Pesaro in lutto, è scomparso don Raffaele Mazzoli: fondò “Il Nuovo Amico”. Giovedì in Duomo l’ultimo abbraccio

di 

24 novembre 2019

Don Raffaele Mazzoli (foto tratta da Il Nuovo Amico)

Don Raffaele Mazzoli (foto tratta da Il Nuovo Amico)

PESARO – Nel primo pomeriggio di oggi, domenica 24 novembre 2019, don Raffaele Mazzoli è tornato alla Casa del Padre. Giornalista e direttore emerito del settimanale interdiocesano Il Nuovo Amico che aveva fondato nel 1972 su incarico del Vescovo monsignor Gateano Michetti e che ha diretto fino alla fine del 2017.

Decano del clero di Pesaro era nato a Petriano il 12 dicembre 1923. Nel suo lungo servizio sacerdotale aveva ricoperto numerosi incarichi tra cui parroco della parrocchia di Santa Maria delle Fabbrecce prima e di S. Cassiano in Granarola poi, rettore della Chiesa de Nome di Dio, responsabile della mensa diocesana Oda e della casa per ferie “Villa Bacchiani” a Pozza di Fassa.

Era stato inoltre cappellano al carcere minorile di Pesaro e insegnante all’istituto Agrario “Cecchi”. Aveva fondato il cineforum di Pesaro, direttore dei Beni culturali dell’Arcidiocesi curando in questa veste numerose ed importanti mostre civiche. Negli anni Sessanta era stato corrispondente per l’Avvenire d’Italia.

Con lui scompare un pezzo della storia della città di Pesaro e della Chiesa locale. La redazione del Nuovo Amico si stringe in preghiera al dolore dei familiari. Ciao don, direttore e maestro di fede e di vita!

La redazione de “Il Nuovo Amico”

I funerali si terranno giovedì 28 novembre ore 10 in Duomo. Dalla redazione di pu24.it l’abbraccio a parenti, amici e a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo nel cammino della vita terrena prima del richiamo del Padre.

Il cordoglio del sindaco Matteo Ricci:

«Siamo profondamente addolorati. Stimato da tutti, nel suo percorso sacerdotale è stato un punto di riferimento per tanti pesaresi. Con coscienza, attenzione e intelligenza ha contribuito in modo significativo al dibattito sullo sviluppo della città. Una voce autorevole e leale, con valori profondi, che mancherà a molti».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>