La legge della giungla nel parcheggio San Decenzio, ma la polizia municipale si vede raramente

di 

20 dicembre 2019

PESARO Poco prima delle ore 10, giusto il tempo di trovare un parcheggio, che nella grande area di sosta delSan Decenzio, quella del mercato settimanale del martedì, davanti al cimitero centrale, si deve assistere all’ennesima edizione della legge della giunga applicata al Codice della Strada.

Questo slideshow richiede JavaScript.

In pochi minuti, per lo sconforto di chi rispetta le norme più elementari della convivenza civile, si è obbligati ad assistere a una lunga serie di infrazioni. Soprattutto ai pericoli rappresentati da chi procede contromano e poi magari si ferma tenendo il motore acceso 5 minuti, ma non vuole fare 100 metri in più seguendo le indicazioni.
L’Amministrazione comunale ha fatto sempre la propria parte, rinnovando già volte la segnaletica orizzontale. E la segnaletica verticale non si vede solo se uno non la vuole vedere. Manca, però, è il parere praticamente unanime di chi si reca al cimitero e  parcheggia al san Decenzio, la presenza della polizia municipale.
“Se facessero qualche passaggio in più, forse chi se ne frega di rispettare le direzioni di marcia avrebbe qualche remora a fregarsene della segnaletica”, commenta uno.
Lo scooterista che arriva da Via XI Febbraio procede e prosegue contromano

Lo scooterista che arriva da Via XI Febbraio procede e prosegue contromano

“E magari multerebbe gli automobilisti che non rispettano il limite dei 30km/h e accelerano quando s’avvicinano alle strisce a disposizione dei pedoni che si recano al cimitero”, aggiunge una signora che non riesce ad attraversare.

E se – almeno stamattina – si sono evitati incidenti, soprattutto collisioni frontali, il merito è di chi, consapevole di quel che accade al San Decenzio, procedeva a velocità moderata.
Forse sarà l’avvicinamento alle festività, dove invece che essere più buoni ci si sente autorizzati a fare il proprio comodo, ma anche arrivando al centro abbiamo registrato comportamenti a dire poco spregiudicati, come quello dello scooterista che, procedendo contromano in Via XI Febbraio, ha girato a destra verso Viale Bramante-Via Monti. Un pericolo per tutti, non solo per se stesso.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>