Che peccato Vis: gioca un’ottima gara a casa della Reggiana ma perde al 91′

di 

17 novembre 2019

Vis Pesaro-Fermana 00012 Davide VoltanREGGIO AUDACE – VIS PESARO 2-1
REGGIO AUDACE (3-4-2-1): Narduzzo; Espeche, Rozzio, Costa; Kirwan, Rossi, Varone (42′ st Libutti), Favale (23′ st Brodic); Zanini (1′ st Kargbo), Staiti (33′ st Radrezza); Marchi. All. Alvini
VIS PESARO (3-5-2): Bianchini; Gennari, Gianola, Farabegoli; Pannitteri (33′ st Campeol), Paoli, Gabbani, Ejjaki (39′ st Tessiore), Pedrelli; Grandolfo (23′ st Tascini), Voltan. All. Pavan
ARBITRO: Saia di Palermo 6
RETI: 19′ pt (aut.) Espeche, 28′ st Marchi, 46′ st Kargbo
NOTE: pomeriggio freddo, terreno di gioco in discrete condizioni, spettatori 6.345 (incasso; 33.371,85 euro); ammoniti Rozzio, Staiti, Varone, Grandolfo, Bianchini, Gennari; angoli 8-2, recupero 2+5

REGGIO EMILIA – Che peccato Vis. I pesaresi di Simone Pavan giocano un’ottima gara al Mapei stadium, tana della Reggio Audace oltre che del Sassuolo di A, ma perdono in piena zona Cesarini. Una disdetta perché il vantaggio iniziale – autorete di Espeche sull’ennesimo tiro-cross di Voltan – era stato difeso egregiamente. Anzi, i biancorossi – in maglia blu – avevano rischiato praticamente zero, di contro dando la possibilità di colpire ogni qualvolta attaccavano.

Al di là di un legno di Grandolfo ma a gioco fermo, da segnalare dopo l’1-1 di Marchi – ennesimo gol preso su corner – il match point fallito dal rientrante Tessiore, su una delle tante iniziative di Voltan. Così al 91′ è arrivata la punizione immeritata per mano, pardon testa, dell’ex Campobasso Kargbo, che di testa ha anticipato Campeol superando un Bianchini partito in ritardo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>