Francesco e il Sultano: 1219 – 2019. L’incontro sull’altra riva. La mostra degli studenti de La Nuova Scuola dal 20 novembre nella Sala Laurana

di 

13 novembre 2019

img34PESARO – Dal 20 novembre al 4 dicembre la mostra Francesco e il Sultano: 1219-2019. L’incontro sull’altra riva  verrà proposta alla città da “La Nuova Scuola”, con il patrocinio del Comune di Pesaro e sarà esposta presso la Sala Laurana della Prefettura di Pesaro.

La Mostra, presentata al Meeting di Rimini 2019, racconta l’incontro tra Francesco e il Sultano avvenuto nel 1219 a Damietta, incontro di cui ricorrono gli 800 anni, oggetto di numerosi interventi anche su testate nazionali e libri di recente pubblicazione.

La presentazione della Mostra avverrà venerdì 22 novembre alle ore 18, presso il Salone Metaurense della Prefettura di Pesaro alla presenza del giornalista Andrea Avveduto, della dott.ssa Maria Pia Alberzoni dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, di Hicham Rachdi, Presidente Federazione Regionale Islamica Marche e Silvio Cattarina fondatore della comunità L’imprevisto.

La Mostra:

Nel 1219, 800 anni fa, Francesco d’Assisi si reca a Damietta, in Egitto, nel pieno della quinta crociata, spinto da quella stravagante ed eccezionale “curiosità” per tutte le creature, che lo contraddistingue, ben nota anche attraverso i suoi versi del Cantico delle Creature: tutto gli era fratello e sorella. In Egitto incontra il Sultano al-Malik al-Kamil. Trova accoglienza e riceve anche un dono per la sua predicazione. Farà ritorno illeso al campo crociato. Le fonti non riportano una finale conversione del Sultano, confermando che non era quello l’obiettivo prioritario di Francesco; si legge invece un saluto cordiale e fraterno tra i due, affidati l’uno alle preghiere dell’altro e ad un unico Dio. “È grazie al suo incontro con il Sultano Malekel Kamel e al suo prolungato sostare in Terra Santa, che potrà poi elaborare quel metodo di evangelizzazione, fatto di testimonianza della vita e di annuncio del Vangelo che ha ispirato lungo questi otto secoli e guida ancora oggi la nostra presenza francescana in Medio Oriente”, ha detto al Meeting padre Francesco Patton, ora Custode di Terra Santa.

Che cosa accadde veramente quel giorno a Damietta? Che cosa c’è di storico e che cosa appartiene alla leggenda agiografica? Ma soprattutto, oggi, che cosa rimane di quell’incontro? A queste ed ad altre domande vuole rispondere la mostra “Francesco e il Sultano – L’incontro sull’altra riva. 1219-2019”, Al centro della Mostra si pongono le motivazioni che hanno spinto Francesco al viaggio, l’itinerario, l’incontro a Damietta. Ma ciò che maggiormente si propone è un metodo di conoscenza: si mette a tema un incontro impossibile, e altrettanto umano e per tutti, che supera le differenze e le paure, costruisce ponti e rapporti impensabili, offre soluzioni a problemi sociali e perfino politici, apre strade nuove e forme di costruzione per tutti, durevoli nel tempo.

E’ questo che stanno scoprendo i cinquanta volontari che preparano la Mostra durante ‘gli 8 pranzi del venerdì’ a La Nuova Scuola, tra Studenti, Docenti e Genitori, oltre ad amici interessati a scoprire cosa c’è di prezioso in questo incontro storico ma attuale. La scoperta di una risposta accade in modo diverso in ciascuno ed è per questo che interessa presentarla a tutta la nostra Città. Non è una mostra religiosa, non è una mostra storica, non è una mostra agiografica, non è una mostra sociale, non è una mostra interculturale. Anche tutto questo, ma non solo. E’ una mostra su un nuovo metodo di conoscenza, e dunque di vita

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>