Durer e gli incisori tedeschi del ‘500: Gradara ospita la più grande mostra italiana sul tema

di 

27 novembre 2019

75450012_151042786297808_8156945770520510464_oGRADARA – Gradara taglia il nastro alla mostra internazionale dedicata a Dürer e gli incisori tedeschi del Cinquecento per raccontare l’arte del Rinascimento d’oltralpe nella più grande mostra sull’argomento mai presentata in Italia. La mostra, curata da Luca Baroni, si terrà a Palazzo Rubin Vesin e sarà aperta al pubblico da sabato 30 novembre al 16 febbraio 2020. Venerdì 29 è previsto il taglio del nastro in anteprima.

Oltre 400 opere e 50 artisti saranno rappresentati per raccontare, nel mezzo senza tempo dell’incisione, la grande arte tedesca del Cinquecento. Dürer, ma anche Cranach il Vecchio, Baldung, Aldegrever, i Piccoli Maestri di Norimberga e i rari monogrammisti, riuniti nella più completa esposizione sul tema mai tenuta in Italia.

La mostra dal 2 dicembre avrà una sua appendice anche a Pesaro – alla Biblioteca Oliveriana – con “Guardando Durer; i libri, i collages e Luca di Leida”

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>