’Angelo in Vado nei weekend dal 12 ottobre al 3 novembre.  Amerigo Varotti, direttore provinciale Confcommercio ha applaudito «quella che è la mostra più longeva della regione, la seconda più antica di Italia, e che negli anni ha saputo intraprendere un discorso strategico politico nuovo e allargato col Tartufo delle Marche e la Strada del Tartufo e che, per prima, ha cominciato a ragionare integralmente come la regione che vanta tutte le tipologie stagionali di tartufo nell’efficace slogan ‘tartufo tutto l’anno’»

Giannalberto Luzi, sindaco di Sant’Angelo in Vado ha ricordato il particolare significato personale dell’ultima mostra del tartufo del suo mandato: «un mandato in cui con Confcommercio ho condiviso un progetto di rilancio del turismo in cui il tartufo è centrale nel suo allargarsi alla politica del tartufo tutto l’anno e del suo concetto di tartufo delle Marche ben più allargato a Sant’Angelo in Vado. Il prossimo passo sarà lavorare tutti insieme per rendere il tartufo parte di una filiera che rilanci l’intero comparto economico». Luzi ha ricordato l’eccezionalità di un’inaugurazione in notturna della prossima Mostra, motivata dalla contemporaneità all’inaugurazione della nostra piazza Umberto I Papa dopo il completamento dei lavori di pavimentazione. Un lavoro finanziato solo da soldi risparmiati da questo comune, circa 200mila euro, per dare alla città una piazza straordinaria in pietra alberese. Che sarà il cuore di una mostra del tartufo che coinvolge quattro piazze, un intero centro storico e anche le periferie del paese».

Sabato 12 ottobre alle 19 si accenderanno i riflettori nella rinnovata piazza con una suggestiva video-proiezione sul Palazzo del Comune dove, per l’intero weekend, sarà possibile ammirare, al calar della notte, Sant’Angelo in Vado in tutte le sue peculiarità: dai palazzi storici ai boschi che ogni anno regalano il gusto di tartufi unici al mondo. Altra grande novità sarà “Al di là del gusto”, un cubo sensoriale che per quattro weekend darà la possibilità di conoscere il mondo tartufo a 360°. “Arte al cubo”, il nome del progetto a cura della Proloco Tifernum Mataurense, si pone come obiettivo di divulgare il percorso del tartufo, dai tartufai alla tavola dei ristoranti, in un viaggio attraverso i cinque sensi.

Naturalmente verranno, come sempre, esaltato il gusto del tartufo con le doti e l’estro degli chef con showcooking che attraverseranno anche percorsi particolari (come cocktail e vegan) nella splendida cornice di Palazzo Mercuri con i suoi affreschi del XIX secolo.

Appuntamento fisso da 45 anni è poi la gara nazionale di cerca al tartufo bianco, abbinata al Trofeo Sergio Perrotta che convoglierà nella città vadese oltre cinquanta cani da tartufo, coi loro allevatori, provenienti da tutta Italia (appuntamento domenica 27 ottobre).

tatugDal 18 al 20 ottobre la mostra del tartufo diventa rombante con il 41° Motoraduno del Tartufo che da 24 anni è diventato internazionale. Un appuntamento organizzato dal Motoclub Tonino Benelli che arriva a conclusione della stagione 2019 del calendario federale. Un’edizione questa, dedicata ad uno dei fondatori del Motoraduno, Italo Collesi, volto e anima del Motoclub che ci ha lasciato a maggio.

Sabato 12 ottobre, giorno dell’inaugurazione della mostra, si svolgerà dalle ore 14 anche la tavola rotonda (nella sala del consiglio comunale) “Il tartufo: risorsa del territorio per una politica economica di sviluppo sostenibile” organizzata dal Comune e dall’Università di Urbino “Carlo Bo” – Dipartimento Economia, Società, Politica.

Mostra del tartufo a parte, Sant’Angelo in Vado sarà anche parte integrante di due altri percorsi di promozione turistica cavalcati da Confcommercio in questo autunno: il 10 ottobre sarà presentato l’Itinerario Romantico alla Fiera Internazionale del Turismo di Rimini, il 15 novembre sarà invece presentato a Paestum l’Itinerario Archeologico nella Provincia di Pesaro-Urbino. Due itinerari partoriti dentro l’ampio progetto degli Itinerari della Bellezza di Confcommercio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>